Carote

caroteLe carote e le loro eccellenti proprietà nutrizionali

Le carote sono tra le verdure più consumate. Il merito va al loro sapore, che è dolce al punto giusto, alla versatilità e alla reperibilità. La varietà è più diffusa è quella arancione, sebbene se ne contino molte altre (di questo parlerò nel prossimo paragrafo). La carota, in realtà, è la radice della pianta “Daucus Carota”, appartenente alla famiglia delle apiaceae. Si caratterizza per un fusto dal verde intenso e per dei fiori di taglia piccola, bianchi e odorosi. La carota si coltiva due volte l’anno e la si trova anche nei mesi estivi.

Le carote sono un concentrato di valori nutrizionali, infatti sono ricchissime di vitamina A, che fa bene alla vista, ma anche di vitamina C. Tra i sali minerali si segnalano il potassio, il calcio, il fosforo e il magnesio. A questi benefici si aggiunge un apporto calorico molto basso, che non va oltre le 35 kcal per 100 grammi.

I differenti tipi di carote

Le varietà della carota sono numerose. Tutte si distinguono per il colore e alcune per la forma. Ecco una rapida panoramica dei tipi di carote maggiormente diffuse.

  • Arancione. E’ la carota classica, quella più diffusa, benché sia una delle più recenti. Il sapore è tendenzialmente dolciastro e le dimensioni possono variare anche di molto. E’ la più ricca di vitamina A e beta-carotene.
  • Rossa. La sua caratteristica principale è la presenza di luteina e licopene, due sostanze antiossidanti che aiutano a contrastare i radicali liberi.
  • Gialla. Come colore e forma è identica a quelle arancioni, tendenzialmente è solo un po’ più piccola. Si coltiva in un’area ristretta vicino a Polignano a Mare.
  • Bianca. E’ simile per forma e colore alle rape. Hanno un sapore meno dolce della media.
  • Viola. E’ la prima “vera” carota, ovvero la varietà più antica. Si caratterizza per la concentrazione di antocianine, che sono dei potenti antiossidanti.
  • Nera. Simile alla carota viola per sapore e per la presenza di antocianine, ha un gusto più intenso ed è tendenzialmente più grande.

Come usarle in cucina

Sono tra le verdure più versatili in assoluto. Si possono consumare crude, quasi come se fossero uno snack, ma anche utilizzarle per preparare succhi, centrifughe, puré e creme di ogni tipo. Sono uno dei classici ingredienti da soffritto e base per molte ricette, nonché protagoniste ed elemento di supporto di tante altre.

Tra le ricette più sfiziose spiccano gli gnocchi, la crema di carote con panna e mandorle, la vellutata, la zuppa e gli gnocchi al pesto


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti