Fegato con le cipolle: la ricetta che fa bene alla vista

Tempo di preparazione:

Una pietanza povera ma gustosa che aiuta a mantenere in forma gli occhi

Dalla mia collaborazione con Clinica Baviera Italia ho avuto modo  ampliare la mia conoscenza sull’alimentazione che porta benefici alla vista. Approfondendo la tematica mi si è aperto un mondo nuovo. Lo dico sempre che una corretta alimentazione è d’importanza vitale per la salute: una dieta corretta aiuta il corpo a crescere, a guarire e a combattere le infezioni ma è altrettanto importante per mantenere gli occhi sani.

Il fegato con le cipolle è un piatto tradizionale, originario della cucina veneziana e non solo. Questa combinazione di ingredienti poveri, frattaglie e cipolle, lo rende una pietanza economica ma deliziosa.

Ricco di vitamina B3, zeaxantina e luteina, il fegato aiuta a combattere la degenerazione della macula, specie in età senile, inoltre aiuta a combattere la cataratta e problemi di retina, ma soprattutto ha un forte potere antiossidante in grado di aiutare gli occhi a proteggersi meglio dai raggi ultravioletti.

Un secondo piatto facile da preparare che permette di fare il pieno di energie e di assaporare il sapore forte del fegato e quello dolce della cipolla bianca.

Pur essendo un piatto semplice da elaborare, bisogna far attenzione alle dosi e ai tempi di cottura per essere sicuri di non rendere troppo duro il fegato ma di creare un mix piuttosto cremoso e profumato, grazie all’aggiunta delle foglie di salvia. Cimentatevi con la preparazione di questo piatto che conquisterà anche chi non ama troppo le frattaglie.

Il fegato: proprietà nutrizionali

Le frattaglie non sono altro che le interiora degli animali utilizzate in cucina. Nel corso degli ultimi decenni si è persa l’abitudine di utilizzare questi ingredienti, ritenuti di scarto. Tuttavia, questi alimenti poveri sono alla base di molte ricette regionali deliziose in diverse parti del mondo, Italia compresa. Una delle parti più utilizzate anche negli ultimi decenni è proprio il fegato. Per questo vi proponiamo questa ricetta a base di queste interiora proveniente dal vitello.

Il fegato con le cipolle apporta ottimi nutrienti alla nostra dieta. Questa parte dell’animale, infatti, è una fonte di proteine ma anche di sali minerali, in particolar modo il ferro, il rame e il selenio. Il fegato contiene anche vitamine del gruppo B e C. Solitamente viene utilizzato maggiormente il fegato di vitello perché ha un sapore meno forte e più gustoso rispetto a quello proveniente da altri animali.

Abbinamento fegato con le cipolle : ottimo

L’altro ingrediente protagonista della ricetta del fegato con le cipolle sono le cipolle bianche. In Italia esistono tantissimi tipi diversi di questo ortaggio antico. Nonostante ciò, nel fegato alla veneziana si usa solitamente la cipolla di Chioggia che permette, grazie alla sua dolcezza, di stemperare il gusto molto forte del fegato.

Il fegato con le cipolle è probabilmente una versione più recente di un piatto già elaborato dai romani. Nell’antichità, però, questa frattaglia veniva cucinata insieme ai fichi che, proprio come nel caso della cipolla, riusciva ad addolcire il sapore deciso del fegato.  In più, secondo alcune teorie, la parola “fegato” deriverebbe proprio dall’utilizzo dei fichi nell’alimentazione degli animali, con l’obiettivo di far ingrassare il fegato.

Il fegato, per chi ha problemi di intolleranza al nichel, è da mangiare solo e soltanto inserito in una dieta a rotazione e su consiglio del nutrizionista.  E’ uno degli alimenti con altissimo contenuto di nichel.

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr di fegato di vitello
  • 2  cipolle bianche
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • qualche foglia di salvia
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Lavate, sbucciate e affettate le cipolle. Lavate la salvia. In una padella antiaderente rosolate le cipolle con 3 cucchiai di olio e la salvia, unite qualche cucchiaio d’acqua.  Salate e cuocete per circa 20 minuti.

Tagliate a fettine il fegato. Aggiungete il fegato e sfumate con il vino. Cuocete per 10 minuti, e prima di servire guarnite con la salvia.

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *