Frutti di bosco

frutti di bosco wLe proprietà dei frutti di bosco

Con l’espressione “frutti di bosco” si indicano tantissime specie di frutti, che crescono principalmente allo stato selvatico e trovano il loro habitat ideale nei terreni acidi del sottobosco, leggermente arieggiati e soleggiati. Individuare delle caratteristiche comuni a tutti i frutti di bosco non è poi così semplice, anche perché sono davvero tanti.

Tuttavia, un leitmotiv è certamente l’elevata concentrazione di acido ellagico, una sostanza antiossidante molto potente. Molto diffusa è la presenza delle antocianine, altre sostanze antiossidanti che, oltre ad agire in funzione anticancro, sono responsabile del colore rosso e violaceo che la maggior parte dei frutti di bosco vanta. In genere, poi, le concentrazioni di vitamine e sali minerali sono piuttosto buone. Il contenuto calorico, infine, è sempre abbastanza modesto.

Un focus sui quelli più apprezzati

Più che di varietà si dovrebbe parlare di specie vere e proprie, anche perché l’espressione “frutti di bosco” indica semplicemente una categoria. Ad ogni modo, ecco i frutti di bosco più diffusi e apprezzati.

  • Mora. Questo frutto non ha bisogno di presentazioni. Si presenta molto aromatico, profumato, dolce e acidulo allo stesso tempo. E’ un frutto che cresce principalmente “selvatico”.
  • Gelso. Versione addomesticata della mora, si caratterizza per un sapore più delicato e un po’ meno intenso.
  • Uva spina. Si presenta come una bacca di colore tendente al rosso scuro e al viola, con una buccia abbastanza liscia. Il sapore è spiccatamente dolce e quasi mai acidulo.
  • Mirtillo. Un altro frutto che non ha bisogno di particolari approfondimenti. Si caratterizza per il sapore spiccatamente acido e per una buccia liscia, tendente al rosso e al blu.
  • Lampone. Il sapore del lampone, come tutti sanno, è simile alla fragola ma meno acidulo. L’aspetto ricorda le more, pur essendo di colore rosso.

Come consumare e cucinare i frutti di bosco

Alcuni frutti di bosco sono adatti principalmente per il consumo a crudo, come l’uva spina, altri necessitano di trattamenti particolari. Per esempio, sia le more che i lamponi possono essere trasformati in confettura, che viene molto apprezzata sia per il consumo “normale” (spalmata sul pane) sia come ingredienti di dolci e crostate.

Altri frutti di bosco, invece, si prestano alla preparazione di succhi e centrifugati, come per esempio il mirtillo. In genere, però, tutti i frutti di bosco si caratterizzano per una certa versatilità, per quanto essa si esprima principalmente nella cucina dolciaria e quasi mai in quella salata.

Pandoro farcito

Pandoro farcito, una variante davvero gustosa

Pandoro farcito, una bomba di gusto Avete mai provato il pandoro farcito? E’ un dolce...

Kasha

Kasha, la zuppa dolce della tradizione russa

Dalla Russia una colazione nutriente con la Kasha La Kasha incarna pienamente lo spirito della...

tortino di piselli e mandorle

Tortino di piselli e mandorle e salsa ai frutti di...

Il tortino dolce di piselli e mandorle: incredibile! Il tortino dolce di farina di piselli e...

Stelle di sfoglia alla crema e frutti di bosco

Stelle di sfoglia con crema all’arancia e frutti di bosco

Una gioia per grandi e piccini: le stelle di sfoglia Le stelle sono tante, milioni di milioni…...

mousse ai frutti di bosco

Capodanno: deliziosa mousse ai frutti di bosco

Un dolce che piace: la mousse ai frutti di bosco Bello e colorato, al momento dell’assaggio la...

Bevanda ai frutti di bosco

Bevanda ai frutti di bosco, fa bene alla salute…

Bevanda ai frutti di bosco: tanto gusto e tante proprietà benefiche La bevanda ai frutti di bosco...

Zuppa di frutti rossi

Zuppa di frutti rossi con gelato alla vaniglia e menta

Oggi prepariamo la Zuppa di frutti rossi con gelato alla vaniglia e menta. Era quello che tutte le...

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti