bg header
logo_print

Bruschette di pane danese con cervo, un piatto scandinavo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Bruschette di pane danese con cervo
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Bruschette di pane danese con arrosto di cervo, una squisita variazione sul tema

Le bruschette di pane danese con arrosto di cervo sono una versione molto particolare delle classiche bruschette. Si distinguono per i forti richiami alla cucina scandinava. Il riferimento è alla carne di cervo, che in questa ricetta viene impanata e fritta. Stesso discorso per le bruschette, che sono formate da un tipo di pane danese.

Si tratta di un pane nero realizzato principalmente con la farina di segale e con lo yogurt. Si caratterizza per un sapore aromatico, delicato e rustico allo stesso tempo acidulo. E’ perfetto per essere farcito ma regala qualche soddisfazione anche se viene consumato da solo.

Il pane danese fa anche bene alla salute. Il suo indice glicemico è basso, dunque può essere consumato senza troppi problemi dai diabetici. Inoltre contiene poco glutine, quindi è da evitare per i celiaci, ma può essere consumato da chi manifesta solo una leggera sensibilità al glutine.

Preparare una bruschetta di pane danese con arrosto di cervo è molto semplice. Basta tostare il pane e aggiungere le fette di cervo (impanate e fritte), un po’ di cipolle a crudo, i frutti di bosco e la salsa di rafano.

Ricetta bruschette di pane danese

Preparazione bruschette di pane danese

  • Per preparare le bruschette di pane danese con arrosto di cervo iniziate dalle cipolle. Tagliate a fette sottili le cipolle, poi immergetele in acqua ghiacciata per renderle croccanti.
  • Tostate le fette di pane in padella fino a quando non saranno croccanti (potete utilizzare anche il tostapane o il forno).
  • Ora creare un mix con gli ingredienti della panatura e passateci dentro le fette di arrosto di cervo.
  • Friggete le fette di cervo panate in una padella antiaderente con il burro o con l’olio per circa 2-3 minuti per lato. Poi lasciate riposare le fette di cervo fritte sulla carta assorbente per qualche istante.
  • Ora trasferite le fette di cervo sulle bruschette e aggiungete i frutti di bosco.
  • Poi scolate le cipolle, asciugatele con un canovaccio e adagiatele sulla parte superiore delle bruschette.
  • Infine, condite con la salsa di rafano e servite.

Per le bruschette:

  • qualche fetta di pane danese,
  • q. b. di arrosto di cervo,
  • q. b. di frutti di bosco,
  • 1-2 cipolle grandi dolci,
  • q. b. di salsa al rafano,
  • q. b. di burro o olio di oliva

Per la panatura:

  • un cucchiaio di farina di riso,
  • un cucchiaio di sale e pepe,
  • 1 cucchiaio di aglio e cipolle in polvere,
  • 1 cucchiaio di paprika

Cosa sapere sulla carne di cervo

Un altro protagonista di queste bruschette di pane danese è il cervo. A tal proposito vi consiglio di utilizzare la carne per arrosto, che è in genere più morbida e meno ricca di grassi, nonché più ideale per la frittura. Per questa ricetta basta realizzare delle “cotolette” di cervo con una panatura a base di farina di riso, cipolle, aglio in polvere, paprika, sale e pepe.

La carne di cervo spicca per il suo sapore intenso, che sa di selvaggina. Nonostante ciò è un tipo di carne molto versatile e nutriente, che viene utilizzato in molte ricette.

Spicca anche per le proprietà nutrizionali, infatti l’apporto calorico è più vicino alle carni bianche che a quelle rosse, con le sue 110 kcal per etto. Il contenuto di proteine è eccellente, e lo stesso si può dire delle vitamine del gruppo B (utili al metabolismo energetico) e del ferro (essenziale per l’ossigenazione del sangue).

Una volta cotta, la carne di cervo è piuttosto morbida, in virtù di ciò viene spesso inserita in ricette complesse e ricche di ingredienti, come le insalate.

Quali cipolle utilizzare per le bruschette di pane danese

La lista degli ingredienti delle bruschette di pane danese comprende anche le cipolle. Per questa ricetta occorrono le cipolle dolci e grandi, da utilizzare a crudo dopo una breve fase di immersione in acqua ghiacciata per renderle più croccanti. Benché non siano esattamente scandinave, vi consiglio di utilizzare le cipolle rosse in quanto si abbinano al meglio con gli ingredienti di questa ricetta.

Le cipolle rosse piacciono per il loro sentore vagamente dolce ma allo stesso tempo aromatico. Non richiedono cottura, proprio per questo sono le più utilizzate nelle insalate, specie in quelle estive.

Le cipolle rosse spiccano anche per le loro proprietà nutrizionali. Presentano gli stessi oligoelementi delle altre varietà ma in compenso sono ricche di antocianine, che impattano sul colore ed esercitano un’ottima funzione antiossidante. In virtù di ciò aiutano a prevenire il cancro e a rallentano l’invecchiamento.

Le cipolle e la carne non sono gli unici condimenti di queste bruschette, infatti si utilizzano anche i frutti rossi: lamponi, fragole, mirtilli, ribes etc. Il loro ruolo è di conferire un tocco di colore alla ricetta e integrare l’elemento fruttato, che spezza il sapore troppo intenso delle bruschette.

Bruschette di pane danese con cervo

Come preparare la salsa di rafano per le bruschette di pane danese?

In una bruschetta di pane danese non può mancare l’elemento liquido o cremoso, in questo caso è rappresentato dalla salsa di rafano. Si tratta di una salsa particolare presente un po’ in tutta Europa e in Italia. Vi consiglio però di utilizzare la salsa di rafano scandinava. In primis perché è giusto rimanere in tema. In secondo luogo perché è semplicemente la più buona, in quanto è ricca di ingredienti dal sapore vario. Infatti, oltre al rafano troviamo lo zucchero, l’aceto bianco, lo zenzero e soprattutto la panna acida.

Preparare la salsa di rafano scandinava è molto semplice, basta integrare il rafano grattugiato nella panna acida per poi aggiungere lo zenzero, il pepe rosa e il cumino. Si completa poi con un po’ di zucchero e con l’aceto bianco, infine si lascia riposare la salsa in frigo per una buona mezz’ora.

Potete usare la salsa di rafano come meglio credete: come base o come condimento finale. Io consiglio di utilizzarla come condimento finale, magari realizzando delle decorazioni artistiche per dare un aspetto migliore al piatto.

FAQ sulle bruschette di pane

Come si condiscono le bruschette?

Le bruschette si possono condire come si preferisce, anche se nella loro versione base ospitano il pomodoro, l’olio extravergine di oliva e l’origano. In questo caso la bruschetta viene condita con arrosto di cervo a fette (panato e fritto), cipolle croccanti, frutti di bosco e salsa di rafano.

Cosa bere con le bruschette?

In genere con le bruschette si beve la birra o un vino rosso ben strutturato. Queste bruschette sono a tema nordico, dunque consiglio le birre danesi, che in genere sono nere o doppio malto.

Perché la bruschetta si chiama così?

Il termine bruschetta deriva dall’aggettivo “bruscato”, che nei dialetti dell’Italia centrale indica la tostatura riferita al pane.

Quante calorie ha una bruschetta?

La bruschetta di pane danese si attesta sulle 200-300 kcal. Infatti, pur essendo molto condita, non contempla ingredienti molto calorici.

Ricette di bruschette ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tortini di broccoli e patate

Tortini di broccoli e patate, un antipasto per...

I celiaci e gli intolleranti al lattosio possono mangiare questi tortini di broccoli e patate? Chi soffre di celiachia non può mangiare questo tortino di broccoli e patate, in quanto l’impasto...

Involtini di zucchine gialle

Involtini di zucchine gialle, dei rotolini davvero deliziosi

Involtini di zucchine gialle: al forno o in padella? Gli involtini di zucchine gialle, come quelli di carne, si possono cuocere in padella. Questo metodo, sebbene tradizionale, tende ad essere più...

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano, la tradizione pasquale che profuma di...

Origini e significato del casatiello napoletano Il casatiello napoletano è un tipico piatto pasquale della tradizione culinaria napoletana. Le sue origini risalgono al periodo dell'antica Roma,...