bg header
logo_print

Crumble al cacao con frutta fresca, un dolce golosissimo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crumble al cacao con frutta fresca
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Crumble al cacao con frutta fresca, una delizia senza glutine e senza lattosio

Oggi vi presento il crumble al cacao con frutta fresca, una variante del celebre dolce inglese che vi sorprenderà per il gusto e per la facilità di preparazione.

Il crumble classico è realizzato con la farina, il burro, lo zucchero e la frutta. E’ un dolce particolare in quanto sembra essere composto al contrario: la parte morbida funge da base, mentre la parte croccante funge da guarnizione. Quest’ultima è frutto dell’unione di farina, burro e zucchero, che compongono una miscela sbriciolosa e sabbiosa. La cottura avviene in forno a 180 gradi per una buona mezz’ora.

La versione che cuciniamo oggi rispetta lo spirito originario, ma si differenzia per due elementi. In primo luogo la copertura vanta il contributo del cacao, che dona colore e gusto alla preparazione. Secondariamente la farina usata non è la farina doppio zero, ma quella di riso. In questo modo il crumble assume note più delicate e può essere consumato anche dai celiaci, in quanto è senza glutine. Stesso discorso per gli intolleranti al lattosio, che possono andare sul sicuro grazie all’utilizzo del burro chiarificato.

Ricetta crumble al cacao

Preparazione crumble al cacao

  • Per preparare il crumble al cacao con frutta fresca iniziate dalla base. Pelate la frutta e tagliatela a pezzettini di forme e dimensioni uguali.
  • In una ciotola versate la frutta, lo zucchero, il succo di limone, la cannella, uno o due cucchiai di amido di mais o di fecola di patate. Poi mescolate tutto con cura.
  • In una ciotola a parte versate la farina di riso, il cacao in polvere, lo zucchero e il sale.
  • Aggiungete a questa ciotola i cubetti di burro freddo e lavorate il tutto fino a ricavare un crumble dalla consistenza sabbiosa e sbriciolosa.
  • In una teglia da forno distribuite il composto alla frutta e disponete sopra il crumble, assicurandovi di coprire tutta la frutta.
  • Cuocete al forno già caldo per 30-35 minuti a 180 gradi. La parte superiore deve acquisire una tonalità leggermente dorata mentre la base deve sfrigolare leggermente.
  • Poi lasciate intiepidire per qualche minuto e servite.

Per il crumble:

  • 125 gr. di farina di riso,
  • 100 gr. di zucchero semolato,
  • 130 gr. di burro chiarificato tagliato a cubetti,
  • un pizzico di sale

Per la base:

  • q. b. di frutta di tua scelta (mele pere ciliegie fragole o lamponi),
  • q. b. di zucchero (la quantità dipende dalla dolcezza della frutta),
  • un pizzico di cannella,
  • q.b. di succo di limone (poco),
  • 1-2 cucchiai di amido di mais o fecola di patate

Quale frutta utilizzare nel crumble al cacao?

Il crumble al cacao con frutta fresca è una ricetta versatile che si presta alla personalizzazione e alla creatività. In particolare avete ampio spazio sulla scelta della frutta, infatti le soluzioni sono davvero numerose.

Se volete conferire al dolce un colore vivace tendente al rosso, optate per le fragole e per i lamponi, che trasmettono un sentore gradevolmente acidulo tipico dei frutti di bosco. Invece, se desiderate una tonalità più scura e profonda, e allo stesso tempo ricercate la massima dolcezza, optate per le ciliegie. Infine, se desiderate per il vostro crumble un mix di dolcezza e acidità, utilizzate le pere e le mele.

In ogni caso la frutta andrà tagliata in pezzi di uguali dimensioni e impreziosita con alcuni ingredienti: lo zucchero (dosato in base alla dolcezza garantita dalla frutta), la cannella con il suo inconfondibile aroma e il succo di limone con il suo potere riequilibrante.

Il contributo del cacao in un crumble davvero speciale

Il vero protagonista della ricetta del nostro crumble è il cacao, che rappresenta un elemento di rottura rispetto ai crumble classici. Il cacao colora la copertura di una bella tonalità marrone, inoltre conferisce note molto aromatiche senza coprire gli altri ingredienti. Il cacao in polvere va mescolato con la farina, lo zucchero e un pizzichino di sale, in modo da formare il classico composto irregolare e sabbioso.

Attorno al cacao gravitano alcuni pregiudizi, per esempio quello secondo cui sarebbe grasso e calorico. Certo i grassi non mancano, ma l’apporto calorico è minimo: 200 kcal per 100 grammi. Considerando che per un’intera teglia sono sufficienti 60 grammi di zucchero, si comprende quanto siano limitate le calorie sulla linea.

Crumble al cacao con frutta fresca

Il cacao, inoltre, fa abbastanza bene alla salute. E’ ricco di sali minerali e vitamine (come la vitamina E). Inoltre contiene molti antiossidanti, sostanze che abbattono il rischio di cancro e rallentano l’invecchiamento. Il cacao, così come il cioccolato, fa anche bene all’umore, anzi secondo recenti studi scientifici agisce come blando antidepressivo.

Le tante varianti del crumble

Le varianti dei crumble sono tantissime, infondo stiamo parlando di un dolce popolare pensato per utilizzare gli ingredienti che si hanno a disposizione, senza stare troppo a guardare la ricetta. E’ un dolce inventato durante la seconda guerra mondiale per far fronte alla carenza di cibo, quando la creatività era una necessità.

Ad ogni modo le varianti differiscono sia per la copertura che per la base. La copertura può essere alleggerita rinunciando al burro, al suo posto possiamo trovare il miele o addirittura l’olio extravergine di oliva. Il crumble può essere arricchito anche con alcuni ingredienti a base di frutta secca o cioccolato. Si ottiene così un crumble al cioccolato incredibilmente gustoso e persino bello grazie alla sua varietà cromatica.

La variante più famosa è il crumble salato. In questo caso la copertura è realizzata con la farina, con il burro e con un formaggio stagionato grattugiato (in genere il cheddar, il Grana o il Parmigiano Reggiano). La base è invece realizzata con le verdure saltate in padella e più raramente con del bacon a cubetti. Anche in questo caso si contano tante varianti, ciascuna delle quali introduce nuovi ingredienti, siano essi vegetali o di origine animale.

FAQ sul crumble al cacao

Che dolce è il crumble?

Il crumble è un dolce particolare in quanto sembra essere fatto al contrario. Lo strato più morbido è in genere realizzato con la frutta e funge da base anziché da guarnizione, mentre l’elemento cerealicolo funge da copertura anziché da base. La copertura, inoltre, è realizzata con un composto molto irregolare e sbricioloso a base di farina e burro.

Come si cuoce il crumble?

Il crumble si cuoce al forno per 30-35 minuti. La copertura in farina e burro deve acquisire stabilità pur conservando la sua grana particolare.

Dove conservare il crumble?

Il crumble va conservato in frigorifero per un paio di giorni. Questa accortezza è necessaria in virtù della presenza della frutta, che a temperatura ambiente andrebbe a male velocemente.

Come sostituire il burro nel crumble?

Il burro nel crumble può essere sostituito con il miele o con l’olio extravergine di oliva, che garantiscono una stabilità e una grana sbriciolosa in egual misura.

Ricette di crumble ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...