bg header
logo_print

Strudel con frutti di bosco, una variante da gustare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Strudel con frutti di bosco
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (10 Recensioni)

Strudel con frutti di bosco e mela per una merenda perfetta

Lo strudel con frutti di bosco e mela è una variante del classico strudel, un dolce molto usato dalle nostre parti e preparato spesso tra Germania, Austria, Ungheria e Alto Adige. La versione originale prevede l’impiego di mele, pinoli, uvetta e cannella. La variante che vi propongo qui è più semplice ed ancora più buona. È infatti realizzata con la mela, la cannella e con i frutti di bosco, che sostituiscono l’uvetta e i pinoli. Proprio per questa scelta questo strudel con i frutti di bosco è in genere più apprezzato dello strudel originale, visto che l’uvetta e i pinoli ad alcuni non piacciono.

La ricetta è molto semplice, come da tradizione. Tuttavia gli ingredienti del ripieno vanno trattati prima di essere usati. Per esempio, i frutti di bosco devono essere mescolati con lo zucchero e lasciati a riposo per qualche minuto. La mela, invece, deve essere mescolata con la cannella, lo zucchero e un po’ di succo di limone. Quest’ultimo è importante non solo per l’equilibrio tra i sapori ma soprattutto per impedire che la mela si annerisca.

Ricetta strudel con frutti di bosco

Preparazione strudel con frutti di bosco

Per preparare lo strudel con frutti di bosco e mela dovrete preriscaldare il forno a 200 gradi. Dopodiché passate agli ingredienti. Mondate i frutti di bosco, lavateli e versateli in una ciotola.

Aggiungete un cucchiaino di zucchero e mescolate. Poi sbucciate la mela, detorsolatela e fatela a cubetti. Versate in un’altra ciotola la mela e aggiungete la cannella, pochissimo succo di limone (basta un goccio) e un cucchiaino di zucchero.

Su una teglia stendete la pasta sfoglia senza rimuovere la carta forno. Date una pennellata con il burro sciolto e una bella spolverata di pangrattato.

Poi distribuite uno strato di frutti di bosco e uno di mela (ben scolata). Arrotolate la pasta dal lato corto e sigillatela con cura esercitando pressione con le dita. Date una spennellata con il burro fuso e applicate obliqui dei tagli superficiali.

Ora cuocete al forno per 30 minuti circa. Termina la cottura lasciate raffreddare lo strudel, guarnitelo con lo zucchero a velo e affettatelo prima di servirlo.

Ingredienti strudel con frutti di bosco

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare consentita
  • 1 mela
  • 150 gr. di frutti di bosco misti
  • un cucchiaino di cannella in polvere
  • succo di un limone
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaio di pangrattato consentito
  • q. b. di burro chiarificato e zucchero a velo.

Una ricetta per i celiaci?

La ricetta dello strudel con i frutti di bosco è sicura per i celiaci? Questa preparazione può essere adatta ai celiaci in base alla scelta degli ingredienti. Per la precisione occorre usare una pasta sfoglia realizzata con farine gluten-free. A tal proposito potete optare per una sfoglia realizzata con un mix di farina di riso e farina di mais, che sono l’alternativa più fedele alle farine comuni. In commercio si trovano anche varianti realizzate con farine più esotiche e magari più rustiche.

Cosa dire sulle altre forme di intolleranza? Chi soffre di intolleranza al lattosio può consumare senza alcun timore questo strudel, del resto non contiene né latte né derivati del latte. Semaforo rosso invece per gli intolleranti al nichel. La mela e i frutti di bosco non contengono la sostanza incriminata, ma la cannella contiene nichel in quantità notevoli. Potreste semplicemente evitare di inserirla, ma il risultato finale cambierà radicalmente.

Quali spezie usare per lo strudel con frutti di bosco?

Ho già introdotto la spezia principale di questo strudel con frutti di bosco e mela, ossia la cannella. Si tratta di una spezia preziosa, che non a caso viene inserita in molte ricette dolciarie. Infatti non si limita ad insaporire, ma dolcifica allo stesso tempo. Inoltre si presta ad ingredienti che sono dolci e un po’ aciduli, proprio come le mele. La cannella fa anche bene alla salute. È infatti ricca di antiossidanti, sali minerali e vitamine, inoltre esercita una funzione antibatterica e antinfiammatoria. Ovviamente non esagerate con le quantità in quanto potreste coprire il sapore delle mele.

Strudel con frutti di bosco

E se la cannella non piace? È possibile sostituirla in qualche modo? Ovviamente sì, magari con un buon mix fatto di noce moscata e pimento, oppure dal cardamomo e dai chiodi di garofano. Purtroppo anche queste spezie contengono il nichel, dunque il consumo è precluso a chi soffre di intolleranza o allergia a questa sostanza.

Quali mele utilizzare nello strudel con frutti di bosco?

Il sapore delle mele emerge chiaramente in questo strudel, ma quale tipo di mele è bene utilizzare? Il consiglio è di utilizzare delle mele dal sapore acidulo e magari aromatico, in modo da creare un bel contrasto con i sentori dolciastri della cannella. Per quanto concerne la texture, consiglio delle mele dalla polpa consistenza, croccante o magari pastosa. In particolare due mele rispondono a questo identikit: la renetta e la golden. Ovviamente in merito avete ampio margine di discrezione, quindi scegliete la mela che preferite.

Le mele, a prescindere dalla varietà, sono dei frutti benefici. A fronte di un apporto calorico equilibrato (50 kcal per 100 grammi), sono ricche di vitamina C, vitamina A e sali minerali. Contengono soprattutto la quercetina e la pectina. La prima è un antiossidante che ha dimostrato di proteggere dalle infezioni virali. La seconda è un carboidrato complesso che fa bene all’apparato digerente e rallenta l’assorbimento degli zuccheri, dettaglio non di poco conto per chi soffre di diabete. I frutti di bosco vantano uno spessore nutrizionale simile, ma hanno una certa abbondanza di luteina e licopene, degli antiossidanti responsabili del colore con un’ottima azione antitumorale. A tal proposito vi consiglio di abbondare, utilizzando more, mirtilli, lamponi e perché no fragole.

Ricette di strudel ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (10 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...