Tortino di piselli e mandorle e salsa ai frutti di bosco

tortino di piselli e mandorle
Commenti: 0 - Stampa

Il tortino dolce di piselli e mandorle: incredibile!

Il tortino dolce di farina di piselli e mandorle è un modo davvero ricercato per espandere la nostra conoscenza sui dessert. In realtà si tratta di un dolcetto semplice che possiamo mangiare a merenda, a colazione o alla fine dei pasti con la famiglia. Ma di certo è un’alternativa deliziosa ai soliti tortini industriali e include un ingrediente d’eccezione: i piselli. Utilizzeremo quest‘alimento sia nella sua versione fresca che sotto forma di farina, per evitare i rischi causati dal glutine.

Se cercate una farina di piselli di qualità, vi potrete scegliere quella de La Veronese. Si tratta di un prodotto eccellente, ad alto contenuto di fibre e proteine, che può essere utilizzato per creare pietanze salate, come pane, focacce o pizze, ma anche per piatti dolci come nel caso dei nostri tortini. La marca, infatti, garantisce farine completamente libere dal glutine e di alta qualità. Un altro alleato della nostra dieta!

I piselli, un legume molto versatile

La farina di piselli è immediatamente riconoscibile grazie al suo colore verde chiaro. Proviene dalla macinazione dei piselli secchi e vi aiuterà a creare tantissime ricette, basta lasciar volare la creatività. Perché scegliere questa farina? I motivi sono tanti. Oltre ad essere naturalmente priva di glutine, infatti, è ricca di fibre e di proteine, aiutando il transito intestinale e a calmare il senso di fame. In più, contengono la luteina, una sostanza indispensabile per la salute dei nostri occhi, grazie alla sua azione di antiossidante.

tortino di piselli e mandorle

Nel nostro tortino dolce di farina di piselli e mandorle con salsa ai frutti di bosco utilizzeremo i piselli freschi che permetteranno di dare un tocco dolce a questo dessert in maniera sana e naturale. Non dimenticate che questo ingrediente è molto più digeribile rispetto alla maggior parte degli altri legumi, in modo tale da poter essere consumato con più tranquillità. In più, i piselli contengono una grande quantità di vitamine, come la A, la B e la C, ma anche sali minerali, come il fosforo e il ferro.

I piselli sono, insieme alle lenticchie, i legumi di cui si hanno notizie pili antiche: oltre che negli scavi di Halicat in Turchia (5500 a. C.) sono stati ritrovati nelle tombe dei Faraoni e nelle rovine di Troia. Erano anche alimenti familiari nel- 1′ antica Roma, nonostante non fossero tenuti in gran conto.

I piselli secchi sono disponibili nelle varietà lisce o rugose, gialle o verdi (quest’ultime più frequenti in Italia), e si trovano in commercio interi o sgusciati e spezzati. Il loro consumo nel nostro Paese è piuttosto limitato (come purè), mentre è più diffuso nei Paesi anglosassoni (come zuppa, pudding) e ancora di più in India.

Il consumo maggiore di piselli si ha sotto forma di semi allo stato immaturo, freschi o surgelati, un tipo di alimento che, per la sua composizione (elevato contenuto in acqua), rientra nel gruppo degli ortaggi.

La grande varietà dei frutti di bosco

Come saprete, sul sito di Nonna Paperina, ci sono tantissime ricette a base di frutti di bosco perché sono degli ingredienti dal sapore delizioso e dalle tante proprietà utili per il nostro benessere. Qualche esempio? I cestini di fonio con ricotta e frutti di bosco o l’acqua aromatizzata ai frutti di bosco e limone. Nella ricetta del tortino dolce di farina di piselli e mandorle, inoltre, vi consiglio di aggiungere anche una salsa a base di frutti di bosco per aggiungere un tocco acidulo e delizioso.

Con il termine “frutti di bosco” ci riferiamo a quella serie di frutti (ad esempio lamponi, fragoline di bosco, mirtilli, ecc.) che si possono trovare nello stesso habitat. Sono conosciutissimi per il loro sapore incredibile ma anche perché sono ricchissimi di vitamine che svolgono un’ azione antiossidante incredibile, aiutando a rallentare l’invecchiamento cutaneo. Cercate di consumare spesso questa frutta speciale per i vostri spuntini e farete il pieno di vitamine e di sali minerali!

La ricetta è gentilmente offerta da Lorena, la moglie del nostro chef Danilo Angè! Grazie

Ed ecco la ricetta del tortino dolce di piselli e mandorle

Ingredienti per 8/10 tortini:

  • 300 gr. di piselli sgusciati
  • 110 gr. di burro chiarificato
  • 200 gr. di zucchero
  • 5 uova
  • 200 gr. di mandorle tritate
  • 150 gr. di farina di piselli La Veronese
  • una bustina di lievito in polvere

Per la salsa:

  • 300 gr. di frutti di bosco
  • 130 gr. di zucchero
  • 1 mazzetto di menta

Preparazione

Cuocete i piselli in acqua salata, raffreddateli in acqua e ghiaccio, frullateli al mixer e passateli al setaccio.

In una terrina lavorate il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero; aggiungete i tuorli, uno alla volta, la purea di piselli, le mandorle tritate, la farina setacciata insieme al lievito; infine incorporate gli albumi montati a neve.

Versate il composto in stampini monoporzione precedentemente imburrati e infarinati e cuocete in forno a 165°C per circa 40 minuti.

Cuocete i frutti di bosco per circa 10 minuti in una casseruola con lo zucchero, frullateli al mixer con la menta e passateli al setaccio.

Servite i tortini con la salsa di frutti di bosco e menta.

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con La Veronese

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostata con anguria gialla

Crostata con anguria gialla, un tripudio di colori

Crostata con anguria gialla, un dolce delizioso a base di frutta Con tutta probabilità la crostata con anguria gialla è la crostata più “colorata” che possiate mai preparare. Si presenta...

Sorbetto alla camomilla

Sorbetto alla camomilla, un dessert rilassante

Sorbetto alla camomilla, un’idea davvero unica Il sorbetto alla camomilla è un’idea particolare per valorizzare il momento del fine pasto, o anche solo per una merenda in grado di allietare e...

Hawaiian Guava Cake

Hawaiian Guava Cake, un dolce dal sapore esotico

Hawaiian Guava Cake, un dolce tra sperimentazione e tradizione L’Hawaiian Guava Cake è l'ideale per stupire i propri invitati con una torta che, pur conservando caratteristiche della pasticceria...

Gelato di pesche e zafferano

Gelato di pesche e zafferano, un dessert speziato

Cosa ha di speciale il gelato di pesche e zafferano? Il gelato di pesche e zafferano con riso al salto vanigliato è un dessert molto particolare, che si distingue per una certa versatilità....

Torta Raffaello

Le migliori ricette senza glutine, ottimi piatti glutenfree

Un approfondimento sulla cucina gluten-free Le ricette senza glutine sono un mondo tutto da scoprire, adatte a chi ha ricevuto una diagnosi di celiachia da poco, e deve modificare in modo permanente...

Gelato di caju

Gelato di caju, una merenda dal gusto tropicale

Gelato di caju, un’esperienza insolita e gustosa Il gelato di caju è un gelato molto particolare. In primis, perché viene principalmente fatto in casa. D’altronde, nessuna gelateria ha ancora...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


02-08-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti