Ravanelli

I ravanelli, un pieno di vitamine

I ravanelli sono ortaggi sottovalutati in Italia, dove si consumano quasi esclusivamente a crudo, anziché essere integrati in ricette più o meno complesse. Altrove, soprattutto nel nord Europa, sono molto più valorizzati. Ad ogni modo, del ravanello si consuma principalmente la radice, che a secondo dal grado di maturazione può essere tenera e dolce, piuttosto che coriacea e gradevolmente amarognola. Le foglie sono spesso utilizzate a scopo decorativo, in quanto sono gradevoli alIa vista. I ravanelli si raccolgono in tarda primavera-estate, sebbene la coltura in serra li abbia resi disponibili tutto l’anno.

Per quanto riguarda le proprietà nutrizionali, i ravanelli abbondano di vitamine e sali minerali. In particolare contengono le vitamine del gruppo B, la vitamina C, ottime quantità di potassio ma anche di calcio e di ferro. Molto presente è anche l’acido folico. I ravanelli sono considerati anche ortaggi “curativi”, e infatti contribuiscono ad alleviare i sintomi della tosse. Sono inoltre anche moderatamente antibatterici e antinfiammatori.

Le numerose varietà di ravanelli

Le varietà di ravanelli sono numerose, in genere si distinguono per la durata del ciclo, e quindi per il grado di maturazione. Ecco a voi una rapida panoramica.

  • A ciclo breve. Si raccolgono già dopo 3 settimane dalla semina e si caratterizzano per una spiccata croccantezza e per un sapore gradevolmente corposo, a tratti amarognolo.
  • Il ciclo è lungo e dura circa 6 mesi. Sono molto teneri e dolci.
  • Invernali. Il ciclo è più lungo e può durare 3 mesi. Sono di dimensioni considerevoli, mediamente croccanti e dolci.

Un ortaggio molto versatile in cucina

Il ravanello è un ortaggio molto versatile. In Italia si consumano crudi, soprattutto le varietà estive, o condite leggermente con un po’ di pinzimonio. In genere non sono considerati come un ingrediente particolarmente prezioso in cucina. Tuttavia i ravanelli si prestano a molte preparazioni, di tutti i tipi. Qui sotto, per esempio, trovate una selezione di ricette valorizzate dalla presenza da questo ortaggio.

Trovate certamente deliziosi antipasti, anche molto creativi in quanto frutto di abbinamenti particolari (ad esempio con la mortadella). Trovate anche una certa varietà di insalate con abbinamenti “curiosi”. Molto interessanti, poi, sono le tartare, che vedono nel ravanello un ortaggio in grado di equilibrare il sapore intenso della carne marinata. E che dire dei secondi di pesce (in particolare azzurro) valorizzati da un delizioso letto di ravanelli e altre verdure? Insomma, avete solo l’imbarazzo della scelta!


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti