Profumi d’estate con la tartare di verdure ed avocado

tartare di verdure ed avocado
Commenti: 0 - Stampa

Freschezza e gusto con la tartare di verdure ed avocado

La tartare di verdure ed avocado è sostanzialmente composta da verdure e frutta tagliate a dadini e proposte a crudo. Il mix di sapori che si ottiene è croccante, fresco e variegato. Ad unire il tutto, dell’ottimo olio extravergine d’oliva ed un aromatico succo di limone.

Potrete scegliere questa tartare veg per completare un antipasto, come secondo o come piatto unico per restare leggeri. Sicuramente la natura del piatto e gli ingredienti selezionati, si prestano bene alla stagione estiva, proprio perché evitano un pasto caldo e rinfrescano il palato. Volendo gustare questa dadolata anche in ufficio, potrete semplicemente versarla in un contenitore ermetico e portarla con voi, pronta al consumo.

La decorazione che vi conviene mangiare

In cima a questa tartare di verdure ed avocado, assolutamente veg, abbiamo deciso di porre dei rapanelli ritagliati. La scelta non è solo di natura estetica, nulla può essere lasciato al caso nei nostri piatti! I rapanelli offrono il loro contributo nutrizionale a questa pietanza, con un significativo apporto per la salute di fegato e reni ed in generale per il rilassamento di mente e corpo. In Italia il consumo di rapanelli è piuttosto limitato. Usati per lo più crudi, come ingrediente delle insalate o da sgranocchiare, i rapanelli vengono trascurati nelle ricette che li vedono cotti. Nelle altre nazioni, al contrario, non è raro l’uso del rapanello cotto, in ricette che lo riguardano anche come protagonista.

tartare di verdure ed avocado

I rapanelli sono composti per lo più di acqua ma sono ricchissimi di elementi nutritivi in poche calorie. Questi ortaggi contengono fosforo, ferro, calcio, vitamine ed acido folico. Sin dai tempi più antichi, il rapanello veniva consumato per la sua capacità di conciliare un senso di rilassamento, il sonno e la distensione muscolare. Utilizzato sotto forma di decotto o infusi, il rapanello è un ottimo sedativo per la tosse e le infezioni tipiche delle vie respiratorie. Sono attestati antichi usi del rapanello anche per contrastare la febbre ed i sintomi influenzali. Un vero toccasana dunque, racchiuso in un piccolo bulbo colorato di rosso.

L’avocado: un frutto che arriva direttamente dall’America

Il frutto dell’avocado, ingrediente essenziale della nostra tartare di verdure ed avocado, è ricchissimo di potassio, calcio e fibre. Tra i vantaggi principali del consumo d’avocado c’è la capacità di contrastare diabetecolesterolo “cattivo”. Questo frutto è inoltre portatore di moltissime vitamine ed in grado di riequilibrare l’intestino e contrastare la dissenteria.

Ed ecco la ricetta della tartare di verdure ed avocado:

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 zucchine
  • 2 carote e 2 gambi di sedano
  • 4 rapanelli
  • 1 avocado
  • 3 cucchiai d’ olio extravergine d’oliva
  • 4 pomodori datterini
  • il succo di 1 limone
  • 2 cm di radice di zenzero fresco grattugiato
  • q. b. di sale
  • q. b. di pepe

Preparazione:

Lavate le carote, il sedano e le zucchine e tagliatele e quadratini. Condite le verdure con olio, zenzero grattugiato, sale e pepe. Tagliate a metà l’avocado, sezionandolo lungo la sua lunghezza con un coltellino e ruotate le due metà in un senso l’uno opposto all’altro per estrarre agevolmente il nocciolo del frutto. Tagliate la polpa d’avocado a dadini e versatevi sopra il succo di un limone. Unite poi l’avocato alle altre verdure già tagliate, mescolando il tutto con attenzione.

Utilizzate un coppa-pasta per impiattare le verdure a forma di piccola torretta. Premendo con le dita, aiutatevi a compattare la tartare dentro il coppa-pasta. Rimuovete lo strumento coppa-pasta (di circa 10 cm di diametro) e riempite il piatto con i pomodori datterini tagliati a 4 ed un rapanello inciso, come decorazione. L’operazione va ripetuta per altre 3 volte, a completamento delle quattro porzioni.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Polenta fritta

Polenta fritta, un eccellente piatto di recupero

Polenta fritta, un’idea semplice da fast food La polenta fritta è uno splendido esempio di cucina di recupero, infatti si prepara con gli avanzi della polenta, che vanno tagliati a fette o a...

Camembert al forno con timo e miele

Camembert al forno con timo e miele, ricetta...

Camembert al forno con timo e miele, un gradevole mix di sapori Il camembert al forno con timo, miele e noci è una ricetta della tradizione francese, nonché un’ottima idea per valorizzare uno...

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


24-07-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti