bg header
logo_print

Peperoni ripieni di riso e verdure: un piatto buonissimo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

peperoni ripieni con riso freddo alle verdure
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Peperoni ripieni di riso e verdure: una ricetta ricca e molto versatile

I peperoni ripieni con riso freddo alle verdure si presentano come un pasto ricco, gustoso e molto versatile, in quanto è possibile prepararlo sia a pranzo che a cena, e come piatto unico o contorno, in variante sia calda che fredda. È una ricetta semplice e, nel contempo, facile da preparare e ideale per stupire gli ospiti con qualcosa di delizioso e innovativo.

La preparazione di questo piatto non richiede uno sforzo particolare: ci vorrà poco tempo e ingredienti genuini e scelti con cura. Scopriamo insieme le caratteristiche di alcuni degli ingredienti di questa favolosa ricetta, i loro valori nutrizionali e qualche interessante informazione in più.

Ricetta peperoni ripieni di riso

Preparazione peperoni ripieni di riso

  • Mettete le lenticchie in un colino, sciacquatele sotto l’acqua corrente, poi mettetele in una pentola con l’acqua che già bolle.
  • Fatele cuocere per circa un’ora, poi scolatele e fatele raffreddare.
  • Lavate e mondate le zucchine, poi tagliatele a piccoli tocchetti, mettetele nel cestello della vaporiera (se non l’avete mettetele in un cestello che appoggiate sopra una pentola riempita per 2/3 di acqua)  e fatele cuocere per circa 12 minuti ( devono rimanere ancora leggermente croccanti ).
  • Sbucciate la pannocchia, eliminando anche i caratteristici fili. Risciacquatela sotto l’acqua fredda, eliminate le eventuali parti scure o danneggiate, tagliatela a metà e mettetela a cuocere a vapore per una decina di minuti, poi fatela raffreddare e sgranatela.
  • Lavate i peperoni sotto l’acqua corrente poi fateli cuocere al vapore per circa 25 minuti. Una volta cotti spellateli, puliteli e divideteli a metà.
  • Mettete le uova in un pentolino coprendole bene con l’acqua fredda e un pizzico di sale. Dal momento in cui l’acqua comincia a bollire contate 7 minuti.
  • Trascorso il tempo indicato scolate le uova e mettetele subito sotto l’acqua fredda per fermare la cottura. Per sgusciarle schiacciatele contro una superficie pulita e piatta e fatele  rotolare delicatamente con una mano per rompere il guscio, poi sciacquatele sotto l’acqua fredda per eliminare la membrana e i piccoli frammenti che restano attaccati.
  • Sciacquate i ravanelli sotto l’acqua corrente ed eliminate tutte le tracce di terra, poi aiutandovi con un coltello eliminate la punta e le foglie aiutandoci con un coltello o una forbice. Quindi metteteli in una ciotolina con l’acqua molto fredda così da renderlo più croccante al momento di utilizzarlo.
  • In una pentola con acqua bollente salata fate cuocere il riso per 15-16 minuti, scolatelo ancora al dente e sciacquatelo sotto l’acqua fredda per fermare la cottura.
  • Mettete il riso in una ciotola, aggiungete le lenticchie, le zucchine e i chicchi di mais.
  • Con un foglio di carta assorbente foglio di carta assorbente asciugate i ravanelli e tagliateli a fettine piuttosto sottili e metteteli nella ciotola con il riso e le verdure.
  • Spremete il limone, filtrate il succo e versatelo in una ciotolina; aggiungete un pizzico di sale e una macinata di pepe, quindi mescolate il tutto.
  • Sempre miscelando, versate l’olio a filo per farlo incorporare completamente, e continuate fino a che la citronette non sarà opaca e leggermente.
  • Con una parte di citronette condite il riso con le verdure.
  • Su di un piatto da portata mettete le falde di peperone, riempitele con il composto di verdure e riso, aggiungete qualche fettina di uovo sodo e versate la restate citronette.
  • Decorateli con qualche fogliolina di basilico e teneteli in frigorifero fino al momento di metterli in tavola.

Ingredienti peperoni ripieni di riso

  • 200 gr. di riso Carnaroli
  • 1 peperone rosso e uno giallo
  • 2 zucchine
  • qualche ravanello
  • 50 gr. di lenticchie
  • 1 pannocchia di mais
  • 2 uova
  • qualche foglia di basilico
  • 1 limone bio
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e pepe

Un piatto estivo, ricca di gusto e di nutrimento

Peperoni ripieni con riso freddo alle verdure, una ricetta coloratissima e armoniosa.Il sapore dolciastro del peperone si sposa benissimo con il gusto brioso delle verdure fresche, donando consistenza aromatica al riso. Tuttavia, dato che il sapore possiamo immaginarcelo sapendo in anticipo che si tratta di un alimento capace di conquistare tutti, dobbiamo considerare anche le altre peculiarità di questa ricetta. Infatti, a questo proposito è utile sapere che i peperoni contengono elevati livelli di vitamina C, potassio, ferro, calcio e magnesio. Sono composti in prevalenza da acqua e fibre.

Queste caratteristiche rendono ogni piatto di peperoni ripieni con riso freddo alle verdure capace in particolare di rinforzare il sistema immunitario, di promuovere la salute della pelle e delle ossa, di contrastare l’anemia e di tenere sotto controllo la pressione sanguigna, offrendo al corpo persino dei validi effetti antiossidanti, idratanti, energizzanti e rimineralizzanti. Pertanto, è evidente che i molteplici benefici comportati dal consumo di questo ortaggio ci regalano un generale benessere e tanta salute.

Per quanto riguarda il riso, dovreste ricordare che si tratta di un cereale povero di grassi considerato un alimento completo in quanto contiene proteine, carboidrati, ferro, calcio, acqua, vitamina B1, vitamina B2 e molto altro. È necessario considerare anche che 100 gr di riso forniscono 300 kilocalorie e che si tratta di un pasto altamente digeribile. Il tutto si unisce perfettamente al ripieno di verdure ricche di minerali, antiossidanti e vitamine, che conferirà al piatto un ancor più elevato valore nutrizionale e tante proprietà in più.

I colori della ricetta dei peperoni ripieni con riso freddo alle verdure

Oltre ai colori delle verdure, non dimenticate che potrete personalizzare la ricetta scegliendo il colore del peperone in base ai vostri gusti. Lo stesso vale per la tipologia di riso, ma anche per gli altri ingredienti che, oltre a donare gusto e una piacevole idea di freschezza, leggerezza e d’estate, possono lasciar spazio alla personalizzazione, dandovi modo di aggiungere o sostituire qualche alimento in base alle vostre preferenze.

Insomma, siete pronti per preparare i peperoni ripieni con riso freddo alle verdure?  Vi assicuro che cimentandovi nella preparazione di questa fantastica ricetta, scoprirete una vera e propria esplosione di bontà e anche il vostro organismo vi ringrazierà! Questa pietanza conquisterà anche i bambini e potrà rendere più speciali tante delle vostre serate estive.

Perché ho scelto la cottura al vapore per i peperoni ripieni di riso?

In genere i peperoni ripieni di riso vengono cotti al forno, un metodo classico delle cucine dell’Italia meridionale. I peperoni ripieni che vi presento qui sono invece diversi, ossia più leggeri grazie a soluzioni interessanti e facili da implementare. I peperoni ripieni che vi presento in questa ricetta vengono infatti cotti al vapore.

Sto parlando di un metodo che può regalare tanto, in quanto preserva il sapore degli ingredienti che non vengono a contatto né con grassi aggiunti né con l’acqua. Cuocere al vapore è semplice anche se non si dispone di una vaporiera. E’ sufficiente utilizzare una scodella forata e porla al di sopra di una pentola in cui bolle l’acqua. Per i peperoni dovrebbe bastare una mezz’ora scarsa. Al termine della cottura vengono spellati e preparati alla farcitura.

Quale tipo di riso utilizzare nei peperoni ripieni?

Uno degli errori più ricorrenti per chi si approccia per le prime volte alle preparazioni a base di riso, è pensare che un tipo di riso valga l’altro. Chiaramente non è così. Per l’occasione è bene utilizzare un tipo di riso che mantenga la sua specificità e assorba bene i sapori del condimento. A tal proposito i chicchi devono essere avvertiti distintamente morso dopo morso, dando vita a soluzioni perfettamente legate.

L’unico riso che riesce nell’impresa è il riso Carnaroli, un tipo di riso tradizionalmente impiegato per i risotti, che fa bella mostra di sé anche nelle farciture e nei ripieni. Il Carnaroli, per quanto faccia parte dell’immaginario collettivo, è stato “inventato” in tempi relativamente recenti. E’ stato infatti sintetizzato nel dopoguerra dall’agronomo Ettore De Vecchi a partire dal Vialone Nano e dal Lavarone. Vista la sua efficacia e il suo sapore, il riso Carnaroli si è affermato quasi subito, diventando un riso della tradizione italiana nonostante la sua giovane età.

Una citronette semplice per questi deliziosi peperoni ripieni di riso

Che ci fa la citronette in una ricetta di peperoni ripieni di riso? La domanda è più che legittima, infatti stiamo parlando di un dressing (o salsa cremosa) riservato quasi esclusivamente ai contorni e alle insalate. In realtà la sua presenza è essenziale in quanto contribuisce a valorizzare il riso e le verdure, che formano gran parte dell’impasto. Senza la citronette il ripieno potrebbe apparire come troppo ordinario.

Per la preparazione della citronette vanno uniti succo di limone, sale e olio. Mi raccomando, l’olio deve essere extravergine di oliva e di elevata qualità, in quanto incide molto su questo tipo di salsa, esaltandone al meglio il gusto.

FAQ sui peperoni ripieni di riso

Che cosa contengono i peperoni?

I peperoni sono ricchi di vitamina C e di potassio. Contengono anche alcuni antiossidanti importanti che ne determinano il colore. I peperoni rossi ospitano luteina e licopene, mentre i peperoni gialli sono ricchi di carotenoidi. Infine, i peperoni sono anche ricchi di fibre.

Come si possono fare i peperoni?

I peperoni sono ingredienti molto versatili, quindi possono essere cotti in molti modi diversi. Spesso vengono cotti in padella, in umido oppure in compagnia di altri ortaggi e spezie. Non di rado vengono chiamati in causa per la preparazione di salse e intingoli. Ovviamente vengono anche farciti, in questa veste compaiono in alcune delle ricette più iconiche della cucina italiana.

Come si fa a togliere la pelle dei peperoni?

I metodi per spellare i peperoni sono numerosi. Si può andare di coltello oppure si può far precedere la pelatura da un breve passaggio al forno e bassa temperatura. Anche la parziale cottura sottovuoto semplifica la rimozione della buccia.

Perché spellare i peperoni?

I peperoni in genere si mangiano con tutta la buccia se sono cotti. Se si prevede un consumo a crudo, come accade per le cruditè (verdure crude in pinzimonio o marinate) è bene rimuovere del tutto la buccia perché risulta indigesta.

Quali sono i peperoni più dolci?

In genere i peperoni più dolci sono quelli rossi, e in particolare quelli che presentano tre punte.

Ricette verdure ripiene ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tacos con patate viola

Tacos con patate viola, una variante del piatto...

Cosa sapere sulle patate viola Il vero elemento di novità di questi tacos sono le patate viola. A differenza di quanto si possa immaginare, il colore è al cento per cento naturale e deriva...

Pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella

Pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella: buona e...

Un accompagnamento speciale per la sfoglia pomodoro e mozzarella Vale proprio la pena parlare della salsa, che è una delle componenti di maggior rilievo della ricetta. Si tratta di una salsa fuori...

Pizza con bottarga e pinoli

Pizza con bottarga e pinoli, una pizza sfiziosa...

Cos’è la bottarga? Vale la pena parlare della bottarga, che rappresenta certamente la novità più interessante di questa pizza. La bottarga non sono altro che uova di pesce essiccate, in genere...