bg header
logo_print

Crostone con roast beef e funghi, un finger food di classe

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crostone con roast beef e funghi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Crostone con roast beef  e funghi, una ricetta gourmet

Oggi vi presento una ricetta che vi delizierà con l’abbondanza di sapori e con una texture variegata: il crostone con roast beef  e funghi.

La ricetta può essere scritta alla categoria finger food, quindi può essere consumata direttamente con le mani. In un certo senso può essere considerata anche una ricetta da rosticceria, in quanto ricorda vagamente la mozzarella in carrozza, se non altro per la morbidezza della farcitura e per la forma.

Questo delizioso crostone dimostra come anche le preparazioni più rustiche e semplici da preparare possano assumere un carattere gourmet. Lo si evince dalla lista degli ingredienti, che comprende il roast beef, il paté di funghi e il gorgonzola. Come elemento aromatico troviamo i ravanelli, il prezzemolo e l’aceto balsamico.

Ricetta crostone

Preparazione crostone

  • Per preparare il crostone con roast beef e funghi dovrete iniziare proprio dalla tostatura del pane. Potete scaldare il pane al forno o utilizzare il tostapane, l’importante è che sia ben croccante.
  • Poi passate ai funghi. Lavateli, mondateli, tagliateli a tocchetti e cuoceteli in padella con un po’ di burro. Ora sfumateli con il vino bianco, salate e pepate, infine guarnite con il prezzemolo tritato.
  • Mescolate il paté di funghi con il gorgonzola. Se lo gradite, pepate e condite con un po’ di olio extravergine di oliva.
  • Spalmate il paté sulle fette di pane tostato, poi aggiungete le fette di roast beef, i ravanelli, gli spinacini e i funghi.
  • Condite con un po’ di olio extravergine di oliva e con qualche goccia di aceto balsamico.

Ingredienti crostone

  • 4 fette di pane rustico consentitospesse 2 cm
  • 8 fette di roast beef
  • 250 gr. di funghi misti
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 100 gr. di gorgonzola
  • 4 cucchiaini di paté di funghi
  • 12 fettine di ravanelli
  • q. b. di aceto balsamico
  • q. b. di burro chiarificato
  • 1 manciata di spinacini freschi
  • q. b. di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale e di pepe

Come preparare un buon roast beef

Il roast beef è tra i protagonisti di questo crostone. Garantisce un buon carico di proteine, regala sostanza alla farcitura e aumenta la profondità organolettica di questo delizioso esempio di finger food. Vale la pena chiedersi come si prepara un buon roast beef, ebbene la preparazione non è affatto complessa ma solo un po’ laboriosa.

Si tratta innanzitutto di scegliere il taglio giusto di carne. Il vostro macellaio di fiducia saprà darvi i giusti consigli, ma in linea di massima è necessario utilizzare i tagli con un buon rapporto tra parte magra e parte grassa. Per questa ricetta io preferisco la lombata di manzo.

La preparazione inizia facendo riposare a temperatura ambiente la carne per qualche ora. Poi la si taglia a fette spesse 1-2 centimetri e si spennella con l’olio extravergine di oliva prima di aggiungerla in fase di cottura. La cottura avviene al forno, direttamente sulla griglia, ponendo sulla base una teglia per raccogliere i succhi. La cottura dovrebbe durare almeno mezz’ora per ogni chilo di carne ad una temperatura impostata sui 240 gradi.

Quali funghi scegliere per il crostone con roast beef

Anche i funghi giocano un ruolo fondamentale nel crostone con roast beef, nello specifico compaiono sotto forma di paté e di funghi trifolati. Per trifolare i funghi è sufficiente passarli in padella con un po’ di burro e olio, infine vanno sfumati con un po’ di vino e conditi con prezzemolo ed erbe aromatiche. Alcune ricette contemplano anche l’uso dell’aglio.

Per quanto concerne la varietà di funghi avete solo l’imbarazzo della scelta. Io preferisco i funghi porcini, in quanto sono morbidi, carnosi, aromatici e delicati; insomma sono perfetti per valorizzare la carne.

Crostone con roast beef e funghi

Per quanto concerne il paté potete comprarlo al supermercato oppure farlo in casa. Anche in questo caso la ricetta è molto semplice. Si tratta di cuocere i funghi con la trifolatura e frullarli insieme a un po’ di olio, qualche spezia (in genere si usa la noce moscata) e una base cremosa che può essere il burro o il formaggio fresco.

Il paté così realizzato va unito al gorgonzola, creando così una base cremosa che stimola l’appetito e valorizza gli altri ingredienti della farcitura. Tra questi non bisogna dimenticare i ravanelli (che aggiungono un tocco leggermente pungente) e gli spinacini, che conferiscono un’ottima profondità organolettica.

I pregi nascosti del crostone o pane tostato

Chiudo parlando del pane tostato in generale, che da vita a questo eccellente crostone con roast beef. Ovviamente non c’è nulla di particolare visto che si tratta di pane fresco abbrustolito. Tuttavia, occorre precisare che la tostatura innesca alcune dinamiche che fanno bene all’organismo. In particolare rende più assimilabili gli amidi e garantisce una migliore digestione.

Il consiglio è di consumare più pane abbrustolito che pane fresco. Non sarà un grosso sacrificio, anzi la sua texture croccante e la sua friabilità lo rendono ancora più appetitoso.

Per l’occasione vi consiglio di utilizzare il pane rustico. Il pane rustico tostato, almeno rispetto al pane bianco tostato, si rivela più mangereccio e più adatto ad accogliere una farcitura complessa come quella suggerita da questa ricetta.

FAQ sul crostone o pane tostato

Perché è meglio il pane tostato?

Il pane tostato è meglio in quanto la tostatura rende gli amidi più facili da digerire. Per il resto le proprietà nutrizionali sono identiche a quelle del pane fresco.

Come si fa a tostare il pane?

Il pane può essere tostato in molti modi. Si può riscaldare al forno ventilato per qualche minuto, oppure si può passare in padella con pochissimo olio. Infine, si può utilizzare direttamente il tostapane.

Come mantenere croccante il pane tostato?

Per mantenere croccante il pane tostato è sufficiente porlo in un sacchetto di carta e lasciarlo a temperatura ambiente. Il frigo è sconsigliato in quanto l’umidità fa ammorbidire il pane.

Quante calorie ha il pane tostato?

Il pane tostato ha qualche caloria in più rispetto al pane fresco, almeno se si considerano come unità di misura i classici 100 grammi. Il motivo di ciò risiede nella riduzione del contenuto di acqua dovuto alla tostatura. Ad ogni modo, un etto di pane tostato dovrebbe attestarsi sulle 320 kcal.

Ricette di crostoni ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostini di foie con melone bianco

Crostini di foie con melone bianco, un antipasto...

Quale foie utilizzare per avere dei deliziosi crostini maigre Non vi sarà sfuggito il termine “maigre” al posto del classico crostino di foie gras. Ebbene, non si tratta di un errore, ma del...

Arepas con perico venezuelano

Arepas con perico venezuelano, uno spuntino perfetto

Storia e importanza delle arepas in Venezuela Le arepas vantano una storia molto lunga. L'arepa è originaria del Venezuela, in quanto veniva preparata in epoca pre-colombiana dalle popolazioni...

Bruschette di pane danese con cervo

Bruschette di pane danese con cervo, un piatto...

Cosa sapere sulla carne di cervo Un altro protagonista di queste bruschette di pane danese è il cervo. A tal proposito vi consiglio di utilizzare la carne per arrosto, che è in genere più morbida...