bg header
logo_print

Caviale con patate e panna acida, un piatto gourmet

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Caviale con patate e panna acida
Ricette per intolleranti, Ricette nordiche
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 10 min
cottura
Cottura: 00 ore 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (4 Recensioni)

Caviale con patate e panna acida, eleganza e gusto per un piatto da sogno

Il caviale con patate e panna acida è una ricetta della tradizione tedesca, infatti il loro nome reale è “kaviar med kartoffeln”. Sia chiaro fa parte della tradizione gourmet, d’altronde è realizzato con una preparazione in genere appannaggio delle ricette più raffinate, come la panna acida e il caviale, che nell’immaginario collettivo è “cibo per ricchi”. In realtà si trovano varianti di caviale a prezzi molto accessibili, ma ciò non toglie nulla alla raffinatezza del piatto. Il protagonista della ricetta è proprio il caviale, che si ottiene dalla salatura delle uova dello storione. Il sapore è travolgente in quanto trasmette sentori aromatici e una corposità simile a quella del burro con richiami alla frutta secca.

Il caviale è anche valido dal punto di vista nutrizionale. Certo, è abbastanza calorico (255 kcal per 100 grammi), ma ciò è dovuto all’abbondanza di acidi grassi omega tre, che fanno bene al cuore e alla circolazione. E’ anche ricco di proteine (più dei pesci) e contiene dosi abbondanti di vitamina D (essenziale per il sistema immunitario), magnesio e selenio. L’unico grande difetto del caviale è la presenza di sodio, che può superare i livelli di guardia in caso di consumo non moderato. In occasione di questa ricetta il caviale va distribuito all’interno dei bicchieri arricchiti da un letto di patate e panna acida.

Ricetta caviale con patate e panna acida

Preparazione caviale con patate e panna acida

Per preparare il caviale con patate e panna acida iniziate dalle verdure. Pulite e riducete a fette i ravanelli e i cetrioli. Poi sbucciate le patate, tagliatele a cubetti e lavatele con cura per togliere un po’ di amido.

Infine bollite le patate in acqua salata per 10 minuti, poi scolatele e passatele al forno per qualche istante per asciugarle. Passate le patate ancora calde nel passino e versatele nei bicchieri. Posizionate sopra la panna acida, il caviale, qualche fetta di cetriolo e il ravanello. Completate con qualche rametto di aneto e servite.

Ingredienti caviale con patate e panna acida

  • 4 patate di media grandezza
  • 150 ml. di panna acida consentita
  • 2 cucchiai tra caviale nero e caviale di salmone
  • qualche ravanello e fettine di cetriolo
  • qualche rametto di aneto.

Quali patate utilizzare in questa ricetta?

Le patate giocano un ruolo fondamentale nel caviale con panna acida. Nello specifico vanno bollite, passate al forno e ridotte in purea. A questo punto vanno poste nei bicchieri di portata e condite con la panna acida, prima di accogliere il caviale. Quale varietà di patate utilizzare? Dal momento che il trattamento si conclude con la riduzione in purea non è obbligatorio impiegare le patate a pasta gialla, che sono notoriamente più sode. Tuttavia, vi consiglio di puntare proprio su queste ultime in quanto dotate di un sapore più intenso, che contrasta bene quello della panna acida e del caviale.

A prescindere dalla varietà, le patate impreziosiscono questo piatto dal punto di vista organolettico e nutrizionale. Nonostante l’immaginario collettivo, le patate non sono grasse in quanto non vanno oltre le 80 kcal per 100 grammi. Sono invece ricche di carboidrati (quindi energetiche), di vitamine e di sali minerali.

Gli ingredienti di supporto del caviale con patate e panna acida

La ricetta del caviale con patate e panna acida è impreziosita anche da una guarnizione e di grande impatto. Sto parlando dei ravanelli e dei cetrioli, che vanno inseriti crudi e tagliati a fettine. I ravanelli aggiungono un tocco piccante e intenso alla preparazione, mentre i cetrioli conferiscono sentori leggermente acri. Impattano anche sul colore, contrastando le tonalità scure del caviale e quelle quasi pastello della purea di patate.

Caviale con patate e panna acida

Impreziosiscono la ricetta anche dal punto di vista nutrizionale. I ravanelli, infatti, sono ricchi di vitamina C e antiossidanti (detti antociani), responsabili del colore e di una formidabile azione preventiva rispetto a molti tipi di tumore. Il cetriolo, invece, offre un ottimo carico di vitamine e sali minerali, inoltre spicca per l’abbondanza di acqua, che lo rende uno degli alimenti più diuretici in natura. Ovviamente entrambi sono poco calorici, infatti non vanno oltre le 16 kcal per 100 grammi.

Come preparare la panna acida?

La panna acida è una componente essenziale del caviale con patate, infatti garantisce un sentore acidulo, che completa il gusto intenso e aromatico del caviale. Nello specifico, la panna acida va posizionata sopra le patate, formando uno strato intermedio. Come preparare la panna acida? Per la panna acida vi suggerisco di usare panna fresca, yogurt e succo di limone. Il procedimento consiste nel mescolare tra di loro la panna e lo yogurt, far fermentare per un giorno intero, e solo dopo integrare il succo di limone. Infine si lascia riposare la soluzione per qualche ora in frigorifero et voilà, la panna acida è pronta.

Per quanto concerne lo yogurt utilizzate quello greco, che è il più leggero e con i sentori più aciduli, benché intensi e gradevoli al palato. Infine, se soffrite di intolleranza, la ricetta riesce bene anche con panna e yogurt delattosati. La panna acida, anche nota come creme fraiche, è originaria della Francia. Il suo impiego si è però diffuso da tempo anche nel resto d’Europa, in particolare in quella settentrionale, dunque non stupisce la sua presenza in una ricetta della cucina tedesca.

Ricette di caviale ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Caviale con patate e panna acida, un piatto gourmet

  • Ven 22 Dic 2023 | federico ha detto:

    Meglio che impari a cucinare

    • Dom 31 Dic 2023 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve non blocco i commenti negativi. Apprezzo commenti costruttivi. Anche se non sono uno chef professionista, sono sempre aperta a imparare e migliorare. Se hai consigli costruttivi o ricette che ti piacerebbe condividere, sarò lieta di ascoltare.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Aperitivo con arancia

Aperitivo con arancia, un’idea creativa per i buffet...

Aperol, una bevanda leggendaria L’elemento più caratteristico della ricetta dell'aperitivo con arancia è l’Aperol. Siamo parlando di una bevanda molto conosciuta, che ha attraversato oltre un...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Sformatini di fiocchi di latte

Sformatini di fiocchi di latte, un antipasto raffinato

Quali aromi usare per questi sformatini di fiocchi di latte? Tra i punti di forza degli sformatini di fiocchi di latte e salsa ai peperoni spiccano alcuni aromi, che intervengono in entrambe le fasi...