Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte, insalata light

Bowl con avocado e fiocchi di latte
Commenti: 0 - Stampa

Poke Bowl con avocado e fiocchi di latte, una lista creativa di ingredienti

La poke bowl con avocado, edamame e fiocchi di latte è un’insalata molto corposa, che spicca per l’abbondanza di colori e sapori. Per capirlo basta dare un’occhiata alla lista degli ingredienti, che vede come protagonisti alcuni alimenti esotici estremamente gustosi. Il riferimento è in particolar modo all’avocado. La poke bowl è un piatto di grande tendenza e questa moda arriva direttamente dalle Hawaii.

Si tratta di un frutto sui generis e dal sapore unico, che può essere impiegato indifferentemente per le preparazioni dolci come per quelle salate. E’ molto calorico ed è anche piuttosto grasso. I suoi grassi, però, sono benefici in quanto prevalentemente insaturi. Nello specifico giovano alla salute del cuore e dell’apparato cardiocircolatorio.

Un altro pregio dell’avocado è l’abbondanza di vitamine e sali minerali. Si segnalano buone concentrazioni di vitamina C (che fa bene al sistema immunitario) e di vitamina E, che esercita una funzione antiossidante. Inoltre, troviamo anche ottime concentrazioni di potassio, ferro, calcio e magnesio.

Secondo alcuni recenti studi, l’avocado, in virtù della presenza di determinati antiossidanti e fibre, aiuta a prevenire la sindrome metabolica. Si tratta di una patologia capace di interferire con l’assorbimento degli zuccheri e la normale pressione sanguigna. In occasione di questa ricetta, l’avocado va semplicemente fatto a fette e condito con sale e pepe, prima di essere inserito nell’insalatiera insieme agli altri ingredienti.

Cosa sono gli edamame?

Gli edamame, utilizzati nella poke bowl con avocado e fiocchi di latte, ricordano dei fagiolini un po’ troppo larghi e piatti, ma in realtà possono essere considerati “fagioli di soia”. Sono tra i protagonisti della cucina estremo-orientale (giapponese e cinese), ma il loro consumo si sta diffondendo anche dalle nostre parti.

Si caratterizzano per un sapore leggermente dolce e corposo, l’ideale per creare abbinamenti con frutti esotici dal sapore più neutro, come gli avocado. Gli edamame eccellono dal punto di vista nutrizionale, superando persino i migliori legumi della tradizione mediterranea.

Bowl con avocado e fiocchi di latte

Contengono abbastanza grassi, ma si tratta di grassi benefici. Il riferimento è agli acidi grassi omega tre, che incidono positivamente sulla salute dell’apparato cardiovascolare, degli organi visivi e delle funzioni cognitive.

Ricco è anche l’apporto di vitamine, che vede come protagonisti la già citata vitamina C e la K, quest’ultima coinvolta nella regolazione della densità sanguigna. Si segnalano, poi, buone quantità di sali minerali, tra cui potassio, ferro e calcio. Il sodio è ben presente, ragione per cui occorre andare piano con il sale.

In occasione di questa ricetta, gli edamame vanno cotti insieme al mais per qualche minuto in acqua bollente.

Quali fiocchi di latte utilizzare?

Un tocco in più in questa poke bowl con avocado è dato dai fiocchi di latte di Exquisa. Si tratta di un prodotto lattiero-caseario che coniuga una texture cremosa con un sapore corposo e genuino, che sa di latte, formaggio fresco e yogurt allo stesso tempo.

Come da tradizione, i fiocchi di latte sono realizzati con la migliore materia prima e sono del tutto privi di conservanti. Sono anche privi di glutine, un aspetto non scontato in quanto le produzioni industriali possono dar luogo a contaminazioni di glutine.

I fiocchi di latte Exquisa non sono solo buoni, ma anche nutrienti. Infatti sono ricchi di proteine, che rappresentano ben il 13% della struttura nel suo complesso. Ciononostante l’apporto calorico è davvero contenuto, infatti siamo sulle 85 kcal per 100 grammi.

Il sodio è presente in minima quantità, una caratteristica rara per un prodotto lattiero-caseario. In occasione di questa ricetta i fiocchi di latte non vanno trattati in alcun modo, basta metterli al dentro dell’insalatiera.

Il sublime tocco del fiordaliso

Uno dei punti di forza della poke bowl con avocado, edamame e fiocchi di latte è la capacità di proporre colori fuori dal comune e sapori alquanto particolari. Una parte rilevante del lavoro è fatta dal fiordaliso, che viene aggiunto alla fine a mo’ di guarnizione.

Può sembrare strana l’idea di utilizzare un fiore come ingrediente da cucina, ma vi assicuro che in questo caso ne vale la pena. In primis per l’impatto visivo, infatti con il suo blu acceso e tendente al viola impreziosisce la ricetta, conferendole un’identità spiccata.

In secondo luogo per il sapore, che risulta agreste e apprezzabile da tutti i palati. Il fiordaliso vanta ottime proprietà nutrizionali. E’ infatti ricco di antiossidanti quali i flavonoidi e gli antociani (responsabili della particolare tonalità cromatica).

E’ considerato un buon digestivo, in quanto capace di stimolare la flora intestinale. A suo modo è anche un ingrediente pseudo-terapeutico, dal momento che esercita funzioni espettoranti, antinfiammatorie e decongestionanti (per i bronchi). Secondo la tradizione fitoterapica è anche un discreto analgesico in quanto riesce ad alleviare i dolori.

Potete sostituire il mais con del riso venere o riso basmati. Alcuni utilizzano il riso per sushi. Si puo’ aggiungere del salmone o del tonno a pezzettini. Possiamo aggiungere dei semi di sesamo o dei semi di zucca tostati.

Sostiuire l’aceto di riso con la salsa di soia . E’ un piatto unico che richiede al massimo 30 minuti di tempo e stuzzica la fantasia di ognuno di noi.

La ricetta originale hawaiana viene preparata con 3 ingredienti: pesce crudo tagliato a cubetti (poke in hawaiano significa tagliato a tocchi ), alghe e sale. Questa l’assaggerò e vi racconterò se riuscirò mai a fare il mio viaggio in sospeso da gennaio 2020. Speriamo che riaprano i confini per la fine dell’anno. Se volete leggete un’altra Poke Bowl con il pesce.

Ecco la ricetta della poke bowl con avocado e fiocchi di latte:

Ingredienti per 4 persone:

  • 100 gr. di edamame,
  • 100 gr. di lattughino,
  • 80 gr. di pomodorini datterini,
  • 1/2 avocado,
  • 80 gr. di mais,
  • 100 gr. di fiocchi di latte Exquisa senza lattosio,
  • erbe spontanee (maggiorana e origano di montagna fresco),
  • qualche fiordaliso,
  • 2 ravanelli,
  • 1 limone o aceto di riso ,
  • 4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione della poke bowl con avocado e fiocchi di latte iniziate cuocendo con il metodo a vapore gli edamame e il mais per circa 8 minuti, poi fate intiepidire. Intanto lavate con delicatezza i fiordalisi e le erbe aromatiche che avete a disposizione.

Trasferite il mais e gli edamame in una ciotola ampia e aggiungete le erbe aromatiche, il lattughino, un po’ di pepe e un po’ di sale; infine mescolate per bene il tutto. Poi mettete anche l’olio extravergine di oliva e mescolate nuovamente.

Ora con acqua fredda lavate e scolate l’insalata con la centrifuga. Poi pulite i ravanelli e i pomodorini, lavateli e fate i primi a dadini e i secondi a fettine. Irrorate con succo di limone ( o aceto di riso ) e condite con un poco sale e 4 cucchiai di olio d’oliva.

Tagliate l’avvocato a metà e riducetelo a fette sottili, poi conditelo con sale e pepe. Finalmente ora potete comporre la bowl. Trasferite all’interno l’insalata condita e unite gli altri ingredienti formando una raggiera, così come vedete in foto.

Riservate i fiocchi di latte per la fine, ponendoli al centro. Guarnite con un paio di fettine di limone e 2-3 fiordaliso.

5/5 (476 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cetrioli allo Skyr

Cetrioli allo Skyr, un’insalatona gustosa

Cetrioli allo Skyr, colore e gusto per un’insalata corposa I cetrioli allo Skyr sono un'insalata molto corposa, che si caratterizza per un sapore composito e per la presenza di molti alimenti...

Insalata di fiori ed erbe con Skyr

Insalata di fiori ed erbe con Skyr, un...

Insalata di fiori, un’idea davvero particolare L’insalata di fiori ed erbe con Skyr è un’idea particolare e solo a primo acchito bizzarra, per un contorno fuori dal comune che premia gusto e...

Insalata di spinaci

Insalata di spinaci, un contorno completo

Insalata di spinaci, una particolare selezione di ingredienti Oggi vi presento una particolare variante dell’insalata agli spinaci, una ricetta che si completa con un'emulsione squisita e...

Insalata estiva con uova sode

Insalata estiva con uova sode, un contorno iper-proteico

Insalata estiva con uova sode, un contorno tra il dolce e il salato L’insalata estiva con uova sode è un contorno che spicca in primis per l’impatto visivo. La lista degli ingredienti,...

Insalata di mele e sedano

Insalata di mele e sedano, una meraviglia agrodolce

Insalata di mele e sedano, l’abbinamento che non ti aspetti L’insalata di mele e sedano si inserisce sul solco delle insalate “agrodolci”, che si caratterizzano per degli abbinamenti...

insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini

Insalata di riso rosso con cannellini, un piatto...

Insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini, un pasto completo e veloce L’insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini è un’insalata di riso che si discosta da quelle tradizionali....


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


06-08-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti