bg header
logo_print

Bowl con ananas, un pasto ricco di carboidrati e di proteine

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Bowl con ananas
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 12 ore 15 min
cottura
Cottura: 01 ore 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (3 Recensioni)

La bowl con ananas si inserisce nel solco delle classiche bowl, ma apporta comunque alcune innovazioni. Tra tutte vi è la presenza della frutta in grado di rendere ancora più complesso e gradevole il sapore. Nella fattispecie l’ananas garantisce un sentore allo stesso tempo acidulo e dolce, nonché un tocco di colore in grado di vivacizzare il risultato finale. La ricetta è molto semplice, come ci si aspetterebbe da una bowl. Si tratta solo di riunire gli ingredienti dopo averli preparati singolarmente. Il riso va cotto prima in acqua e poi al forno, invece la cicerchia – proprio come tutti i legumi secchi – va prima ammollata e poi lessata. Il ravanello e l’ananas infine vanno sbucciati e tagliati a fettine.

Ricetta bowl con ananas

Preparazione bowl con ananas

Per preparare la bowl con ananas iniziate dal riso. Cuocetelo in 6 dl. di acqua, poi tostatelo in poco olio extravergine di oliva e versateci sopra dell’acqua bollente. Infine ponetelo nel forno per 20 minuti a 200 gradi con coperchio applicato. Terminata la cottura, lasciate raffreddare. Intanto immergete la cicerchia in acqua fredda per 12 ore circa, poi cuocetela per 60 minuti in una pentola con acqua, un filo d’olio e un rametto di rosmarino. Scolate con cura e fate intiepidire.

Ora sbucciate l’ananas poi fatela a fettine. Lavate i ravanelli, sbucciateli e riduceteli a fette sottili usando una mandolina. Immergete le alghe in un bicchiere di acqua a temperatura ambiente per 15 minuti circa. Lavate i fiori e asciugateli. Infine componete la bowl riunendo tutti gli ingredienti in una ciotola. Servite e buon appetito.

Ingredienti bowl con ananas

  • 280 gr. di riso nero
  • 150 gr. di cicerchia
  • mezzo ananas
  • q. b. di ravanelli
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 manciata di alga wakame
  • q. b. di fiori eduli
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale.

Bowl con ananas, un pasto ricco di sapori e colori

Qualche parola va spesa anche per l’ananas, che è l’alimento più peculiare di questa ricetta. E’ ricca di vitamina C, quasi quanto gli agrumi, dunque impatta sulle performance del sistema immunitario e aiuta l’organismo ad assorbire il ferro. Depura come pochi altri frutti e, per quanto la nomea di “bruciagrassi” sia un po’ esagerata, contribuisce comunque ad abbassare il livello del colesterolo cattivo. E’ ricca di sali minerali come potassio e calcio. L’apporto calorico, infine, è simile a quello della frutta zuccherina: 50 kcal per 100 grammi.

Cos’è la cicerchia?

Anche la presenza della cicerchia potrebbe generare un po’ di stupore nella bowl con ananas. La cicerchia è consumata soprattutto in centro Italia, mentre altrove è sostanzialmente ignorata. La cicerchia è un legume particolare, dalla forma rettangolare e dal sapore che ricorda un po’ i ceci e un po’ i fagioli. E’ comunque più aromatica e più delicata, inoltre è buona e nutriente, anche perché apporta una percentuale di proteine che non fa rimpiangere la lenticchia, che è tradizionalmente considerato il legume più proteico. Ottimo è anche l’apporto di fibre, che supera il 7%. L’apporto calorico della cicerchia è simile a quello dei legumi più sostanziosi, in quanto viaggia sulle 300 kcal (nella sua forma secca).

La cicerchia andrebbe consumata con prudenza, infatti in dosi eccessive può essere tossica. Il riferimento è ad alcuni amminoacidi “particolari”, che possono creare qualche problema di salute. In occasione di questa ricetta, basta solo un etto e mezzo di cicerchia per una bowl da 4-6 persone. Infine, tra gli alimenti di origine vegetale troviamo il ravanello, un alimento forse un po’ sottovalutato sebbene vanta un profilo nutrizionale eccellente. Troviamo tanta vitamina C e vitamina E, quest’ultima capace di esercitare una funzione antiossidante e preventiva rispetto al cancro. Si segnalano poi ottime dosi di ferro, una sostanza fondamentale per l’organismo in quanto favorisce l’ossigenazione del sangue. Infine non mancano fosforo, potassio e magnesio.

Bowl con ananas

Un focus sulla wakame

Tra gli ingredienti più particolari di questa bowl con ananas spicca l’alga wakame. Si tratta di un’alga consumata abbondantemente in Estremo Oriente e nel sud Est Asiatico. Il suo sapore è diverso da quanto ci si aspetterebbe, infatti è sia dolce che salata. In ragione di ciò è anche molto versatile, come dimostra la presenza ricorrente in molte ricette giapponesi, cinesi e indonesiane. La buona notizia è che l’alga wakame fa anche bene alla salute. Infatti è incredibilmente proteica, in un modo tale da non sfigurare rispetto alla carne e al pesce. Nondimeno è ricca di vitamine e sali minerali. Il riferimento è alle vitamine del gruppo B, al calcio, al magnesio, al fosforo e soprattutto allo iodio.

Sostanza, quest’ultima che preserva la funzionalità della tiroide. Infine l’apporto calorico è molto basso e si attesta sulle 45 kcal per 100 grammi. In occasione di questa ricetta l’alga wakame va semplicemente immersa in acqua per qualche minuto, in modo da rinvenire, e infine viene incorporata agli altri ingredienti.

Come cuocere il riso?

Alla base di questa bowl con ananas c’è il riso. Per questa ricetta va utilizzato il riso nero, inoltre va cotto al forno. Il riso nero spicca per il sapore aromatico e intenso, che quasi sa di frutta secca. Dunque è l’unico che si abbina veramente con ingredienti vari e rustici, come la cicerchia, senza disdegnare le interazioni con la frutta e gli alimenti più esotici, come l’alga wakame. Tra l’altro spicca anche per le proprietà nutrizionali, che aggiungono a quelle del riso una presenza rilevante di antiossidanti, che regolarizzano i processi di rigenerazione cellulare.

Come cuocere il riso? Ebbene in primis va precotto in acqua non troppo abbondante (e non salata). Poi va tostato con un po’ di olio e infine va cotto al forno a temperatura elevata, ossia a 200 gradi per 20 minuti. Infine va scolato e sgranato. Solo così si ottiene un riso cotto al cento per cento, ma anche croccante, che possa conferire alla bowl una texture interessante.

Ricette di bowl ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di pane zichi

Insalata di pane zichi, una tipica ricetta sarda...

Cosa sapere sullo zichi Il protagonista di questa insalata è ovviamente il pane zichi, anche noto come “su zichi” (dove per “su” si intende l’articolo “il/lo”). Lo zichi è un...

Insalata di germogli di fagiolo mungo

Insalata di germogli di fagiolo mungo, un contorno...

Cosa sapere sui germogli di fagiolo mungo L’ insalata di germogli di fagiolo mungo ci da l’occasione di parlare di un tipo di fagioli davvero unico. I germogli di fagioli mungo sono dei legumi...

Insalata di Camembert e mele

Insalata di Camembert e mele, un piatto dolce...

Un focus sul Camembert Il vero protagonista di questa insalata è il Camembert. Questo formaggio in crosta bianca cambia le carte in tavola, valorizzando con la sua “delicata sapidità” la...