Asparagi

asparagi

Caratteristiche e proprietà nutrizionali degli asparagi

Gli asparagi sono tra le verdure più apprezzate me (anche se li posso mangiare 3/4 volte l’anno poichè hanno un alto contenuto di nichel). Vengono percepiti come ingredienti adatti a preparazioni tutto sommato complesse ed eleganti, come per esempio i risotti. Dal punto di vista botanico, l’asparago è una pianta perenne che cresce fino a un metro e mezzo. Si coltiva facilmente in serra, sebbene la coltura forzata dia vita a varietà dal colore particolare.

Sul piano nutrizionale gli asparagi non deludono affatto. Sono ricchi di vitamina A, che come tutti sanno fa bene alla vista, e di vitamina B. Sono inoltre un’eccellente fonte di sali minerali, come dimostrano le elevate concentrazioni di calcio, magnesio potassio e manganese. Gli asparagi contribuiscono inoltre all’assorbimento delle proteine, in quanto contengono la asparagina, un amminoacido che sortisce esattamente questo effetto. Per concludere hanno apporto calorico davvero basso, pari a 25 kcal per 100 grammi.

Le numerose varietà di asparagi

Per quanto in Italia venga consumata soprattutto una varietà di asparago, in verità ne vengono coltivate tantissime. Ecco quelle più apprezzate e conosciute.

  • Bianco. Si caratterizza per il colore chiaro del gambo e per un sapore leggermente più corposo e deciso.
  • Verde. È il tipico asparago, quello che si consuma maggiormente in Italia e in Europa. Sono molto teneri, privi di filamenti fibrosi e con un gusto mediamente delicato.
  • Badoere. E’ una verità tipica del Veneto che si caratterizza per il colore chiaro, ora tendente al verde ora tendente al rosa. Questi asparagi sono più teneri della media e dolci.
  • Violetto. E’ una delle varietà più antiche in assoluto, la cui coltivazione attestata risale al III millennio a.C. I gambi sono molto lunghi, ma non spiccano per dolcezza e morbidezza. Il sapore è gradevolmente amarognolo.
  • Rosa. E’ una delle varietà più note, prelibate ed ampiamente commercializzate. Gli asparagi rosa di Mezzago vengono coltivati proprio nella mia zona (Brianza ndr). Questa varietà si contraddistingue per la sua tipica colorazione rosea e, allo stesso tempo, per il suo sapore abbastanza delicato che riesce ad addolcire numerose pietanze
  • Selvatico. E’ una pianta molto diffusa appartenente alla famiglia delle Liliacee, che cresce anche in modo spontaneo lungo litorali marini o le rive dei fiumi; non di rado possiamo scorgere questa varietà durante una passeggiata. Questa tipologia non deve essere confusa con il luppolo (conosciuto con il nome dialettale di luartis).

Come valorizzarli in cucina?

Gli asparagi si caratterizzano anche per una certa versatilità, infatti possono essere utilizzati per preparare primi piatti, per condire i secondi e per realizzare delicati contorni o squisiti antipasti. Qui sotto trovate un’ampia selezione di ricette che valorizzano gli asparagi. Ovviamente non può mancare un’ampia varietà di risotti agli asparagi, così come di torte salate in cui queste verdure compaiono tra gli ingredienti principali della farcitura.

Accanto a queste ricette, tutto sommato tradizionali, spiccano alcune un po’ più insolite, come quelle che vedono protagonisti ingredienti di carattere esotico. Troverete poi tutta una serie di sformati, insalate, conserve e frittate.


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti