Arance

aranceArancia, un frutto prezioso e salutare

Le arance sono tra i frutti più apprezzati in assoluto, sicuramente sono tra quelli più consumati. Non a caso vengono prodotti un po’ in tutto il mondo, dalle Americhe all’Asia, dall’Europa all’Africa. Tra le altre cose, ciò ha fatto sì che si sviluppassero tantissime varietà, come vedremo più approfonditamente nel prossimo paragrafo. In questo parliamo un po’ sia del frutto che della pianta. L’albero dell’arancio è maestoso e può raggiungere anche i 12 metri. Le sue foglie sono carnose, il fusto è imponente e vanta una grande resistenza. In genere fruttifica per molti mesi all’anno. Le prime arance possono essere raccolte già novembre, ma molte varietà possono essere raccolte anche a maggio e a giugno.

Per quanto riguarda il frutto, si segnala un valore nutrizionale incredibilmente elevato. Il riferimento è in particolar modo alla presenza della vitamina C, che raggiunge livelli impressionanti. Si contano però anche quantità significative di fibra, nonché di sali minerali quali il potassio, il fosforo e il calcio. L’arancia, soprattutto nella sua parte bianca, contiene un formidabile antiossidante, ossia la pectina.

Le numerose varietà di arancia

Esistono tantissime varietà di arancia. Di seguito vi elenco quelle più importanti e apprezzate.

  • Washington Navel. La buccia si presenta con un brillante colore arancione e la polpa è estremamente succosa. Il frutto matura da dicembre a maggio.
  • Navelina. La buccia è leggermente scura, mentre la polpa è chiarissima. E’ dolce e matura da novembre a dicembre.
  • Belladonna. E’ un’arancia di grandi dimensioni e si fa apprezzare per la polpa molto succosa. E’ quasi del tutto priva di semi.
  • Valencia. E’ una varietà mediamente succosa, e altrettanto zuccherina. La sua caratteristica principale è la totale assenza di semi, nonché la capacità di conservarsi in frigorifero per lunghi periodi di tempo.
  • Tarocco. Questa varietà si caratterizza per il colore rosso brillante della polpa. Ha un sapore molto equilibrato e una polpa mediamente succosa. Per questi motivi è considerata l’arancia la tavola perfetta.
  • Sanguinella. Questa tipologia di arance è simile alla varietà Tarocco. Le uniche differenze consistono in un sapore un po’ più zuccherino e in una polpa più densa e meno succosa.
  • Vaniglia Apireno. E’ probabilmente l’arancia più dolce e succosa di tutti. E’ molto facile da sbucciare e rende moltissimo sia per un consumo a crudo sia per la produzione di succhi.

Come valorizzarle in cucina?

Il miglior modo per consumare l’arancia è a crudo, come un qualsiasi frutto da tavola. Tuttavia, l’arancia può essere protagonista di molte ricette, sia come ingrediente principale sia nella veste di elemento da guarnizione.

In questa sezione trovate tantissime ricette che valorizzano l’arancia. Si tratta soprattutto di produzioni dolciarie anche se non mancano preparazioni salate che puntano a un sentore decisamente agrodolce.


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti