bg header
logo_print

Pasta con ragù di tonno, da piatto veloce a piatto gourmet

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pasta con ragù di tonno
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Pasta con ragù di tonno, la ricetta che rompe i pregiudizi

Oggi vi presento la pasta con ragù di tonno, un primo piatto che sfata molti miti. Questo tipo di primo viene spesso considerato una ricetta di emergenza, che si prepara quando le alternative scarseggiano. Insomma, si associa spesso ad una “pietanza” di scarso valore, tipica di chi non ha tempo per impegnarsi in cucina.

Questa versione di pasta con il tonno, invece, può essere definita una vera ricetta gourmet, raffinata e complessa. Il tonno, infatti, viene trattato come un ragù tradizionale, arricchendolo con tanti ingredienti e con aromi importanti, fino a creare abbinamenti fuori dall’ordinario. Nella ricetta troviamo le scorze di arancia, il basilico, il succo di arancia e i capperi.

Ovviamente il tonno deve essere fresco, solo in questo modo potrete valorizzare il sapore corposo e allo stesso tempo delicato del pesce. Per quanto concerne la pasta in sé potete utilizzare il formato che preferite. Io consiglio una buona pasta corta rigata, che trattiene molto bene il sugo, tuttavia vanno bene anche i formati di pasta lunga come gli spaghetti, le linguine e le tagliatelle. Ovviamente se soffrite di celiachia non abbiate remore ad utilizzare una pasta realizzata con farine senza glutine.

Ricetta pasta con ragù di tonno

Preparazione pasta con ragù di tonno

  • Per preparare la pasta con ragù di tonno iniziate dal soffritto. In una grande padella riscaldate l’olio e soffriggete la cipolla insieme all’aglio fino a quando non si imbiondiscono.
  • Poi unite la scorza di arancia grattugiata e il tonno tagliato a cubetti. Rosolate per qualche istante, girando il tonno al momento giusto. Infine, sfumate con il vino bianco a fiamma alta.
  • Ora incorporate le olive nere, i capperi e i pomodori pelati schiacciati.
  • Versate il succo di arancia e fate cuocere per 15-20 minuti a fiamma media in modo che il sugo si riduca e si addensi. Poi salate e pepate a piacere.
  • Intanto cuocete la pasta in abbondante acqua salata, secondo il minutaggio riportato sulla confezione.
  • Scolate la pasta e versatela nel ragù, mescolando con cura e guarnendo con il basilico fresco prima di servire.

Ingredienti pasta con ragù di tonno

  • 300-400 gr. di tonno fresco
  • 320 gr. di pasta consentita
  • 400 gr. di pomodori pelati (in scatola o freschi)
  • 1 cipolla piccola tritata
  • 2 spicchi d’aglio tritati
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e pepe
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • q. b. di scorza di 1 arancia (non trattata e ben lavata)
  • 1 manciata di olive nere (denocciolate e tagliate a rondelle)
  • 2 cucchiai di succo di arancia fresco
  • 2 cucchiai di capperi (facoltativo)
  • un ciuffo di basilico fresco

Come preparare il ragù

La preparazione del ragù di questa pasta con il tonno non è complessa, ma solo un po’ laboriosa. D’altronde viene richiesto l’impiego di molti ingredienti, appartenenti a classi diverse e quindi con diversi tempi di cottura.

Si parte con un soffritto classico a base di cipolle e aglio. Poi si aggiunge la scorza di arancia biologica, una scelta consigliata per evitare la presenza di sostanze chimiche tipiche delle coltivazioni industriali. Infine si aggiunge anche il tonno tagliato a cubetti, che va fatto rosolare su entrambi i lati.

Si procede poi con la sfumatura con il vino bianco, proprio come se si stesse preparando un classico ragù di carne. Questa operazione serve a “ripulire” il sapore e a integrare il tocco acidulo del vino.

A questo punto si incorporano le olive, i capperi e i pomodori pelati, infine si lascia andare per una ventina di minuti a fiamma bassa (il sugo non deve restringersi troppo). La fase successiva vede come protagonista la pasta. Una volta cotta, va versata sul condimento, mantecata a dovere e guarnita con un po’ di basilico.

Quali olive utilizzare?

Le olive giocano un ruolo importante nella pasta con ragù di tonno. In primo luogo perché rappresentano una presenza ricorrente nei piatti a base di tonno. In secondo luogo perché garantiscono un tocco acidulo e sapido, che in una pietanza ittica è sempre provvidenziale. Certo, si può discutere sulla varietà di olive da utilizzare. A tal proposito, si è tentati di utilizzare le olive verdi, che sono più reperibili e hanno un sapore più intenso, tuttavia vi consiglio di usare le olive nere.

Le olive nere si caratterizzano per un sapore meno marcato ma più aromatico, un sapore che non rinuncia alla sapidità tipica dell’alimento ma che aggiunge note più complesse. Proprio quello che ci vuole per trasformare una ricetta bistrattata come la pasta al tonno in un piatto gourmet.

In merito alle proprietà nutrizionali, invece, si segnalano poche differenze tra le olive verdi e nere. Sono entrambe poco caloriche (110 kcal per 100 grammi), ricche di vitamine E, magnesio, potassio e grassi benefici per il cuore.

Pasta con ragù di tonno

Cosa bere con la pasta con il tonno?

A dimostrazione del carattere gourmet di questa pasta con ragù di tonno fresco vi è la possibilità di abbinare vini di pregio. Ovviamente vini bianchi e, se possibile, fruttati. D’altronde il condimento vede come protagonisti gli agrumi, alternando sentori freschi con sentori intensi e aromatici.

Vi consiglio in particolare il Vermentino di Sardegna, che presenta delle interessanti note agrumate. Questo tipo di vino si presenta al palato con una marcata freschezza e non è nemmeno così alcolico.

Un’altra soluzione è il Falanghina, un tipo di vino che esprime un carattere fruttato e trasmette delle gradevoli note floreali. Il suo sapore è perfettamente bilanciato, a tal punto che può essere abbinato sia ai primi piatti che ai secondi piatti.

Un’ottima scelta è anche il Soave Classico, le cui note richiamano la pesca e l’albicocca. In bocca si rileva armonico e morbido, a tal punto che può essere bevuto da solo. E’ perfetto  per tutti i piatti ittici, persino per quelli più delicati come tartare e carpacci.

FAQ sulla pasta con ragù di tonno

Che pasta usare con il tonno?

Con il tonno si può usare qualsiasi tipo di pasta. Tuttavia, almeno in questo caso, è preferibile impiegare una pasta corta e rigata, che sappia trattenere il ragù.

Cosa si può aggiungere nella pasta con il tonno?

Nella pasta con il tonno si possono aggiungere molti ingredienti e spezie. Tuttavia, i più indicati sono il basilico, il prezzemolo, le olive, i capperi e i pomodori. Sono proprio questi gli ingredienti principali del ragù di tonno, che impreziosiscono al meglio la ricetta.

Quante calorie ha un piatto di pasta con il tonno?

Ovviamente dipende dalle porzioni, tuttavia si può stimare un apporto calorico di 500-600 kcal per un piatto.

Ricette con il tonno ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi con fave e prosciutto

Gnocchi con fave e prosciutto, un primo dal...

Le mille proprietà delle fave Le fave sono dunque tra i protagonisti di questa ricetta a base di gnocchi. Il loro impiego è creativo e va oltre quelli che sono i canoni tradizionali, infatti non...

Timballo di crespelle con ricotta

Timballo di crespelle con ricotta, un primo piatto...

Timballo di crespelle: una sfiziosa ricetta a base di crespelle classiche Tra le peculiarità di questo timballo di crespelle, o timballo di crepes che dir si voglia, spiccano proprio le crespelle....

Pasta al pesto di bruscandoli (

Pasta al pesto di bruscandoli, un primo dall’aroma...

Parliamo del pesto di bruscandoli Vale la pena parlare dei bruscandoli, che sono l’elemento principale di questa pasta al pesto. A differenza di tante tipologie di pesto, i bruscandoli...