bg header
logo_print

Succo di acerola: un concentrato di vitamina C e non solo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Succo di acerola
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

Tanti benefici per la salute in ogni sorso di succo di acerola

Il succo di acerola è una ricetta fresca e nutriente, che vede come protagonista assoluta l’acerola, una pianta che ha origini nell’America Latina e che oggi viene coltivata in Brasile.

Il suo frutto, ancora poco noto in Italia, assomiglia alla nostra ciliegia, ha un gusto dolce e delicato ed è famoso per essere ricco di vitamina C.

La concentrazione di quest’ultima all’interno del frutto è infatti 50 volte superiore a quella dell’arancia: si parla di 1000 mg di vitamina C in soli 100 grammi di prodotto!

Questo frutto è inoltre carico di molte altre sostanze benefiche per l’organismo, tra cui carotenoidi, vitamina B, antiossidanti e minerali vari (in particolare calcio, ferro e magnesio) e tutto questo ci regala un drink perfetto da consumare al mattino o durante la giornata. ideale per cominciare o mantenere la giornata al top. Ma vediamo quali sono le altre principali proprietà dell’acerola!

Ricetta succo di acerola

Preparazione succo di acerola

Lavate e togliete il nocciolo dalle acerole. Estraete il succo. Spremete il succo dal lime

Versate il succo e tutti gli ingredienti in una caraffa, aggiungete il ghiaccio.

Mescolate e servite. Può essere conservato in frigorifero e consumato entro un mese in bottiglie scure.

Ingredienti succo di acerola

  • 300 gr acerole fresche
  • 1/2 lt acqua naturale
  • 2 cucchiai sciroppo d’acero
  • 2 cucchiai succo di lime
  • qualche cubetto ghiaccio

Un bicchiere al giorno… toglie il medico di torno!

Nel succo di acerola tante proprietà da non sottovalutare. La concentrazione di vitamina C che caratterizza l’acerola rende questa bevanda un’eccellente stimolante per le difese immunitarie. Per questo motivo, oltre a costituire un drink gustoso, è perfetto per prevenire e alleviare i malanni influenzali e tutti i malesseri tipici della stagione fredda. Date le sue capacità stimolanti, è utile consumarlo durante la convalescenza, per recuperare le forze e restituire vigore al sistema immunitario.

Il succo di acerola è anche un’ottima alleata per chi vuole mantenere il proprio corpo giovane. La grande quantità di vitamina C naturale presente all’interno di questo particolare frutto, infatti, non è solo ottima per prevenire, alleviare e combattere i disturbi invernali, ma svolge una potente azione antiossidante. Il vegetale propone persino una buona dose di carotenoidi e polifenoli, che consentono di contrastare l’azione dei radicali liberi e quindi permettere ai tessuti di mantenersi giovani, sani ed elastici.

Secondo i recenti studi, inoltre, è stato dimostrato che l’acerola è in grado di apportare benefici sul DNA delle cellule. Questo frutto conta molte altre proprietà: in particolare, può alleviare problemi intestinali e bisogna considerare che vanta proprietà astringenti. Un consumo costante di questo drink aiuta a combattere malattie metaboliche come il diabete e permette di diminuire i livelli di glucosio, colesterolo e trigliceridi presenti nel sangue.

Rimedio naturale contro obesità, carenza di ferro e stress da fumo

Grazie al contenuto di vitamina C e minerali presenti al suo interno, questo frutto esotico si può rivelare un ottimo rimedio officinale per i più disparati disturbi, tra cui l’obesità. Dovreste sapere che, secondo gli studi, solo 5 mg al giorno per chilogrammo di peso corporeo si presentano come la quantità ideale per aiutare il corpo a smaltire il peso in eccesso, a depurarsi grazie alle sue potenti proprietà diuretiche e a combattere il fastidioso effetto buccia d’arancia.

Il succo di acerola è perfetta da integrare persino nelle diete vegane o vegetariane, in quanto la vitamina C ottimizza l’assorbimento del ferro proveniente dagli alimenti vegetali e di origine vegetale da parte dell’organismo.

Una somministrazione frequente di questo squisito drink è consigliata anche ai fumatori: l’acerola è in grado di aiutare l’organismo ad alleviare lo stress ossidativo indotto dal consumo di tabacco. Che dire di più? Oltre ad essere una delizia, è proprio un elisir di salute!

Noi ne assumiamo circa 30 ml di succo di acerola (sempre diluito in acqua) al giorno e lo facciamo lontano dai pasti. Potete preparare il vostro succo e berlo 2 o 3 volte in un giorno. Tenetelo in frigorifero sempre pronto.

Una “ciliegia” molto speciale: ecco il frutto dell’acerola

L’ acerola cos’è? L’acerola non è altro che un piccolo arbusto originario del Messico, dell’America centrale e del sud, dal quale nascono dei frutti molto simili alle ciliege.

Questi frutti sono stati apprezzati per migliaia di anni da varie culture indigene. Poi, con il passare del tempo, hanno fatto il giro del mondo e, attualmente, questa pianta viene coltivata anche in alcune parti del subcontinente indiano e degli Stati Uniti.

Dolce e succosa, la ciliegia acerola che nasce da questo piccolo albero si rivela una vera e propria miscela di sostanze nutritive come vitamine, antiossidanti e minerali.

Questi frutti contengono in particolare un’elevata concentrazione di vitamina C, ma andiamo a dare uno sguardo più approfondito e a conoscere alcuni dei benefici per la salute comportati dal consumo di questo particolare alimento.

acerola

Acerola: salute e prevenzione, ma anche tanta bontà

Come avrete capito, si tratta di un alimento unico che, purtroppo, non mangiamo molto spesso anche se avremo tanti motivi per farlo.

Ad esempio, è utile sapere che si tratta di un vegetale molto utile nella gestione e nella prevenzione dal diabete.

Infatti, recenti ricerche hanno dimostrato che gli antiossidanti presenti all’interno dei suoi possono effettivamente rallentare il rilascio di zuccheri nel sangue evitando picchi glicemici e un’elevata produzione di insulina.

Pertanto, regolando i livelli di glicemia, l’acerola si rivela utile sia per le persone affette da diabete che per gli individui sani.

Oltre a questo, è opportuno anche considerare che numerosi studi hanno appurato che si tratta di un alimento ottimo per la prevenzione del cancro e capace di comportare importanti effetti anti-age.

Queste piccole “ciliegie” offrono inoltre una buona dose di fibre, grazie al quale facilitano e migliorano tutte le funzioni gastrointestinali.

Questi frutti hanno inoltre fantastiche proprietà depurative e sono perfetti per promuovere la salute degli occhi, del cuore e dell’apparato vascolare (in particolare regolando la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo) e per regolare il metabolismo.

Acerola e vitamina C. Grazie all’elevato contenuto di vitamina C, questo alimento può aiutare a rafforzare il sistema immunitario e a stimolare la produzione di collagene e la guarigione o riparazione di cellule, vasi sanguigni, organi e tessuti.

I benefici e le proprietà dell’acerola e la nostra alimentazione

A questo punto, la maggior parte delle persone si chiedono: come possiamo portare il frutto acerola nel nostro piano alimentare?

Sicuramente, possiamo mangiarlo proprio come se avessimo davanti una ciotola piena di ciliegie, ma potremo anche usare questo alimento anche ridotto in polvere per la preparazione di dolci, gelati, gelatine, marmellate, macedonie, frullati, centrifugati e succhi di frutta.

Possiamo aggiungere questo alimento anche allo yogurt e ai cereali, creando così una super-colazione.

Ovviamente, come per tutti gli alimenti, è opportuno consumare la ciliegia acerola con moderazione. Infatti, un elevato consumo di questo vegetale può causare effetti indesiderati come mal di stomaco, insonnia e diarrea. Infine, è opportuno ricordare che gli alti livelli di vitamina C potrebbero rivelarsi pericolosi per chi soffre di gotta.

Ad ogni modo, questo frutto non è noto come un alimento allergizzante. Pertanto, con moderazione e con un po’ fantasia in cucina, è possibile prenderne solo il meglio e trasformare questi piccoli frutti in dei potenti toccasana per la nostra salute.

Ma l’acerola dove si trova? Se andiamo nelle farmacie o erboristerie  la possiamo trovare sotto forma di compresse, polvere e succo. Se siamo fortunati e andiamo in vacanza nei paesi di origine avremo l’opportunità di consumarli freschi o sotto zucchero o in vasetti come confettura.

Ricette succhi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Bloody mary analcolico pomodoro e fragole

Bloody Mary analcolico, buono come l’originale ma leggero

Guarnizione ed origini del Bloody Mary La guarnizione del Bloody Mary analcolico è affidata a uno spiedino di frutta e verdura, una scelta che punta alla freschezza, soprattutto se si considera che...

Purple Cosmopolitan

Purple Cosmopolitan, la ricetta fruttata del famoso cocktail

Come preparare il liquore alle violette L’elemento che più caratterizza il Purple Cosmopolitan, almeno rispetto al Cosmopolitan propriamente detto, è il liquore di violette. E’ un liquore...

Punch natalizio al cocco

Punch natalizio al cocco, la bevanda per le...

Cosa sapere sul latte di cocco Buona parte del sapore di questo punch alcolico natalizio è dato proprio dal latte di cocco. Le sue note morbide e dolci emergono in modo preponderante, ma sono...