bg header
logo_print

Crostata di fragole e cioccolato per una merenda gustosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crostata di fragole e cioccolato
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Crostata di fragole e cioccolato, un abbinamento speciale

La crostata di fragole e cioccolato è un dolce a cui sono molto affezionata. Lo preparo spesso, servendolo a parenti e amici che vengono in visita, ma anche ai più piccoli quando è ora di fare merenda. E’ uno dei pochi dolci che riesce ad unire in maniera impeccabile semplicità e bontà. Può essere considerato il simbolo di una cucina genuina, che non necessita di elaborazioni pacchiane per dare vita a un’esperienza di valore, trasformando il momento del pasto in un momento da ricordare e da condividere.

Di base si tratta di pasta frolla farcita con una ganache al cioccolato e alla panna, che viene decorata con le fragole fresche. Ogni morso vi regalerà una piccola gioia. Il sapore intenso del cioccolato, leggermente smorzato con la panna, si unisce in un abbraccio delizioso con la delicatezza acidula delle fragole. Il tutto senza appesantire più di tanto, questa crostata con le fragole non è mica un dolce ipercalorico!

Ricetta crostata di fragole

Preparazione crostata di fragole

  • Per preparare la crostata di fragole e cioccolato iniziate dalla frolla. Unite tutti gli ingredienti, mescolateli per bene e lavorateli con le mani fino ad ottenere un impasto ben amalgamato. Con questo formate una palla un po’ appiattita, da avvolgere con la pellicola alimentare e far riposare in frigo per 20-30 minuti.
  • Trascorso questo lasso di tempo stendete l’impasto con il mattarello su un piano di lavoro infarinato fino ad uno spessore di 2 cm.
  • Intanto rivestite uno stampo rettangolare con l’impasto e ritagliate i bordi in eccesso, poi create dei buchi superficiali sul fondo (usando una forchetta). Poi coprite con carta forno e sistemate sopra dei fagioli secchi. In questo modo la frolla non si alzerà più di tanto durante la cottura.
  • Ora cuocete al forno già caldo in modalità statica a 180 gradi per 25 minuti circa. Terminata la cottura, sfornate la frolla e lasciatela intiepidire.
  • Intanto preparate la ganache. Tritate il cioccolato e scaldate la panna in una pentola a bagnomaria. Ora aggiungete il cioccolato e mescolate con un leccapentola fino al completo scioglimento. Togliete la pentola dall’acqua calda e inserite il burro fuso, mescolando anch’esso per farlo sciogliere.
  • Versate la crema così ricavata sulla frolla usando una tasca da pasticceria con bocchetta liscia e larga.
  • Lasciate raffreddare e guarnite con le fragole prima di servire.

Per la pasta frolla alle nocciole:

  • 100 gr. di farina di nocciole,
  • 100 gr. di farina di cocco,
  • 2 uova grandi,
  • 125 gr. di burro chiarificato,
  • 55 gr. di zucchero di cocco,
  • 1 cucchiaino abbondante di scorza di arancia,
  • 1 pizzico di sale,
  • mezzo cucchiaino di cremor tartaro o bicarbonato da cucina

Per il ripieno e la guarnizione:

  • 250 gr. di cioccolato fondente al 70%,
  • 200 ml. di panna fresca consentita,
  • 20 gr. di burro chiarificato freddo,
  • q. b. di fragole

Una frolla senza glutine per questa crostata di fragole

Quando ho elaborato la ricetta della crostata di fragole e cioccolato ho pensato ai valori della semplicità e della bontà, senza mettere da parte le esigenze di chi, come me, non può assumere glutine. Proprio per questo ho pensato ad una frolla che potesse andare bene per tutti: sensibili al glutine, celiaci e non. La mia scelta è quindi ricaduta sulla base di pasta frolla con farina di nocciole.

Perché proprio la farina di nocciole? Semplice, la farina di nocciole ha una dolcezza intrinseca ed un aroma intenso, che si adatta bene a quello del cioccolato. Per moltiplicare ulteriormente questo contrasto tra dolce e intenso, ho associato alla farina di nocciole un po’ di farina di cocco.

Per quanto concerne il procedimento niente di nuovo, infatti è identico a quello di qualsiasi altra frolla: si uniscono gli ingredienti, si lavorano, si ricava un impasto e lo si lascia riposare in frigorifero, infine si utilizza per creare la base della crostata.

Una ganache semplice ma squisita per la crostata di fragole

Parlo ora della ganache, che è un altro punto di forza di questa crostata di fragole. La ganache è composta da cioccolato, burro e panna. Anche in questo caso il procedimento è semplice: si mette a riscaldare la panna, si scioglie al suo interno un trito di cioccolato e si aggiunge il burro freddo.

Il cioccolato deve essere fondente, a tal proposito vi consiglio un fondente al 70%, che è sufficientemente aromatico ma non troppo amaro. Anche in questa forma il cioccolato conserva tutto il potere nutrizionale del cacao. Troviamo infatti un ottimo apporto di vitamina E, vitamine del gruppo B, magnesio, sali minerali vari e antiossidanti. Inoltre, il cacao giova all’umore e funge da blando antidepressivo.

Per quanto riguarda la panna, invece, utilizzate direttamente quella fresca. Se soffrite di intolleranza al lattosio optate per quella delattosata, che è appena un po’ più dolce rispetto al prodotto standard.

Crostata di fragole e cioccolato

Cosa sapere sulle fragole

Anche le fragole meritano una menzione speciale in questa crostata. Sono tra i frutti preferiti da grandi e piccini, in quanto sono colorati, buoni, versatili e leggeri. Sono tra i pochi alimenti che smentiscono il detto secondo cui “se è buono fa ingrassare o fa male”, infatti le fragole fresche sono squisite, ricche di importanti sostanze nutritive e ipocaloriche: un etto non supera mai le 40 kcal.

Inoltre abbondano di vitamina C (che fa bene al sistema immunitario), vitamina A, potassio (che regola la pressione del sangue), luteine e licopene. Queste sostanze fungono da antiossidanti, quindi aiutano a prevenire il cancro, riducono l’impatto dei radicali liberi e rallentano l’invecchiamento cellulare. Inoltre, preservano l’integrità della vista e aiutano ad allontanare lo spettro delle patologie oculari, molto comuni tra gli anziani.

Le fragole contengono anche lo xilitolo, una sostanza che fa bene ai denti e che preserva la placca. Non è un caso che questa sostanza venga spesso integrata nei dentrifici e nei prodotti per l’igiene orale (collutorio compreso).

La crostata di fragole e cioccolato: quando e come servirla?

Nell’immaginario collettivo, la crostata rappresenta una delle prelibatezze più apprezzate della pasticceria italiana. Tradizionale, ma sempre attuale, è l’emblema di feste in famiglia e pomeriggi trascorsi a sorseggiare tè con gli amici. E se ci uniamo alla tradizione della crostata, l’innovazione del cioccolato e la freschezza delle fragole, otteniamo una combinazione inebriante: la Crostata di Fragole e Cioccolato.

 Il momento ideale per portare in tavola questa delizia spazia dalle occasioni speciali alle giornate comuni che vogliamo rendere uniche. Un compleanno, una festa di laurea o semplicemente una bella settimana in famiglia?

L’aroma del cioccolato fondente che si sposa con la dolce acidità delle fragole è una danza di sapori e profumi che sa conquistare ogni palato. Ma per apprezzarla al meglio, è essenziale considerare come e quando servirla.

Una crostata ben realizzata è un’opera d’arte per gli occhi prima ancora che per il palato. Presentatela su un piatto da portata elegante, magari guarendo con qualche fragola fresca o con foglioline di menta per un tocco di colore in più.

Benché sia ​​perfetta in ogni momento, immaginate una calda serata estiva, magari in terrazza o in giardino, quando il fresco inizia a farsi sentire. La Crostata di Fragole e Cioccolato, servita magari con una pallina di gelato alla vaniglia o una spruzzata di panna montata, diventa il dessert perfetto per concludere una cena tra amici o in famiglia.

Per esaltare al meglio i sapori, potresti prendere in considerazione di abbinarla a un buon bicchiere di vino dolce, come un Moscato o un Passito. L’armonia tra il dolce del vino e l’intensità del cioccolato creerà un connubio perfetto.

FAQ sulla crostata di fragole

Quanto può costare una crostata di frutta?

In genere una crostata di frutta può costare sulle 22 euro al chilo. Se è realizzata anche con altri ingredienti, come la crema al cioccolato, può superare i 25 euro. Tanto vale preparare la crostata in casa, anche perché è molto semplice.

Che origini ha la crostata?

La crostata ha origini incerte, nel senso che non è chiaro chi l’abbia preparata per la prima volta. La tendenza di creare degli impasti “biscottati” e friabili, da riempire con frutta e altri ingredienti, è molto antica. Tuttavia una leggenda molto diffusa attribuisce la paternità della crostata a una suora del convento di San Gregorio Armeno vissuta nel basso Medioevo.

Dove si conserva la crostata di frutta?

La crostata di frutta si conserva in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica. In questo modo può durare anche un paio di giorni.

Ricette di crostate ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crema al cioccolato bianco e nocciole

Crema al cioccolato bianco e nocciole, uno spalmabile...

Un focus sul cioccolato bianco Vale la pena approfondire il discorso sul cioccolato bianco, che è il vero protagonista di questa crema pasticcera al cioccolato, ma è anche un alimento molto...

Budino al limone e zafferano

Budino al limone e zafferano, un dolce elegante...

Quale latte utilizzare nel budino al limone? Il latte è una componente fondamentale di questo budino al limone e zafferano, come nella maggior parte dei budini o dei dolci al cucchiaio. Quale tipo...

Tartellette con crema pasticcera all’arancia

Tartellette con crema pasticcera all’arancia, una delizia

Come preparare la crema pasticcera Ma il vero punto di forza di queste tartellette è la crema pasticcera all’arancia. Si tratta di una versione particolare, che si inserisce nel solco delle creme...