Pesche

pescheQuali sono le caratteristiche e i valori nutrizionali delle pesche?

Le pesche sono tra i frutti più amati. Hanno un sapore caratteristico, abbastanza dolce ed equilibrato, e raramente tendente all’acidulo. Si caratterizzano anche per un importante apporto nutrizionale. Il riferimento è alla presenza della vitamina C e, in misura minore, alla vitamina A. Si segnalano elevate concentrazioni di potassio, magnesio e calcio. L’apporto calorico è basso, pari a circa 30 kcal per 100 grammi.

Seguono un ciclo di vita prettamente estivo. La raccolta inizia a giugno e termina a settembre. L’albero occupa dimensioni considerevoli e può raggiungere anche gli 8 metri. Genera dei fiori dal grande impatto visivo e con una forte valenza decorativa, amati per le dimensioni contenute e il colore tendente al rosa.

Le molteplici varietà di pesche

Si fa presto a dire pesche. Infatti, si segnalano numerosissime varietà, anche molte differenti tra di loro. Vi elenco qui di seguito le più diffuse.

  • Gialla. E’ la varietà più diffusa, si caratterizza per la pelle vellutata, la polpa gialla e succosa.
  • Bianca. Dalla polpa bianca e filamentosa, si caratterizza per un sapore dolcissimo.
  • Pescanoce. Di piccole dimensioni e dalla buccia liscia, si caratterizza per una polpa soda e dal gusto moderatamente dolce.
  • Percoca. dalla polpa molto soda e poco succosa. Viene utilizzata nell’industria di trasformazione per la produzione di sciroppi, liquori e altri derivati.
  • Tabacchiera. Dalla caratteristica forma schiacciata, è molto simile per gusto e consistenza alla varietà gialla.
  • Merendella. Pesca dalla tipica buccia verdastra, occupa un profilo medio in quanto a consistenza e dolcezza.
  • Pesca di Bivona. Varietà coltivata in Sicilia, si caratterizza per le dimensioni contenute e per la buccia particolarmente colorata. Sia polpa che la dolcezza sono nella media.

Come utilizzarle in cucina

Come quasi tutti i frutti è preferibile un consumo a crudo. Tuttavia, possono essere utilizzate anche in altri modi in cucina. Il più famoso consiste nella preparazione delle pesche sciroppate. Infatti, questo frutto per consistenza e sapore, si presta molto bene alla conservazione sotto spirito. Le pesche possono però valorizzare una vasta gamma di preparazioni dolciarie, sia in una prospettiva di ripieno che in fase di guarnizione.

Alcune ricette che vedono le pesche come protagoniste sono: le madeleine con yogurt e pesca, la bavarese alla pesca, il tiramisù cioccolato e pesca (una variante davvero curiosa) e la crema catalana alla pesca. Senza contare, ovviamente, il loro abbondante utilizzo in succhi, frappè, confetture, granite e centrifughe.


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti