Macedonia di frutta con fiocchi di latte, un ottimo dessert

Macedonia di frutta con fiocchi di latte
Stampa

Macedonia di frutta con fiocchi di latte, un dessert completo

La macedonia di frutta con fiocchi di latte è una gradevole variazione sul tema delle classiche macedonie. E’ un fine pasto ottimo, buono anche per chi soffre di intolleranze alimentari legate al glutine, come la celiachia. Infatti la lista degli ingredienti è completamente gluten-free. La protagonista di questa ricetta è ovviamente la frutta, che in questo caso è estremamente varia. Troviamo le ciliegie, che sono tra i frutti più apprezzati. Inoltre, a differenza di quanto possa suggerire la loro portata zuccherina, l’indice glicemico è basso, dunque possono essere consumate anche dai diabetici. Allo stesso modo, non sono nemmeno granché caloriche, dal momento che apportano solo 60 kcal per 100 grammi. Infine, i grassi sono quasi del tutto assenti.

Le ciliegie, come tanti altri frutti della medesima famiglia, sono ricchi di vitamine e sali minerali. Si segnala la vitamina C, che esercita un discreto impatto sul sistema immunitario, come anche il potassio, il fosforo e il magnesio. In occasione di questa ricetta le ciliegie vanno semplicemente denocciolate e tagliate in due, in modo che si possano amalgamare bene con gli altri ingredienti e cedere i propri succhi.

La frutta, un alleato degli sportivi

La macedonia, soprattutto nella variante ricca che vi presento oggi, rappresenta un modo gustoso e piacevole di consumare la frutta. E’ un modo per integrare nel proprio organismo elementi essenziali per mantenersi in salute. Ciò vale soprattutto per gli sportivi (e non solo), in particolare per coloro impegnati nelle gare di resistenza, che necessitano di una reintegrazione totale di vitamine e sali minerali. Questa semplice e importante verità, mi fornisce l’occasione per parlarvi di un evento che mi sta molto a cuore: la Maratona Dles Dolomites, una gara ciclistica che si terrà in Val Badia dal 1° al 4 luglio 2021.

Macedonia di frutta con fiocchi di latte

La gara coinvolgerà alcuni dei più incantevoli passi dolomitici. Solo per citarne alcuni: Passo Campolongo, Passo Pordoi, Passo Sella, Passo Gardena, Passo Giau e Passo Falzarego. La Maratona si preannuncia impegnativa (come ogni anno del resto). Sono previsti tre percorsi, tra cui il più “leggero” consta di una distanza di 55 km e di un dislivello pari a 1.780 metri. Anche Exquisa parteciperà all’evento, consapevole che lo sport e l’alimentazione sono due facce della stessa medaglia. In realtà sono la medaglia più importante, ossia quella della salute e del benessere psico-fisico.

Un approfondimento sulle albicocche

Anche le albicocche giocano un ruolo importante in questa macedonia di frutta con fiocchi di latte. Lo fanno in primis dal punto di vista estetico. Con il loro arancione spiccato notevolmente e conferiscono spessore “cromatico” alla ricetta, che appare colorata e bella da vedere. Ad ogni modo, le albicocche incidono anche e soprattutto dal punto di vista organolettico, con quel loro sapore dolce e solo vagamente acidulo. Lo fanno anche sul piano nutrizionale, anzi proprio in questo caso danno il meglio di sé. In primo luogo le albicocche contengono molto betacarotene, una sostanza responsabile proprio della tonalità arancione e soprattutto di un’intensa azione antiossidante.

In virtù di ciò le albicocche aiutano a combattere i radicali liberi e abbassano il rischio di contrarre il cancro. Tra l’altro, il betacarotene stimola la sintesi della vitamina A, che fa bene alla vista e non solo. Le albicocche sono ricche di vitamina C, che come abbiamo visto giovano all’organismo. Stesso discorso per il potassio e per il magnesio. Contengono anche calcio, che impatta positivamente sulla salute delle ossa, un elemento importante e non sempre presente negli alimenti di origine vegetale. In occasione di questa ricetta le albicocche vanno semplicemente denocciolate, tagliate a fette e mescolate agli altri ingredienti. Per quanto concerne l’apporto calorico siamo sulle 48 kcal. Infine, va evidenziata la quasi totale assenza di nichel, quindi la relativa sicurezza con cui gli intolleranti a questa sostanza possono consumare le albicocche.

Il ruolo dei fiocchi di latte

La novità di questa macedonia di frutta, rispetto alle altre macedonie, consiste proprio nella presenza dei fiocchi di latte. Si tratta di un prodotto lattiero-caseario squisito, che coniuga il sapore del formaggio ad una spiccata cremosità. La texture al palato risulta gradevole, benché molto eterogenea. Per l’occasione consiglio di utilizzare i fiocchi di latte Exquisa senza lattosio. L’azienda italiana è specializzata in prodotti lattiero-caseari, che produce coniugando la migliore tradizione nostrana con le esigenze del mercato e dell’industria. La materia prima è di assoluta qualità e la lista degli ingredienti non riserva sgradite sorprese. I fiocchi di latte, infatti, sono realizzati con semplice latte delattosato, sale, fermenti lattici, enzima lattasi e caglio.

Dunque niente conservanti, niente lattosio e niente glutine, una caratteristica tutt’altro che scontata visti i rischi di contaminazione nell’industria alimentare. L’apporto calorico è davvero basso per questa categoria: un etto di prodotto apporta solo 94 kcal. In compenso le proteine rappresentano ben il 13%. Di base i fiocchi di latte contengono lattosio (non in questo caso), dunque chi non riesce a digerirlo dovrebbe optare per altri prodotti. La stessa Exquisa è costellata di  tanti altri prodotti realizzati con latte delattosato, utili per questo tipo di ricette.

Le principali caratteristiche delle pesche noci

Tra gli ingredienti più squisiti di questa macedonia di frutta con fiocchi di latte spiccano le pesche noci. Stiamo parlando di una varietà di pesca molto particolare. Sono chiamate così perché sono piccole e all’apparenza “dure”. Nascondono un nocciolo molto grande che ricorda le albicocche e sono ricche di succo. Un’altra particolarità risiede nella buccia, che è molto liscia e anche commestibile se il frutto è di origine biologica. Proprio per questo consigliamo di consumare pesche noci bio, infatti proprio la buccia è ricca di vitamine e antiossidanti.

Per il resto le pesche noci condividono i valori nutrizionali con le altre tipologie di pesche. Dunque sono ricche di vitamina C, quasi quanto i più accreditati agrumi, e di betacarotene. Buono è anche l’apporto di vitamina K, che regola la densità del sangue. Contengono anche tanta vitamina E, che funge da antiossidante e agisce in funzione anti-tumorale. Inoltre, nonostante siano abbastanza zuccherine, hanno un indice glicemico estremamente basso. D’altronde contengono il fruttosio, una sostanze dolcificanti alquanto salutare. In quanto ad apporto calorico si difendono bene: un etto apporta solo 25 kcal.

Ecco la ricetta della macedonia di frutta con fiocchi di latte:

Ingredienti per 4 persone:

  • 20 ciliegie,
  • 6 albicocche,
  • 2 pesche,
  • 2 pesche noci,
  • 4 susine,
  • 1 manciata di ribes rosso,
  • 60 ml. di succo di mela non zuccherato,
  • 100 gr. di fiocchi di latte Exquisa senza lattosio,
  • q. b. di fiori di sambuco (facoltativo).

Preparazione:

Per la preparazione della macedonia di frutta con fiocchi di latte iniziate rimuovendo il nocciolo dalle ciliegie. Ora tagliate a metà tre quarti delle ciliegie, l’altro quarto lasciatelo per la decorazione finale. Rimuovete il nocciolo anche dalle albicocche, dalle susine e dalle pesche, poi tagliatele a fette non troppo sottili.

Ora trasferite la frutta in una insalatiera e condite con il succo di mela. Mescolate con cura e fate riposare per 15 minuti affinché la frutta ceda i suoi liquidi. Servite la macedonia in un’ampia ciotola con i fiocchi di latte, le ciliegie intere messe da parte e il ribes rosso. Se volete, potete decorare anche con dei fiori di sambuco freschi.

5/5 (2 Recensioni)
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


01-07-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Gelato di pesche e zafferano

Gelato di pesche e zafferano, un dessert speziato

Cosa ha di speciale il gelato di pesche e zafferano? Il gelato di pesche e zafferano con riso al salto vanigliato è un dessert molto particolare, che si distingue per una certa versatilità....

Torta Raffaello

Le migliori ricette senza glutine, ottimi piatti gluten-free

Un approfondimento sulla cucina gluten-free Le ricette senza glutine sono un mondo tutto da scoprire, adatte a chi ha ricevuto una diagnosi di celiachia da poco, e deve modificare in modo permanente...

Gelato di caju

Gelato di caju, una merenda dal gusto tropicale

Gelato di caju, un’esperienza insolita e gustosa Il gelato di caju è un gelato molto particolare. In primis, perché viene principalmente fatto in casa. D’altronde, nessuna gelateria ha ancora...

Cheesecake con lavanda e mirtilli

Cheesecake con lavanda e mirtilli, un dolce profumato

Cheesecake con lavanda e mirtilli, un’idea spettacolare La cheesecake con lavanda e mirtilli è una variante molto particolare del celebre dolce anglosassone. La differenza principale risiede...

Crostata festa della Bastiglia

Crostata festa della Bastiglia, un dolce per il...

Crostata festa della Bastiglia, un dolce per una rinomata ricorrenza francese La crostata festa della Bastiglia è esattamente ciò che suggerisce il nome, ossia un dolce per celebrare questa...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti