bg header
logo_print

Risotto con formaggio Stilton, una variante aromatica

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Risotto con formaggio Stilton
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 00 ore 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Risotto con formaggio Stilton, un piatto per stupire gli ospiti

Il risotto con formaggio Stilton, pesche e noci è una ricetta facile che gioca su aromi esotici reinterpretati in modo innovativo. E’ un risotto per stupire i commensali e per allietarli con singolari combinazioni di ingredienti. Si tratta di un primo piatto molto semplice da realizzare, infatti è sufficiente cuocere il riso in un po’ di brodo, integrarlo con il formaggio Stilton e mantecarlo con il Grana e il burro. Il vero tocco creativo giunge alla fine, quando il risotto viene guarnito con la pesca e le noci di Macadamia. La lista degli ingredienti potrà sembrare bizzarra, ma vi assicuro che vale la pena preparare questo risotto.

Ricetta risotto con formaggio stilton

Preparazione risotto con formaggio stilton

Per il risotto con formaggio Stilton, pesche e noci di Macadamia partite proprio delle noci. Tostatele brevemente in una padella, poi mettetele da parte. Intanto lavate le pesche, tagliatele in due e riducete la polpa un po’ a cubetti e un po’ a fette sottili. Ora aggiungete il riso in una pentola unta con olio di scalogno e fatelo tostare per bene, poi sfumate con il vino a fiamma alta. Infine, coprite con il brodo caldo poco alla volta e proseguite la cottura per 15 minuti.

Quando mancano pochi minuti alla cottura del riso, integrate il formaggio Stilton fatto a pezzetti e salate leggermente. Ora spegnete il fuoco, unite le pesche a cubetti, il burro e il Grana Padano grattugiato, infine mantecate il tutto. Concludete mettendo il riso nei piatti di portata, poi decorate con le fette di pesca, le noci tostate e una bella spolverata di aglio nero. Servite il riso quando è ancora caldo e buon appetito.

Ingredienti risotto con formaggio stilton

  • 320 gr. di Riso Carnaroli Riserva San Massimo
  • 3 cucchiai di olio allo scalogno
  • 1 lt e mezzo di brodo vegetale
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 80 gr. di formaggio Stilton
  • 2 pesche
  • 50 gr. di noci Macadamia
  • 30 gr. di burro chiarificato
  • 30 gr. di Grana Padano grattugiato
  • q. b. di aglio nero in polvere
  • un pizzico di sale.

Il protagonista del risotto con formaggio Stilton rimane comunque il riso Carnaroli, una varietà di riso per eccellenza, che si fa apprezzare per la capacità di resistere alle cotture prolungate e per la tendenza ad assorbire i liquidi. Il Carnaroli è un vanto dell’agroalimentare italiano, è nato in Veneto grazie all’ingegno del professore De Vecchi, che a ridosso del secondo dopoguerra ebbe la proficua idea di incrociare il Vialone Nero e il Lavarone. Per questa ricetta vi consiglio di utilizzare il Carnaroli di Riserva San Massimo, senza dubbio uno dei migliori Carnaroli che abbia mai provato. D’altronde è realizzato con il riso coltivato nel Parco del Ticino, un angolo d’Italia che spicca per la ricchezza del suolo e per l’abbondante biodiversità.

Un focus sul formaggio Stilton

Tra gli ingredienti principali di questo risotto spicca il formaggio Stilton. Di cosa si tratta? E’ a pasta dura e fa parte dei formaggi erborinati, ricco di grassi e con una consistenza significativa. E’ originario dell’Inghilterra (chiamato Blue Stilton) e per la precisione delle contee di Derby, Leicester e Nottingham. Il disciplinare è molto rigido e tenta di replicare le caratteristiche dello Stilton “autentico”, così come è stato prodotto fin dal Settecento, periodo in cui ha fatto la sua comparsa nel comparto lattiero – caseario inglese. Dello Stilton esiste comunque una varietà “bianca” e dal sapore un po’ meno pungente in quanto priva di erborinatura. Di norma lo Stilton è un formaggio da tavola, che si consuma a crudo.

In virtù della sua consistenza, però, può essere integrato in alcune ricette, proprio come nel risotto. In questa ricetta va inserito in una fase appena precedente alla mantecatura. Le proprietà nutrizionali dello Stilton sono simili al nostro gorgonzola piccante stagionato. E’ molto calorico, ma in compenso garantisce un discreto apporto di proteine, calcio e vitamina D. E’ anche senza lattosio, proprio grazie alla stagionatura, dunque può essere consumato senza problemi da chi soffre di intolleranze alimentari legate a questa sostanza.

Risotto con formaggio Stilton

Le proprietà delle noci di Macadamia

La lista degli ingredienti del risotto con formaggio Stilton si arricchisce anche delle noci di Macadamia. Esse fanno riferimento a una specie originaria dell’Australia, ma diffusa anche in America e in Europa. Il sapore di queste noci è piuttosto aromatico e speziato rispetto a quelle che crescono nella macchia mediterranea. Anche l’aspetto è diverso, infatti la texture è liscia come quella delle nocciole. La presenza delle noci di macadamia in questa ricetta è giustificata dalla capacità di interagire con gli altri ingredienti senza coprirli. Nello specifico, vanno tostate e aggiunte alla fine, in modo da creare un interessante contrasto a livello di texture. Da un lato la croccantezza delle noci e dall’altro la cremosità del riso mantecato.

Le proprietà nutrizionali delle noci di Macadamia sono eccellenti. Certo, sono ultra-caloriche (100 grammi di prodotto apportano ben 700 kcal), ma abbondano di grassi benefici che giovano al cuore e alla circolazione. Inoltre, aiutano persino ad abbassare il colesterolo cattivo. Per il resto, le noci di Macadamia sono ricche di calcio, fosforo, vitamina A e vitamine del gruppo B. Ottima è anche la presenza di una classe di sostanze antiossidanti come i flavonoidi.

Grana Padano o Parmigiano Reggiano?

La mantecatura del risotto con formaggio Stilton, pesche e noci di Macadamia è delegata a un formaggio molto stagionato. A tal proposito è sempre accesa la diatriba tra il Parmigiano Reggiano e il Grana Padano. Una diatriba destinata a perpetuarsi, anche perché non vi è una risposta univoca. Sono entrambi adatti alla mantecatura, ma è bene valutare anche l’impatto che esercitano sul riso.

Il Parmigiano è più secco, mentre il Grana è un po’ più oleoso. Dunque le mantecature sono rispettivamente “corpose” e “morbide”. Sul piano nutrizionale i due formaggi sono simili, infatti eccellono come apporto proteico, che supera abbondantemente i 30 grammi ogni 100. Inoltre, sono ricchi di calcio e vitamina D. Infine, l’apporto calorico viaggia sempre sulle 400 kcal per etto, ma in questo piatto ne vale decisamente la pena. Mi raccomando, fate attenzione alle dosi. Bastano solo 30 grammi di formaggio, se esagerate il risotto sarà troppo sbilanciato.

Ricette risotti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cous cous con vongole e zucchine

Cous cous con vongole e zucchine, un piatto...

Uno sguardo alle vongole Tra i protagonisti di questo cous cous spiccano le vongole, tra i molluschi più apprezzati in quanto capaci di trasmettere delle note ittiche in un contesto di generale...

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...