bg header
logo_print

Mousse di pesche e amaretti, un dessert gustoso e colorato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Mousse di pesche e amaretti
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Mousse di pesche e amaretti, un dessert diverso dal solito

La mousse di pesche e amaretti è un dessert che affonda le sue radici nella tradizione culinaria, ma che allo stesso tempo si distingue per la sua originalità e versatilità. Questo dolce, infatti, rappresenta una perfetta combinazione di sapori e consistenze, che lo rende un’opzione eccellente per chiunque desideri deliziare il palato dei commensali con un minimo sforzo.

Le origini di questa mousse possono essere ricondotte a una cucina che valorizza gli ingredienti freschi e di stagione. La base della mousse è costituita dalla polpa succosa delle pesche, un frutto per la sua dolcezza naturale. A questa polpa si aggiungono zucchero per dolcificare ulteriormente e succo di frutta per intensificare il sapore. La panna, con la sua cremosità, svolge il ruolo di legante, contribuendo a conferire una consistenza leggera e soffice al dessert.

 

Ricetta mousse di pesche

Preparazione mousse di pesche

Per preparare la mousse di pesche e amaretti seguite questi passaggi.

  • Lavate le pesche sotto l’acqua corrente, asciugatele, sbucciatele, denocciolatele e tagliatele a tocchetti.
  • Versate in un pentolino le pesche, lo zucchero e il succo di frutta.
  • Mescolate facendo sciogliere lo zucchero, poi cuocete a fiamma bassa per 5 minuti.
  • A fiamma spenta frullate con il minipimer fino ad ottenere una purea liquida. Accendete nuovamente il fuoco, aggiungete la panna fresca e cuocete per qualche istante per favorire una perfetta amalgama.
  • Versate la mousse così ottenuta in uno stampo, poi fatela riposare in frigo per due ore.
  • Prima del servizio sbriciolate gli amaretti e versateli sulla mousse. Come decorazione potete utilizzare un amaretto intero a porzione.

Ingredienti mousse di pesche

  • 400 gr. di pesche gialle
  • 100 gr. di zucchero semolato
  • 20 gr. di succo di frutta alla pesca
  • 100 ml. di panna fresca consentita
  • 80 gr. di amaretti.

Semplice da fare e buona da mangiare

La preparazione della mousse di pesche e amaretti  è relativamente semplice, ma il risultato è sorprendente. La miscela di ingredienti viene amalgamata con cura, poi cotta e infine frullata per ottenere una consistenza vellutata. Ciò che rende davvero speciale questa mousse è l’aggiunta degli amaretti. Questi biscotti italiani, noti per il loro sapore leggermente amaro e la consistenza croccante, vengono prima sbriciolati e poi disposti interi sulla superficie della mousse. Questo contrasto tra la morbidezza della mousse e la croccantezza degli amaretti crea un’esperienza gustativa unica.

La mousse di pesche e amaretti è un dessert che si adatta perfettamente a varie occasioni. La sua eleganza e la ricchezza dei suoi sapori la rendono ideale per i menu più sofisticati, spaziando dalla cucina creativa alla sperimentazione gastronomica. Tuttavia, la sua semplicità intrinseca la rende altrettanto adatta ai momenti conviviali, come cene tra amici o riunioni familiari.

In sintesi, la mousse di pesche e amaretti incarna la bellezza della cucina che coniuga tradizione e innovazione. È un dessert che continua a sorprendere e deliziare i palati di coloro che lo assaggiano, dimostrando che anche con ingredienti comuni si possono creare opere culinarie straordinarie. Quindi, osate prepararla e gustarla per vivere un’esperienza culinaria indimenticabile.

Tutta la bontà delle pesche gialle

La lista degli ingredienti della mousse di pesche e amaretti comprende le pesche gialle. Il loro sapore emerge in questa mousse, inoltre il loro colore impatta sul risultato finale e garantisce un elemento scenografico.

Le pesche gialle spiccano per il sapore pieno e corposo, oltre che per delle gradevoli note un po’ acidule, soprattutto se il frutto non è troppo maturo.

Le pesche gialle spiccano anche per il colore: la polpa esprime un giallo brillante, mentre la buccia esprime un giallo chiaro tendente al rosa. Questo frutto spicca anche per le proprietà nutrizionali, infatti è ricco di betacarotene, una sostanza che funge da catalizzatore per la vitamina A e che esercita una buona funzione antiossidante.

Per il resto, le pesche gialle apportano le vitamine e i sali minerali tipici della frutta zuccherina. Per quanto concerne l’apporto calorico, siamo sulle 50-60 kcal per 100 grammi.

In occasione di questa ricetta le pesche gialle vanno divise in tocchetti e cotte insieme allo zucchero e al succo della pesca. Lo scopo è quello di creare una perfetta amalgama, a cui aggiungere la panna fresca. Infine, si frulla il tutto e si ottiene così una mousse in piena regola, omogenea e molto morbida.

Come preparare gli amaretti per la mousse di pesche

Se le pesche gialle sono le protagoniste della mousse, gli amaretti sono i protagonisti della guarnizione di questo ottimo dolce al cucchiaio. Gli amaretti vengono sbriciolati in modo da rendere più complessa e gradevole la mousse, inoltre aggiungono un minimo di elemento croccante. Tuttavia, gli amaretti vengono inseriti anche nella loro forma intera per dare un tocco di creatività alla ricetta.

Mousse di pesche e amaretti

Potete acquistare gli amaretti al supermercato, ma vi consiglio di dare una chance alla versione casalinga. Non sono così difficili da preparare, inoltre avrete pieno controllo sugli ingredienti. Nello specifico avrete bisogno di bianco d’uovo, mandorle dolci, mandorle amare e zucchero. Non di rado, gli amaretti sono arricchiti con miele, latte, aromi e lievito.

Qui sul sito ho pubblicato la ricetta per degli amaretti speciali con scorze di limone, che aggiungono un tocco ancora più amaro. Per inciso, le mandorle vanno scottate, pelate, tritate e unite allo zucchero e agli altri ingredienti secchi.

Una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari?

Una domanda a questo punto sorge spontanea: la mousse di pesche e amaretti è compatibile per chi soffre di intolleranze alimentari? Ovviamente, occorre fare una distinzione tra le varie tipologie.

Per i celiaci semaforo verde, infatti la ricetta non contiene elementi cerealicoli, quindi è per sua stessa natura gluten-free. Gli stessi amaretti non vedono la partecipazione delle farine, che sono egregiamente sostituite dal trito di mandorle.

Discorso più complicato per gli intolleranti al lattosio in quanto è presente la panna, che è ricca dell’allergene. Tuttavia, è sufficiente utilizzare una panna delattosata per ovviare al problema. La panna lactose-free è leggermente più dolce di quella standard, ma in questo caso si tratta di un valore aggiunto.

E per quanto concerne gli allergici e gli intolleranti al nichel? L’unica soluzione sarebbe rinunciare agli amaretti, in quanto le mandorle sono ricche di nichel. A quel punto, però, parleremmo di una ricetta completamente diversa.

FAQ sulla mousse di pesche e amaretti

Dove conservare la mousse?

La mousse va conservata in frigo fino al suo utilizzo, inoltre deve essere ben coperta con una pellicola alimentare. In questo modo può durare anche tre giorni.

Che sapore hanno le pesche gialle?

Sono di norma molto dolci, ma possono risultare anche leggermente acidule se non sono del tutto mature.

Che sapore hanno gli amaretti?

Gli amaretti spiccano per il sapore dolce e leggermente amaro, come suggerisce il nome del resto. Ciò è dovuto alle mandorle ma anche alla componente alcolica, che non dovrebbe mancare mai.

Ricette di mousse ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...