Limoni

limoniProprietà e caratteristiche nutrizionali dei limoni

I limoni sono tra i frutti più conosciuti e apprezzati, protagonisti di tantissime ricette, sia nella veste di ingrediente principale che di condimento. Dal punto di vista botanico, i limoni fruttificano (nella migliore delle ipotesi) due volte l’anno, ossia a metà primavera e a metà autunno. Prediligono i climi caldi, ma sono in grado di svilupparsi anche in quelli temperati.

Dal punto di vista organolettico, invece, si pongono nel solco degli altri agrumi. Sono una fonte eccellente di vitamina C, che come tutti sanno supporta il sistema immunitario. Sono anche ricchi di antiossidanti, sostanze che contribuiscono ai meccanismi di rigenerazione cellulare e aiutano a prevenire il cancro. Stesso discorso per la limonina e il limonene, nonché per l’acido citrico, che serve per regolare l’acidità.

Le principali varietà di limoni

I limoni sono coltivati in Asia dal II millennio a.C. e in Europa dal IX secolo. Dunque, vista la loro lunga storia, non stupisce la presenza di tantissime varietà. Di seguito, vi elenco quelle più apprezzate e conosciute in Italia.

  • Quattro Stagioni. E’ una varietà che si caratterizza per la capacità di fruttificare tutto l’anno. In virtù di questo aspetto varia in quanto a gusto e succosità.
  • Zagara bianca. Il succo è molto acido, dunque viene impiegato soprattutto come condimento. La buccia è ricca di oli essenziali, quindi molto preziosa per il settore della cosmetica.
  • Limoni di Amalfi. Questa varietà si caratterizza per la quasi totale assenza di semi e per il succo delicato. Sono ottimi per le limonate e possono essere utilizzati anche per preparare insalate dal gusto “deciso”.
  • Lunario. Questo tipo di limoni è tra i meno aspri in assoluto. Sono anche tra i più profumati, dunque vengono impiegati anche in una prospettiva ornamentale.
  • Verna. E’ una varietà estiva, coltivata sia in Italia che in Spagna. Sono mediamente aspri e vengono impiegati soprattutto per realizzare i sorbetti.

Come valorizzare i limoni in cucina

I limoni, nonostante raramente possano essere consumati a crudo per via della loro asprezza, sono tra i frutti più versatili in assoluto. Figurano sia come ingrediente principale di sorbetti e succhi, ma anche come ingrediente di supporto in tantissime ricette, sia di bevande che di dolci e piatti salati.

Hanno un’eccellente capacità di impreziosire primi e secondi in una prospettiva agrodolce. I limoni sono ampiamente utilizzati anche nella produzione di cocktail, sia alcolici che analcolici, sia sotto forma di succo che a fette. Infine, i limoni vengono utilizzati anche nella pasticceria, soprattutto per fare torte secche.

 


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti