bg header
logo_print

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione indiana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Gulab jamun
Ricette per intolleranti, Cucina Indiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Gulab jamun, dall’India dei dolci al latte morbidi e gustosi

Oggi vi presento i gulab jamun, dei deliziosi dolcetti tipici della cucina indiana. Appaiono come dei bignè morbidi ma compatti, dalla forma abbastanza regolare e dalla texture liscia. Si fanno apprezzare anche per il loro colore dorato, che è frutto di un impasto speziato e di una frittura piuttosto delicata, che si ottiene a temperature più basse rispetto alle fritture standard.

I gulab jamun sono realizzati con farina, latte, burro e cardamomo. Dopo la cottura vengono immersi in un delizioso sciroppo e fatti riposare, secondo un procedimento che ricorda alla lontana il nostro babà.

Qui vi propongo una ricetta fedele all’originale ma compatibile con la celiachia. La farina classica è infatti sostituita dalla farina di riso, che si fa apprezzare non solo per il suo carattere gluten-free ma anche per la sua delicatezza rispetto agli altri ingredienti. Il risultato è una predominanza dei sentori del latte in quantità maggiori rispetto alla ricetta originale.

Ricetta gulab jamun

Preparazione gulab jamun

  • Per preparare i gulab jamun iniziate dall’impasto. In una ciotola versate il latte in polvere, la farina, il lievito e il cardamomo in polvere.
  • Incorporate il burro e mescolate fino a ottenere un composto dalla consistenza sabbiosa.
  • Aggiungete gradualmente il latte caldo, mescolando fino ricavare un impasto morbido e omogeneo. Non lavoratelo troppo, in quanto correte il rischio che i biscotti risultino duri.
  • Ora preparate lo sciroppo. In una pentola versate l’acqua e lo zucchero, i cardamoni e accendete il fuoco. A due terzi della preparazione dello sciroppo aggiungete il succo di limone e l’acqua di rose.
  • Riscaldate l’olio in una padella, l’olio deve essere solo mediamente caldo per evitare di carbonizzare la superficie dei gulab jamun.
  • Formate delle piccole palline dall’impasto e cuocetele fino a quando non diventano dorate. Prelevatele e scolatele sulla carta da cucina.
  • Immergete i gulab jamun nello sciroppo e fateli riposare affinché lo assorbano completamente. Ora servite e buona degustazione!

Per l'impasto:

  • 120 gr. di latte in polvere,
  • 30 gr. di farina di riso,
  • un quarto di cucchiaino di lievito in polvere,
  • 2 cucchiai di burro chiarificato sciolto,
  • 60 ml. di latte,
  • un pizzico di cardamomo in polvere

Per lo sciroppo:

  • 250 gr. di zucchero,
  • 300 ml. di acqua,
  • 4-5 cardamoni,
  • 1 cucchiaino di succo di limone,
  • 2 cucchiai di acqua di rose

Un impasto fuori dal comune

L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli impasti della pasticceria mediterranea. In secondo luogo perché utilizza due tipologie di latte: quello in polvere e il latte classico. Il latte può essere parzialmente scremato o intero, ma vi consiglio comunque quest’ultimo in quanto è più saporito e con una texture migliore.

Se volete seguire le versioni più antiche e autentiche dei gulab jamun potreste utilizzare il latte khoa. Si tratta di un tipo di latte addensato mediante cottura a fiamma bassissima. E’ molto denso ed ha una texture irregolare, simile a quella del caglio. Si rivela particolarmente utile per stabilizzare l’impasto e per compattarlo al meglio, un dettaglio non di poco conto per questa ricetta.

Come guarnire i gulab jamun?

I gulab jamun sono buoni così come si trovano, ma possono essere comunque guarniti in tanti modi diversi. Uno dei metodi più comuni in India consiste nel cospargere i dolcetti con pistacchi tritati finemente, che aggiungono un tocco di colore e una piacevole croccantezza. Un’altra opzione consiste nell’aggiunta di scaglie di mandorle tostate, che offrono un suggestivo contrasto in termini di consistenza e apportano un sapore delicato.

Inoltre i gulab jamun possono essere decorati con una leggera spolverata di cardamomo in polvere, che esalta il sapore aromatico della ricetta. Se cercate un tocco di eleganza è possibile aggiungere anche dei petali di rosa essiccati, che non solo abbelliscono il piatto, ma richiamano anche all’acqua di rose presente nello sciroppo. Infine si aggiunge la foglia d’argento commestibile chiamata “vark”, che può conferire un aspetto raffinato ai  gulab jamun, rendendoli ideali per occasioni speciali e celebrazioni.

Gulab jamun

Cosa sapere sul cardamomo

I gulab jamun ci danno modo di spendere qualche parola anche sul cardamomo, una spezia che ricopre un ruolo importante per questi deliziosi dolcetti indiani. Il cardamomo vanta un sapore unico che combina note dolci, piccanti e leggermente mentolate, da cui emerge un aroma floreale molto intenso. È una delle spezie più pregiate e versatili, utilizzata sia in cucina che nella medicina tradizionale.

Dal punto di vista nutrizionale il cardamomo si caratterizza per il contenuto di vitamine e minerali. Contiene vitamine del gruppo B, vitamina C e minerali come potassio, calcio e magnesio. Inoltre spicca per gli effetti anti-infiammatori, digestivi e antibatterici.

Inoltre il cardamomo possiede proprietà antiossidanti che aiutano a combattere i radicali liberi, contribuendo alla prevenzione delle malattie croniche e soprattutto dei tumori. In cucina il cardamomo è ampiamente utilizzato per aromatizzare dolci, bevande e piatti salati. È un ingrediente fondamentale nel masala chai (tè nero speziato), nei dolci tradizionali indiani come il kheer e nel curry. Nel gulab jamun il cardamomo introduce una nota decisamente aromatica, che contrasta quella un po’ ordinaria della farina e del latte.

FAQ sui gulab jamun

A cosa serve il latte nei dolci?

Il latte nei dolci serve a migliorare la texture e il sapore, inoltre aggiunge morbidezza e crea una consistenza più cremosa. Se viene spennellato sulla superficie (ad esempio nei dolci a base di pasta sfoglia), aiuta a sviluppare una crosta dorata e brillante in fase di cottura.

Che latte si usa per i dolci?

Per i dolci si può usare latte intero, parzialmente scremato o scremato, a seconda della ricetta. Il latte intero è preferito per la sua ricchezza e cremosità, mentre alternative come latte di mandorla o cocco sono usate in versioni vegane. In questo caso si usa il latte khoa, che è una sorta di latte addensato e ridotto a purea.

Cosa sono i gulab jamun?

I gulab jamun sono dolci indiani a base di latte in polvere, farina e burro. Questi dolci vengono fritti e immersi in uno sciroppo di zucchero aromatizzato con cardamomo e acqua di rose. Sono dei dolcetti morbidi e dal gusto delizioso, che vengono spesso serviti caldi durante festività e celebrazioni.

Cosa bere con i gulab jamun?

Con i gulab jamun si consiglia di bere tè chai o latte caldo speziato, che si abbinano al meglio con il loro sapore dolce e aromatico. Anche un bicchiere di latte freddo, o una tisana leggera, possono essere delle ottime scelte per bilanciare la dolcezza del dessert.

Ricette di dolci indiani ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Shirataki con verdure e salsa teriyaki

Shirataki con verdure e salsa teriyaki, un piatto...

Cosa sapere sugli shirataki I protagonisti di questa ricetta sono gli shirataki, un tipo di pasta molto consumato in Giappone ma considerata una rarità dalle nostre parti. Gli shirataki si...

Tacos con patate viola

Tacos con patate viola, una variante del piatto...

Cosa sapere sulle patate viola Il vero elemento di novità di questi tacos sono le patate viola. A differenza di quanto si possa immaginare, il colore è al cento per cento naturale e deriva...

Insalata di makhane

Insalata di makhane: contorno esotico della cucina indiana

Makhane o noci di loto: sapore, proprietà nutrizionali e usi in cucina Ma cosa sono di preciso le makhane presenti in questa insalata? Di base sono i semi del loto, una pianta carica di simbolismi...