bg header
logo_print

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso e leggero

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Insalata con arrosto di alce
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Cucina nordica
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Insalata con arrosto di alce, un secondo per stupire

Oggi cuciniamo l’insalata con arrosto di alce, un secondo piatto per stupire, trasformando il pasto in un viaggio nella cucina del nord Europa, là dove la carne di alce è un must. Un secondo che spicca per la morbidezza e per i sapori variegati. A fare la parte del leone è la carne, che è ben supportata da un contorno a base di verdure e dalla salsa yogurt.

Niente paura, la ricetta è diversa dalle altre ma anche molto semplice. La carne di alce, infatti, non impone sfide insormontabili e si posiziona allo stesso livello degli atri tipi di carne. Si tratta di rosolare la carne e cuocerla al forno con erbe aromatiche, verdure e ortaggi.

Per quanto concerne il contorno, è sufficiente assemblare gli ingredienti. Lo stesso vale per la salsa allo yogurt. Date quindi una chance all’insalata con arrosto di alce, regalandovi un secondo “nordico” come raramente ne avete assaggiati.

Ricetta insalata con arrosto di alce

Preparazione insalata con arrosto di alce

  • Per preparare l’insalata con arrosto di alce seguite questi passaggi. Pulite la carne di alce, sciacquatela e asciugatela con la carta da cucina.
  • Strofinate la carne con l’aglio schiacciato e con le erbe aromatiche in modo che assorba un po’ di sapore.
  • Scaldate un’ampia padella antiaderente e aggiungete un po’ di olio. Poi rosolate la carne su tutti i lati per 5-10 minuti, in modo da sigillare i liquidi al suo interno.
  • Trasferite la carne in una teglia, aggiungendo (se gradite) ortaggi, verdure a piacere, spezie, erbe aromatiche etc.
  • Condite con sale e pepe e cuocete al forno per 1 ora e mezza. Durante la cottura irrorate la carne con un po’ di brodo di carne o vino rosso.
  • Verificate la cottura della carne con un termometro da cucina. La cottura al sangue corrisponde a 50-55 gradi, la cottura media a 60-65, la cottura completa a 70-75. Lasciate raffreddare la carne e passate all’insalata.
  • Versate la carne in una insalatiera e aggiungete le verdure e i semi di finocchio tostati.
  • Ora preparate la salsa allo yogurt mescolando lo yogurt greco, il succo di limone, l’olio, la senape e l’aglio tritati. Infine, condite con sale e pepe a piacere.
  • Versate la salsa allo yogurt sull’insalata e guarnite con erbe fresche a piacere, aggiungendo come accompagnamento dei crostini di pane tostato. Servite e buon appetito.

Per l'arrosto:

  • 500 gr. di carne di alce (spalla coscio e lombo),
  • q. b. di sale e di pepe nero,
  • q. b. di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di erbe aromatiche,
  • 1-2 spicchi di aglio,
  • q. b. di brodo di carne o vino rosso

Per l'insalata:

  • 1 finocchio, tagliato a fettine sottili,
  • mezzo cavolo bianco tagliato a strisce sottili,
  • 1 cetriolo,
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio tostati,
  • q. b. di sale e di pepe nero

Per la salsa yogurt:

  • 150 ml. di yogurt greco,
  • 1 cucchiaio di succo di limone,
  • un cucchiaio di olio extravergine di oliva,
  • 1 cucchiaino di senape di Dijon,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • q. b. di sale e di pepe nero,
  • q. b. di foglioline di menta per guarnire

Cosa sapere sulla carne di alce

La ricetta dell’insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il suo sapore è intenso e sa di selvaggina. Allo stesso tempo è un tipo di carne adatto a tutti i palati, non stanca e si presta agli abbinamenti più vari, tanto con le verdure quanto con le erbe aromatiche.

Ma la carne di alce eccelle anche dal punto di vista nutrizionale. L’apporto calorico non supera le 110 kcal per 100 grammi, merito di una quantità di grassi davvero esigua. Lo stesso non si può dire delle proteine, che superano i 22 grammi per etto.

La carne di alce abbonda anche di vitamine del gruppo B, che accelerano il metabolismo e agevolano lo sviluppo muscolare. In quanto carne rossa, contiene anche ingenti dosi di ferro e di magnesio.

Insalata con arrosto di alce, una ricetta con contorno incluso

La ricetta dell’insalata con arrosto di alce che vi propongo oggi è particolare anche perché include il contorno. E che contorno! Un mix di verdure, semi ed erbe aromatiche che fa venire l’acquolina solo a guardarlo.

La base è data dal cavolo bianco, che spicca per il suo sapore corposo e allo stesso tempo delicato, inoltre si presta agli abbinamenti più disparati. A supporto troviamo il cetriolo, che aggiunge un tocco acidulo che contrasta quello pungente e intenso dell’alce. Troviamo anche i semi di finocchio tostati, che aggiungono un gradevole aroma e introducono l’elemento croccante.

Insalata con arrosto di alce

Il tutto viene condito da una elegante salsa allo yogurt, che ha il pregio di incorporare la senape di dijon. In questo modo si viene a formare un contorno di classe, rustico e allo stesso gourmet, proprio l’ideale per valorizzare l’insalata con arrosto di alce, rendendo onore al suo sapore intenso e particolare.

Come preparare l’arrosto perfetto

Preparare l’arrosto è semplice, ma preparare un ottimo arrosto è già più complicato. Per farlo è necessario prendere alcuni accorgimenti.

Il più importante riguarda la consistenza, che deve essere morbida. Un dettaglio non di poco conto se si considera che il rischio più grande è quello di ritrovarsi con una carne coriacea e poco masticabile. Il trucco consiste nel rosolare la carne prima di cuocerla, in questo modo si sigillano i succhi e si mantiene la carne soffice. Un altro trucchetto consiste nel bagnare la carne con il brodo di carne o con il vino rosso durante la cottura.

Fate attenzione anche alla durata della cottura, essa dipende dal tipo di carne che si desidera: al sangue, media o ben cotta. Nel primo caso l’interno deve raggiungere i 50-55 gradi, nel secondo caso deve raggiungere i 60-65 gradi, nel terzo caso i 70-75 gradi. Ciò significa che dovrete munirvi di un termometro da cucina. Se non riuscite a recuperarne uno, tagliate la testa al toro e spegnete il forno dopo un’ora e mezza di cottura

Io consiglio sempre la carne al sangue quando si tratta di selvaggina, è infatti il grado di cottura perfetto per una carne di per sé succosa, che riempie il palato con il suo sapore intenso.

FAQ sull’insalata con arrosto di alce

Come far ammorbidire l’arrosto?

Per ammorbidire l’arrosto è necessario prendere due accorgimenti: rosolarlo a fiamma alta per qualche minuto (sigillando i succhi) e irrorarlo con brodo di carne o vino rosso durante la cottura.

Quanto deve cuocere l’arrosto?

L’arrosto deve cuocere almeno un’ora e mezza. La durata però dipende dal tipo di cottura che si desidera: al sangue, media o ben cotta. Il consiglio è di regolarsi con un termometro da cucina, tenendo a mente che la cottura al sangue corrisponde a 55 gradi, la media al 65 gradi e la cottura ben cotta al 75 gradi.

Quante calorie ha un arrosto?

La carne di alce apporta 110 kcal per 100 grammi. Considerando che per questo arrosto si usa mezzo chilo di carne, un po’ di olio e qualche erba aromatica, una porzione dovrebbe apportare sulle 300 kcal.

Ricette di arrosto ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...

Chutney di semi di melone

Chutney di semi di melone: una ricetta gustosa...

I semi di melone: una gradita sorpresa ricca di nutrienti I semi di melone sono i veri protagonisti di questa chutney, una salsa che prende ispirazione da uno dei più famosi piatti indiani per...