Insalata di pasta e gamberi, un primo fresco e delicato

Insalata di pasta e gamberi
Stampa

Insalata di pasta e gamberi, un piatto colorato e gustoso

L’insalata di pasta con gamberi e zucchine è un primo piatto freddo che si inserisce nel solco delle paste fredde della tradizione italiana. Tuttavia, si segnala qualche elemento di novità per quanto concerne la lista degli ingredienti. Sebbene la ricetta della “pasta fredda” consenta ampi i margini di discrezione, l’insalata di pasta con gamberi, zucchine e piattoni propone abbinamenti abbastanza arditi, ma comunque in grado di essere apprezzati da tutti i palati. Il riferimento, ovviamente, è alla presenza di un prodotto ittico e dei fagiolini, nello specifico sto parlando dei gamberi e dei piattoni. Per quanto tale commistione possa apparire strana, in realtà risulta davvero azzeccata, sia come impatto visivo e sia in termini organolettici.

Per quanto concerne i gamberi, il consiglio è di porre la massima attenzione nella fase di pulitura. Nella fattispecie, è bene precuocerli, e solo allora rimuovere le teste, le code e i gusci. Vale la pena, comunque, fare qualche sforzo in più e non rinunciare a questo apprezzatissimo prodotto ittico. Anche perché non è solo buono, ma anche nutriente, infatti è un’ottima fonte di proteine, ma allo stesso tempo contiene tantissimi acidi grassi omega tre, sostanze che giovano all’apparato cardiocircolatorio, alla funzione visiva e a quella cognitiva.

Cosa sono i piattoni?

Molti di voi probabilmente non hanno mai sentito parlare dei piattoni, utilizzati in questa insalata di pasta con gamberi e zucchine. Si tratta, in realtà, di un ingrediente piuttosto comune, identificato con il nome di fagiolini. Dal punto di vista botanico, va detto che i piattoni sono una varietà dei fagiolini standard, che si caratterizza per dimensioni più contenute e per un colore un po’ più brillante. Dal punto di vista nutrizionale, ci sono ben poche differenze tra piattoni e fagiolini standard.

Insalata di pasta e gamberi

Dunque, anche i piattoni sono poco calorici, con le loro 42 kcal per 100 grammi. Allo stesso tempo, però, contengono molte vitamine e sali minerali, il riferimento è al magnesio, al ferro, al fosforo, alla vitamina C e alla vitamina K. Rilevante è anche la quantità di fibre, che contribuiscono a una digestione migliore e riequilibrano alla flora batterica intestinale.

Le eccellenti proprietà delle zucchine

La lista degli ingredienti dell’insalata di pasta con gamberi si fregia anche della presenza delle zucchine, ortaggi molto consumati in Italia ma dati un po’ troppo per scontati. Infatti, ben pochi conoscono le loro reali potenzialità sotto il profilo nutrizionale. Il riferimento è alla già citata presenza di fibre, che in questo caso raggiunge livelli davvero interessanti. Notevole è anche l’apporto di vitamine e sali minerali, con esplicito riferimento alla vitamina C e al potassio. Inoltre, hanno un apporto calorico davvero minimo, rendendole un alimento perfetto da inserire nelle diete dimagranti. Ad ogni modo, 100 grami di zucchine contengono a malapena 10 kcal.

Le zucchine sono versatili, quindi possono essere preparate in un’infinità di modi. Per l’occasione, vanno tagliate a julienne e, insieme ai pomodori, rosolate brevemente in poco olio. Alla fine vanno unite alla pasta e agli altri ingredienti. Il consiglio, comunque, è di utilizzare le zucchine medie, in quanto si cuociono in fretta e sono più facili da tagliare.

Ecco la ricetta dell’insalata di pasta con gamberi, zucchine e piattoni:

Ingredienti per 4 persone:

  • 240 gr. di pasta tipo sedanini,
  • 300 gr. di gamberi bolliti,
  • 200 gr. di piattoni,
  • 200 gr. di pomodorini ciliegino,
  • 2 zucchine medie,
  • 1 cucchiaio di aceto,
  • succo di un limone,
  • q. b. di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale e di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione dell’insalata di pasta con gamberi e zucchine iniziate passando i gamberi sotto l’acqua corrente, senza staccare la coda e la testa. Ora scaldate dell’acqua leggermente salata, aggiungendo il succo di limone e un cucchiaino di aceto. Non appena l’acqua bolle, scottate i gamberi per pochissimi minuti, poi scolateli e fateli raffreddare. Solo a questo punto rimuovete la coda, la testa e i gusci. Ora lessate la pasta in acqua salata, quando è al dente, scolatela, fatela raffreddare e conditela con un po’ di olio extravergine d’oliva.

Intanto, rimuovete le estremità dei piattoni ed eliminate i filamenti. Infine, lavateli con cura sotto l’acqua corrente e cuoceteli a vapore per circa 20 minuti. Per conservare il loro colore verde brillante, a fine cottura scolateli per bene e immergeteli nell’acqua fredda. Ora lavate le zucchine e i pomodori, poi sbucciateli. Fate i pomodori a spicchi e affettate le zucchine a julienne, poi rosolateli brevemente in poco olio. Trasferite tutti gli ingredienti in una ciotola, a partire dalle verdure, poi a seguire la pasta e i piattoni ben asciutti. Per finire, unite i gamberi e condite il tutto con olio extravergine di oliva, un po’ di sale e un po’ di pepe. Mescolate per bene prima di servire e buon appetito

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


15-06-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti