Le migliori ricette con le zucchine, alimento salutare

Sartou di riso con zucchine e mozzarella
Commenti: 0 - Stampa

Le zucchine, un alimento gustoso e salutare

Le zucchine non possono mancare nella dieta di chi vuole coniugare gusto e salute. Le ricette con le zucchine sono un toccasana per la nostra salute in quanto contengono eccellenti proprietà nutrizionali. Le zucchine, infatti, sono ortaggi ricchi di vitamina C, magnesio e zinco. Inoltre, non contengono grassi (presenti solo in bassissime percentuali) e sono più che abbondanti di fibre. Proprio per questo, non è un caso che alle zucchine vengano attribuite proprietà diuretiche e disintossicanti. Hanno, infine, un apporto calorico quasi inesistente, che le rende protagoniste anche delle diete dimagranti più ferree.

Le zucchine sono presenti con tantissime varietà, che differiscono per gusto e per aspetto. Sono simili, invece, le caratteristiche nutrizionali e le molteplici applicazioni in cucina. Uno dei pregi delle zucchine, infatti, è la versatilità, possono fungere da ingrediente principale, o di supporto, per primi, antipasti, contorni, piatti unici, torte salate e molto altro ancora. Non presentano difficoltà particolari, anche perché sono ampiamente gestibili da chi ha poca esperienza in cucina. Qui di seguito vi presento alcune ricette che valorizzano e si fanno valorizzare alle zucchine. Per ogni ricetta vi rimando, con un apposito link, a tutti i dettagli pubblicati sempre qui su Nonnapaperina.it.

Parmigiana di zucchine in vasocottura

Le zucchine nei primi piatti

Per la nostra carrellata di ricette, partiamo da un grande classico rivisitato, ossia le lasagne con zucchine e fiocchi di latte. In questo caso le zucchine si “comportano” come i cubetti di prosciutto nella versione originale, dunque vanno distribuiti tra uno strato e l’altro. Ci tengo a specificare che la ricetta in questione è anti-intolleranze, in quanto sia le lasagne che i fiocchi di latte sono gluten&lactose free.

Un primo molto semplice, ma che rende moltissimo, sono gli spaghetti con zucchine, datterini e noci. Si tratta di un primo a base di pasta, che non prevede l’uso di salse, bensì di ingredienti rosolati in padella. E proprio in padella è l’utilizzo più frequente che si fa delle zucchine. Questo piatto si caratterizza per la sua semplicità e il suo gusto, inoltre non presenta alcuna difficoltà per quanto riguarda la sua preparazione.

Discorso simile, ma solo fino a un certo, è quello per le tagliatelle di teff con zucchine e salmone. Il protagonista qui è la tagliatella di teff, un cereale molto particolare e privo di glutine, e la zucchina che funge da condimento. Nello specifico, viene rosolata e abbinata al salmone, che interviene quasi a fine preparazione.

Una ricetta diversa, e un po’ più complicata, è quella degli gnocchi di zucchine, salmone, panna e dadolata di pomodoro. In questo caso le zucchine sono parte integrante dell’impasto degli gnocchi. Il risultato finale è straordinario, in quanto tutti gli ingredienti (pomodoro, salmone, panna e zucchine) si sposano perfettamente in un modo unico ed equilibrato.

Le nostre ricette con le zucchine nei secondi

Le zucchine possono formare un secondo piatto? Teoricamente no, dal momento che la loro origine è vegetale, tuttavia possono essere considerate “da secondo piatto”, se sostituiscono o completano la carne e il pesce. E’ il caso, per esempio, degli involtini di zucchine e fiocchi di latte, che all’occorrenza possono essere serviti come antipasto. Le zucchine vanno tagliate a fette e arrotolate intorno ad una farcitura di fiocchi di latte. Un’idea semplice ma geniale che stupirà i vostri commensali.

Discorso simile per le polpette di zucchine, ricotta e pesto. In questa ricetta le zucchine vengono trattate come se fossero un trito di carne. Ovviamente, vanno cotte e sminuzzate, poi unite al pangrattato, all’uovo, al parmigiano grattugiato, alla ricotta e al pesto (ingredienti sui generis per delle polpette). La particolarità di queste polpette consiste nella necessità di farle riposare in frigo prima di cuocere, affinché si compattino per bene.

Un altro secondo molto gustoso è quello delle zucchine ripiene con tonno e uovo di quaglia. In questo caso la zucchina funge da “contenitore” e da ripieno allo stesso tempo. Va, infatti, bollita e scavata, mentre la polpa va unita agli altri alimenti del ripieno. Potete utilizzare qualsiasi zucchina desideriate, ma il consiglio è di optare per quelle tonde.

Le ricette con le zucchine da utilizzare come snack, antipasti e piatti unici

E’ davvero lunga la lista di torte salate e focacce che vedono le zucchine come protagoniste. Tra l’altro, queste ricette possono essere servite sia come snack che come antipasti, se non addirittura come piatti unici, per quanto “veloci”. Non può mancare, in questa sezione, la torta salata con ripieno di zucchine, in questo caso arricchite dallo speck. Le zucchine vanno tagliate finemente e rosolate in un po’ di olio extravergine d’oliva.

E che dire della focaccia di pomodori e zucchine? Si tratta di un classico intramontabile, patrimonio della cucina pugliese e non solo. In questa ricetta le zucchine intervengono alla fine, infatti, dopo averle lavate e tagliate finemente a rondelle, vanno distribuite sulla base della pasta insieme ai pomodori.

Vorrei concludere con un piatto raffinato, il classico antipasto che fa fare bella figura con i commensali, sto parlando delle tartare di tonno con zucchine. In questo caso l’ortaggio va tagliato a fette molto sottili con una mandolina e arrotolato insieme ai cubetti di tonno. Questi rotolini sono valorizzati dai cubetti di pomodorini cotti al forno (per circa una decina di minuti) e ben conditi.

Sartou di riso con zucchine e mozzarella

Cercate un piatto delizioso da portare in tavola? Ecco il sartou

Il sartou di riso con zucchine e mozzarella è una sorta di torta di riso, con un ricco ripieno, goloso e saporito. Nella tradizione culinaria di alcune regioni del nostro paese, questa ricetta si prepara con un sugo e prevede l’uso della carne e del formaggio. La versione con zucchine e mozzarella è comunque un pasto completo, ma sicuramente più leggero e adatto anche ai vegetariani e, utilizzando la mozzarella senza lattosio, possiamo decisamente offrire questa deliziosa pietanza persino agli intolleranti.

Potrete preparare il vostro sartou in una teglia rotonda o rettangolare unica, ma anche prediligere la versione monoporzione si presenterà come una scelta che avrà il suo perché. Oltre a questo, dovreste considerare che si tratta chiaramente un piatto che va servito caldo, per godere della mozzarella filante. Tuttavia, sarà buono anche da freddo. Prima di metterci al lavoro, andiamo però a scoprire qualcosa di più sugli ingredienti presenti in questa ricetta.

Il riso: un alimento tanto diffuso quanto ricco di nutrienti

Il riso è il protagonista di questa ricetta e non molti di noi sanno che nel mondo ne esistono circa 50 varietà differenti. Si tratta di un cereale coltivato e diffuso in ogni angolo del pianeta, che fa parte della cucina orientale così come della cucina occidentale. Si mangia da solo o accompagnato da carne e da verdure, in versione salata o dolce. Da questo si capisce che la grande diffusione di questo cereale è dovuta principalmente alla sua bontà e a tutte le sue caratteristiche nutritive, ma anche alla sua versatilità.

Questo alimento è un vero alleato dell’apparato digerente: stimola e aiuta l’intestino grazie all’apporto benefico che regala alla flora intestinale. Pertanto, rende ogni piatto di sartou di riso con zucchine e mozzarella molto digeribile. Tuttavia, dovreste sapere che è perfetto persino per l’apparato cardiocircolatorio: grazie al basso contenuto lipidico e di sodio, il riso non mette a rischio la salute del sistema ed è adatto anche a chi soffre di pressione arteriosa alta.

Ha inoltre un valore proteico da non sottovalutare, che lo rende un alimento energetico, saziante e utile per promuovere lo sviluppo e la salute del tessuto connettivo. Un aspetto che proprio non deve essere trascurato sta nel fatto che si tratta di un cereale che non contiene glutine, rivelandosi adatto anche ai celiaci. Ma cos’altro ha di buono questo sartou?

Sartou di riso con zucchine e mozzarella

Sartou di riso con zucchine e mozzarella: troppo buono

Ovviamente, se questa pietanza risulta deliziosa, anche le zucchine hanno i loro meriti. Sono ortaggi leggeri, poco calorici, di facile digestione e carichi di vitamina C, betacarotene e tanti altri fitonutrienti e antiossidanti. La mozzarella completa il quadro nutrizionale con il suo apporto proteico, vitaminico e ricco di minerali, senza contare che, naturalmente, il suo sapore si sposa perfettamente con quello degli altri ingredienti.

In poche parole, con questo sartou di riso con zucchine e mozzarella avrete a disposizione tutta l’energia e i nutrienti necessari al corretto funzionamento dell’organismo. Deliziosa e genuina, si tratta di una pietanza ideale per l’estate, ma per tutte le altre stagioni!

Ingredienti per 4/6 persone

  • 300 gr di riso,
  • 3 zucchine medie,
  • 1 cipolla bianca,
  • q.b. brodo vegetale,
  • 2 mozzarelle consentite,
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • 50 gr. di parmigiano reggiano,
  • 40 gr. di burro chiarificato,
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Mondate e lavate  le zucchine e grattugiate. Adagiate in uno scolapasta e cospargete con del sale Lasciate riposare per 30 minuti così che perdano l’acqua in eccesso.

Sbucciate e affettate la cipolla. Soffriggete la cipolla in poco olio e aggiungete le zucchine, aggiustate di sale e pepe e proseguite la cottura per pochi minuti

Aggiungete il riso e proseguite la cottura bagnando con del brodo. Mi raccomando che non deve stracuocere ma deve essere molto al dente.

Scolate le mozzarelle e riducete a cubettini.

In una teglia da forno versate uno strato di riso. Distribuite la mozzarella e poi di nuovo uno strato di riso e come ultimo strato la mozzarella rimasta

Cospargete la superficie con il parmigiano reggiano e dei fiocchetti di burro e infornate a 180 gradi per circa 20 minuti,

Lasciate intiepidire prima di servire.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

I migliori piatti italiani

I migliori piatti italiani, apprezzati in tutto il...

Alla riscoperta della cucina italiana Quali sono i migliori piatti italiani più famosi e apprezzati in patria e all’estero? Sembra una domanda superflua, se posta da un italiano. Eppure può...

colazione per i bambini

La colazione per i bambini che rientrano a...

Il rientro a scuola dalle vacanze, un momento stressante Il rientro a scuola dopo le vacanze estive prevede una sana colazione adeguata per i bambini, soprattutto dopo un periodo di vacanze molto...

verbena

La verbena, una pianta officinale dalle mille proprietà

Le principali caratteristiche della verbena La verbena è una pianta perenne appartenente alla categoria delle verbenacee, che si trova spesso allo stato selvatico ed ha dimensioni contenute (in...

carne di coniglio

La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e...

Un approfondimento sulla carne di coniglio La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un' ottima carne squisita, morbida e adatta alle...

La colazione per gli studenti, alcune idee nutrienti

La colazione per gli studenti, il pasto più importante della giornata La colazione per gli studenti (e non) è il primo e il più importante pasto della giornata, secondo gli esperti. In Italia si...

insalata con melissa

Tornare in forma dopo l’estate, alcuni consigli utili

Perché si tende ad ingrassare in estate? Tornare in forma dopo le vacanze estive è un obiettivo di molti, proprio perché sono in tanti a “ingrassare” durate i momenti di relax. Ma perché...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


30-08-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti