Farina di teff – un cereale senza glutine poco conosciuto

Farina di teff
Commenti: 5 - Stampa

Farina di teff – un cereale senza glutine poco conosciuto ma che merita di essere provato. Oggi si parla del Teff e le sue origini sono da ricercare in Etiopia dove si hanno testimonianze tra il 4000 e il 1000 a.C., oggi è diffuso anche in Eritrea, in Australia e in India. Appartenente alla famiglia delle graminacee, il teff è un cereale poco noto in Italia nonostante sia molto interessante dal punto di vista nutrizionale, principale causa della sua crescente popolarità negli ultimi tempi.

Nonostante le piccole dimensioni, è un cereale molto redditizio, infatti bastano una manciata di semi per coprire un campo di medie dimensioni; sono estremamente resistenti all’umidità, al caldo, alla muffa e alla disidratazione, quindi perfettamente adattabili a un clima arido come quello africano. A seconda del colore si possono avere due tipi di farina: un sapore più delicato e dolce per la farina bianca e uno più deciso per quella scura derivante dalla macinazione del chicco rosso.

Farina di teff,  tutta da scoprire

Il teff si distingue per un ottimo contenuto di carboidrati complessi (per lo più da amido), calcio, ferro e potassio; contiene inoltre mediamente il 12% di proteine. A causa della piccola dimensione del chicco, la macinatura deve essere fatta integralmente, per questo il teff è annoverato tra le farine integrali.

Fonte eccellente di fibra in quanto la farina include la crusca, questa composizione gli permette di essere un cereale facilmente digeribile anche da parte di chi ha problemi legati all’apparato digerente.

Il teff offre ai consumatori un’alternativa senza glutine, e costituisce una buona fonte di tiamina, il cui principale ruolo riguarda il metabolismo energetico e in dettaglio quello dei glucidi (comunemente noti come carboidrati); vitamina B6, niacina, detta anche vitamina PP, e vitamina B3 presente soprattutto nei cereali e in cibi altamente proteici come le uova e i formaggi.

Nella cucina eritrea, somala ed etiopica, la farina di teff è impiegata in molte specialità da forno dolci e salate soprattutto in quella del pane, dove la fermentazione permette di incrementare l’apporto proteico a discapito di quello dei carboidrati; un piatto tipico è il pane Injera, molto simile alla nostra Piadina romagnola. E’ utilizzato anche per diverse pietanze in cui si è soliti utilizzare l’amaranto, un cereale molto simile e coltivato in America centrale e meridionale.

Ottimo anche come addensante di zuppe di legumi e verdure. La caratteristica che lo contraddistingue è la pressochè totale assenza di glutine, che ne fa un interessante e ricercato cereale per la preparazione di alimenti per celiaci, diabetici, intolleranti al glutine.

crepes di teff con nutella e fragole

Una colazione molto gradita:  le crepes di teff con nutella e fragole

Le crepes di teff con nutella e fragole con il loro sapore e il loro profumo inconfondibile che si sente da lontano non hanno impiegato molto a divenire uno dei dolci più amati da grandi e piccini. Binomio indissolubile tra la sottile sfoglia e la golosa crema spalmabile alla nocciola, è impossibile parlare delle crepes senza farsi venire l’acquolina in bocca.

Il profumo della crema alla nocciola che si ammorbidisce sulla crepes calda è irresistibile anche per chi ha una volontà di ferro, anche se questa non serve perché, con la nostra ricetta, abbiamo pensato anche alla salute e alla leggerezza. Di questa ricetta odierna ideale per gli intolleranti al lattosio esistono poi delle altrettante golose ed irresistibili varianti realizzate con farine alternative e ancora non da tutti conosciute.

Teff: il prezioso e versatile cereale dai mille impieghi

In questa ricetta abbiamo voluto utilizzare la farina di teff, cereale privo di glutine a basso contenuto glicemico, adatto ai celiaci, reperibile appunto solo sotto forma di farina. Le crepes di teff con nutella e fragole acquistano grazie all’uso di questa salutare farina un patrimonio nutrizionale davvero apprezzabile per la nostra salute, essendo il teff ricco di fibre, sali minerali, vitamine, proteine ed amminoacidi essenziali.

Ma non è tutto: il teff contribuisce a regolare l’attività intestinale; è una grande fonte di energia; ha un basso contenuto glicemico; è consigliato ai diabetici; stimola lo sviluppo delle ossa e compensa le carenze derivanti dall’anemia, oltre ad essere altamente saziante e versatile. Con la farina di teff è possibile realizzare di tutto. Tra le tante ricette a base di questo straordinario ingrediente da non perdere è quella dei golosi muffin.

Le crepes di teff con nutella e fragole non sono solo dunque la soluzione per i golosi, ma anche di coloro che hanno a cuore la propria salute intestinale. È davvero difficile trovare un compromesso da gusto, dolcezza e salute, quindi tra necessità di mantenersi in forma senza eccessi…ebbene, in questa ricetta c’è tutto quello che occorre per ottenere questo perfetto equilibrio.

Ed ecco la ricetta delle crepes di teff con nutella e fragole

Ingredienti per 4/6 persone

Per le crepes:

  • 150 gr. di farina di teff
  • 375 ml. di latte intero consentito
  • 40 gr. di burro chiarificato
  • 3 uova
  • Un pizzico di sale
  • 6 cucchiai di Nutella
  • Qualche fragola

Preparazione

Rompete le uova in una terrina e sbattete con la frusta.Unite la farina, il latte e il sale e mescolate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Coprite con la pellicola e fate riposare per circa mezz’ora in frigorifero.Scaldate una padella antiaderente da 20 cm o una crepiera e ungetela con un noce di burro.

Versate un mestolino nella padella, fate roteare per distribuire bene l’impasto.Se usate la crepiera spargete con l’apposito attrezzo l’impasto.

Quando inizia a dorarsi girate e proseguite la cottura finché si dora anche dall’altra parte.

Finite tutto l’impasto impilandole una sull’altra.Spalmate la nutella sulle crepes e servite con delle fragole lavate e tagliate a spicchi.

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

5 commenti su “Farina di teff – un cereale senza glutine poco conosciuto

  • Lun 16 Mar 2015 | Letizia ha detto:

    Molto interessante

    • Lun 16 Mar 2015 | Tiziana ha detto:

      grazie Letizia e a breve anche qualche ricetta per voi

  • Mer 26 Dic 2018 | Margherita ha detto:

    Buongiorno Tiziana,
    mi sa dire se nel teff è presente il nichel?
    La ringrazio e buone feste!
    Margherita

    • Mer 26 Dic 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve , il teff è un cereale che per ora non ha ancora trovato controindicazioni per gli intolleranti al nichel

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Farina di cicerchia

Farina di cicerchia, un ingrediente da rivalutare

Cos’è la farina di cicerchia e quali sono le sue caratteristiche La farina di cicerchia è un ingrediente poco impiegato nella cucina italiana. Il motivo è semplice in quanto ad essere poco...

Mais Rostrato Rosso

Mais Rostrato Rosso di Rovetta, una varietà pregiata

Le origini del mais Rostrato Rosso di Rovetta In questo spazio vorrei parlare del mais Rostrato Rosso di Rovetta, un prodotto tipico della nostra terra e che solo ora, dopo più di un secolo dalla...

farine in casa

Silenzio si macina: come e perché farsi le...

Preparare le farine in casa è sempre una buona idea! Forse non avevate mai pensato di preparare le farine in casa, anche perché al supermercato le troviamo tutte (o quasi) già pronte. Tuttavia,...

farina di mais blu

Farina di mais blu: un benessere psico-fisico  

Scopri perché dovresti mangiare la farina di mais blu La farina di mais blu è un prodotto davvero speciale, non convenzionale, che il mercato ha messo a disposizione a tutti noi consumatori...

Tortino di polenta bianca con tonno e zucchine

Farina di mais bianco, proprietà e utilizzi in...

Le imperdibili proprietà nutrizionali della farina di mais bianco Farina di mais bianco, proprietà e utilizzi in cucina. Il mais bianco è una vera panacea per chi ama la cucina fai da te sana e...

gofio

Gofio, anche senza glutine: ne avete sentito parlare?

Il gofio senza glutine, un alimento tutto da scoprire Il gofio senza glutine, che per l’esattezza si chiama “Gofio Canario”, è un alimento che la Commissione Europea ha incluso nel suo...

02-07-2014
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti