Farina di lenticchie rosse : una soluzione gluten free

Farina di lenticchie rosse
Commenti: 2 - Stampa

Farina di lenticchie rosse: ricca di antiossidanti

Il mondo delle farine gluten free è davvero ricco di soluzioni interessanti. Quando arriva la diagnosi di celiachia non è davvero il caso di disperarsi, dal momento che, come dimostra l’esistenza della farina di lenticchie rosse, le alternative per cucinare in maniera gustosa ci sono.

La farina di lenticchie rosse è una soluzione congeniale al proposito. A differenza di quella a base di frumento non contiene glutine. Caratterizzata da benefici molto importanti, contiene un’ottima quantità di sostanze antiossidanti. Assumerla significa infatti lavorare bene dal punto di vista della prevenzione del tumore.

Sceglierla significa anche migliorare l’apporto di un minerale come il ferro, un principio nutritivo molto importante per la formazione dei globuli rossi. Le lenticchie rosse sono anche una fonte di acido folico. Questa sostanza è decisiva per favorire la fertilità e per il corretto sviluppo del feto.

Farina di lenticchie rosse, eccellente fonte di fibre

La farina di lenticchie rosse non è solo un punto di riferimento importantissimo per chi deve cucinare gluten free. Ricchissima di fibre, è perfetta per tenere sotto controllo la regolarità intestinale e per evitare di mangiare fuori pasto per via dei picchi glicemici.

Le fibre contribuiscono inoltre al raggiungimento della sazietà. Non c’è storia: la farina di lenticchie rosse è decisiva anche per quanto riguarda il mantenimento della forma fisica. La cucina per i celiaci è un mondo da scoprire che,come dimostra questo caso, può anche affascinare le numerose soluzioni disponibili e per la possibilità di guardare in maniera globale alla propria salute.

Dove si può trovare questa farina?

La farina di lenticchie rosse, a differenza di altre farine gluten free, è difficile da trovare sia nei piccoli punti vendita sia nella grande distribuzione. Ecco perché può essere utile avere qualche idea su come prepararla. Il punto di partenza al proposito sono le lenticchie rosse essiccate. Molto utile a questo punto è il robot da cucina, che serve per triturare le lenticchie.

In questo modo è anche possibile ottimizzare il costo e coniugare cucina sana e attenzione al risparmio domestico. Fantastico, vero? Il mondo della cucina ci riserva davvero tantissime sorprese e la farina di lenticchie rosse è una delle tante! A questo punto non resta che provarla per una focaccia o una torta!

Gnocchi di lenticchie rosse: il profumo del mare

Oggi voglio presentarvi la ricetta degli gnocchi di lenticchie con il ragù di mare, per chi non può fare a meno di gustare e sentire i profumi del Mediterraneo. La preparazione degli gnocchi e del ragù è piuttosto lunga ma il risultato ripagherà il tempo passato in cucina. In più, grazie agli ingredienti scelti, questa ricetta è adatta agli intolleranti al glutine che potranno gustare una specialità tipicamente italiana senza correre rischi.

Già sapete che non posso fare a meno, ogni tanto, di preparare gli gnocchi, per questo, su Nonna Paperina, potete trovare diversi piatti con questo ingrediente, come gli gnocchi di patate viola, gli gnocchi di zucca con crema al mascarpone e noci o gli gnocchi alla sorrentina al forno. Quali sono i vostri preferiti? Ricordate, infatti, che non esistono solamente i tradizionali gnocchi di patate ma che possono essere elaborati anche con altri vegetali o farine.

gnocchi di lenticchie rosse

Prepariamo gli gnocchi con la farina di lenticchie rosse

Durante la stagione fredda chi non mangia con piacere una buona zuppa di lenticchie? Non è l’unico piatto che si può preparare con questi legumi. Grazie alla farina di lenticchie, infatti, è possibile preparare tante pietanze e impasti gluten free.

Oltre alla farina di lenticchie, un altro ingrediente fondamentale per la preparazione di questi gnocchi è il fonio. Di cosa si tratta? È un cereale molto antico, coltivato e utilizzato soprattutto in Africa. Anche in questo caso, si tratta di un alimento senza glutine che, inoltre, è indicato anche per gli intolleranti al lattosio.  In più, il fonio è ricco di sali minerali come il magnesio, lo zinco e il manganese, ma anche di carboidrati.

Il ragù di mare: sapori e profumi del Mediterraneo

Gli gnocchi danno la possibilità di essere conditi con una grande varietà di sughi e salse. In questa ricetta, ho deciso di preparare un ragù di mare a base di gamberi, tonno e alici sott’olio, gallinella di mare e seppioline. Ovviamente, è un condimento che si può elaborare in tantissimi modi diversi, a voi la scelta.

Fra gli ingredienti che danno più sapore a questo ragù troviamo i gamberoni. Questi crostacei sono un’ottima fonte di omega 3 ma anche di vitamina B12 e di sali minerali come il magnesio e il fosforo. Nonostante ciò, bisogna fare attenzione a eventuali reazioni allergiche e a consumarli in quantità ridotte se si soffre di ipercolesterolemia. Un altro alimento fondamentale in questo ragù, infine, è la gallinella di mare, un pesce con pochi grassi che è perfetto per tutte quelle persone che hanno deciso di seguire una dieta ipocalorica.

Ed ecco la ricetta degli gnocchi con ragù di mare

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 150 gr. farina di lenticchie rosse,
  • 300 gr. di acqua naturale,
  • 150 gr. salsa di pomodoro,
  • 50 gr. di farina di fonio,
  • 40 gr. tuorlo d’uovo
Per il sugo
  • 1 kg. salsa di pomodoro
  • 100 gr. gamberi
  • 100 gr. tonno sott’olio
  • 100 gr. filetti di gallinella di mare
  • 100 gr. seppioline
  • 20 gr. alici sott’olio
  • 50 gr. olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’ aglio
  • b. basilico fresco

Preparazione

Portate ad ebollizione l’acqua con la salsa di pomodoro. Aggiungete a pioggia la farina di ceci e mescolate per 3/5 minuti su fiamma viva fino ad arrivare la peso di 350 gr circa.Togliete dal fuoco. Aggiungete il fonio e i tuorli e mescolare energicamente.Formate delle sfere grandi come una noce e lessate per 3/4 minuti in acqua bollente salata.

Per il sugo:

Rosolate l’aglio nell’olio e poi eliminatelo. Aggiungete le alici e lasciatele ridurre, continuate con le seppioline e aggiungete il pomodoro. Lasciate cuocere per circa 20 minuti. A fine cottura aggiungete in ordine il tonno, la gallinella di mare e i gamberi e lasciate cuocere per ancora 2 minuti. Aggiungete il basilico fresco alla fine.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Farina di lenticchie rosse : una soluzione gluten free

  • Dom 22 Lug 2018 | flavia ruzzon ha detto:

    sia io che il mio compagno dobbiamo perdere peso per motivi di salute….potere fornirmi uno schema adatto
    grazie

    • Dom 22 Lug 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Flavia non è consigliabile stilare uno schema dietetico on line. Le consiglio un buon dietista o un nutrizionista che le fa un anamnesi e le prepara una dieta personalizzata.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Farina di cicerchia

Farina di cicerchia, un ingrediente da rivalutare

Cos’è la farina di cicerchia e quali sono le sue caratteristiche La farina di cicerchia è un ingrediente poco impiegato nella cucina italiana. Il motivo è semplice in quanto ad essere poco...

Mais Rostrato Rosso

Mais Rostrato Rosso di Rovetta, una varietà pregiata

Le origini del mais Rostrato Rosso di Rovetta In questo spazio vorrei parlare del mais Rostrato Rosso di Rovetta, un prodotto tipico della nostra terra e che solo ora, dopo più di un secolo dalla...

farine in casa

Silenzio si macina: come e perché farsi le...

Preparare le farine in casa è sempre una buona idea! Forse non avevate mai pensato di preparare le farine in casa, anche perché al supermercato le troviamo tutte (o quasi) già pronte. Tuttavia,...

farina di mais blu

Farina di mais blu: un benessere psico-fisico  

Scopri perché dovresti mangiare la farina di mais blu La farina di mais blu è un prodotto davvero speciale, non convenzionale, che il mercato ha messo a disposizione a tutti noi consumatori...

Tortino di polenta bianca con tonno e zucchine

Farina di mais bianco, proprietà e utilizzi in...

Le imperdibili proprietà nutrizionali della farina di mais bianco Farina di mais bianco, proprietà e utilizzi in cucina. Il mais bianco è una vera panacea per chi ama la cucina fai da te sana e...

gofio

Gofio, anche senza glutine: ne avete sentito parlare?

Il gofio senza glutine, un alimento tutto da scoprire Il gofio senza glutine, che per l’esattezza si chiama “Gofio Canario”, è un alimento che la Commissione Europea ha incluso nel suo...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-10-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti