Insalata di pasta primavera per il pranzo in ufficio

Insalata di pasta primavera
Commenti: 0 - Stampa

Un’insalata di pasta da schiscetta

La pasta fredda, detta anche insalata di pasta, è un ottimo primo da godere soprattutto tra primavera ed estate. La sua versatilità, unita al vantaggio di poter essere consumata anche diverse ore dopo la sua preparazione, la rendono uno dei piatti madre della bella stagione, l’opzione ideale per un pasto d’asporto o anche semplicemente per mangiare qualcosa di fresco e soffrire meno del clima caldo.

Per questo motivo una ricca coppa d’insalata di pasta è una scelta comoda e saporita che potrai scegliere per la tua schiscetta da lavoro.

In particolare, la scelta fatta per questa insalata di pasta primavera per il tuo pranzo in ufficio è una particolarissima pasta fatta con farina di ceci, una vera delizia ed un tocco d’originalità in più per il tuo piatto.

Le proprietà speciali della farina di ceci usata nell’insalata di pasta primavera

La farina di ceci, usata nell’ insalata di pasta primavera, è sfruttata da nord a sud per la preparazione di particolari ricette tradizionali, due tra tutte le panelle palermitane e la farinata di ceci genovese. Ovviamente queste due possibili ricette sono solo due tra le più note ma la farina di ceci può trovare molteplici applicazioni, tanto da essere proposta talvolta in completa sostituzione della farina bianca di grano.

Questa farina è considerabile un vero e proprio toccasana in quanto ricca di proteine, fibre e carboidrati ed i suoi grassi sono buoni ed utili per l’organismo. La farina di ceci è inoltre ricca di vitamine A, B, C, E, ed elementi nutrizionali essenziali come magnesio, fosforo, potassio e calcio.

Insalata di pasta primavera

Grazie a tutte queste sostanze, la farina di ceci si offre come un utilissimo rimedio contro la pressione alta e la stanchezza muscolare, capace di rafforzare contestualmente mente, corpo ed ossa.
Un altro vantaggio, non trascurabile e particolarmente caro a Nonna Paperina, è l’assenza di glutine che rende la farina di ceci particolarmente adatta ad una dieta gluten free in caso di celiachia.

Una ricetta senza glutine e senza lattosio

L’insalata di pasta primavera per il tuo pranzo in ufficio è una ricetta ottimizzata per essere senza lattosio e senza glutine, quindi perfetta per le intolleranze.

A comporre quest’insalata concorrono degli ingredienti particolari, come la pasta alla farina di ceci, unita ad una selezione di verdure ed ai gamberetti.

I pinoli conferiscono al piatto una lieve croccantezza, confermata anche dalle punte di asparagi e dai pisellini cotti al punto giusto. In questa preparazione vedrai sposarsi perfettamente assieme tutti i sapori… una delizia sana, speciale e pratica, per ogni occasione!

Ed ecco la ricetta dell’Insalata di pasta primavera:

Ingredienti per due porzioni:

  • 140 gr. Penne 100% farina di ceci Bio
  • 100 gr. di gamberetti precedentemente lessati
  • 5 asparagi freschi e sodi
  • 4 cucchiai di piselli freschi
  • 2 cucchiai di pinoli di cedro
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale e pepe
  • q.b. succo di limone

Preparazione:

Tostate, per qualche minuto, in un padellino antiaderente, i pinoli, spegnete poi il fuoco e metteteli da parte.

Cuocete a vapore gli asparagi ed i piselli per almeno 15 minuti, mantenendo entrambe le verdure croccanti.

Lavate e tagliate gli asparagi a rondelle, tenendo da parte le punte per decorare poi il piatto alla fine.

Scottate in una pentolina con dell’acqua i gamberetti, 3 minuti dopo il bollore sono solitamente sufficienti.

Cuocete le pennette alla farina di ceci in abbondante acqua salata per il tempo necessario (secondo quanto riportato sulla confezione) e poi scolatele.

Prediligete una cottura al dente perché reggerà meglio la conservazione ed il trasporto in ufficio, fino al pranzo, alcune ore dopo la preparazione. Riponete dunque la pasta in una ciotola capiente.

Aggiungete i gamberetti lessati e ben scolati, i piselli e gli asparagi (tranne le punte), i pinoli tostati ed amalgamate bene il tutto con un cucchiaio.

Preparate una vinaigrette emulsionando in un vasetto di vetro dell’olio extravergine d’oliva con sale, pepe ed alcune gocce di succo di un limone.

Chiudete il vasetto col coperchio, agitate bene e con questa emulsione condite la vostra insalata di pasta primavera.

Un assaggio potrà essere utile per regolare, se il caso, con altro sale e pepe.

Unite, infine, le punte di asparago che avevate tenuto da parte. A questo punto la pasta è pronta e potrete distribuirla dentro a due contenitori ermetici, per poterla gustare e condividere successivamente sul posto di lavoro, a scuola o ad un pic-nic!

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Schiscetta della studentessa

Schiscetta della studentessa, un pasto sano e veloce

Le pietanze della schiscetta della studentessa Oggi vi presento la schiscetta della studentessa, un vero e proprio menù, più che una pietanza. Una proposta gastronomica per chi, per un motivo o...

petto di anatra ed insalata

Pranzo in ufficio con petto di anatra ed...

Pranzo al volo con petto di anatra ed insalata. Se sei alla ricerca di un’idea golosa e pratica per l’ufficio, nutriente e particolare, questa ricetta del petto d’anatra ed insalata con mix di...

schiscetta pollo al curry

Schiscetta orientale con spiedini di pollo al curry

Una schiscetta ai profumi d’oriente. Oggi la schiscetta orientale con spiedini di pollo al curry. Un'idea molto golosa composta principalmente da due pietanze: gli spiedini di pollo al curry...

Club sandwich

Pranzo al sacco completo per gite fuori porta

Club sandwich, chips di frutta e mela: il pranzo al sacco è servito Gita scolastica in vista? Non sapete cosa preparare per i piccoli di casa? Nessun problema con questo pranzo al sacco, ricco e...

focaccia al rosmarino con tartare di salmone

La focaccia al rosmarino con tartare di salmone

Picnic con la focaccia al rosmarino, tartare di salmone. La focaccia al rosmarino con tartare di salmone per la tua gita!. Avete in programma un’uscita fuori porta o un picnic con tanto di...

cake salato alla zucca e olive

Cake salato alla zucca e olive verdi per...

Cosa mi porto a lavoro per pranzo? Ecco il cake salato che fa per te! Il cake salato alla zucca e olive verdi è uno dei piatti che vi consiglio di portare a lavoro. Sana e nutritiva, questa...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


06-05-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti