bg header
logo_print

Spaghetti al caviale e burro: un primo di pasta per celiaci

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Spaghetti con burro salato e caviale
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 5 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (406 Recensioni)

Spaghetti al caviale e burro salato: un primo perfetto per i celiaci

Oggi voglio presentarvi un primo che conquista al primo assaggio. Di cosa sto parlando? Degli spaghetti al caviale con burro salato. Già solo leggere il titolo della ricetta vuol dire scoprire un mondo di sapori e colori. Chi ama davvero la cucina non può che essere entusiasta al solo pensiero d’impegnarsi a preparare un piatto come questo. Se volete quindi non vi resta che accompagnarmi alla scoperta dei suoi ingredienti e delle loro straordinarie proprietà.

Sinonimo di eleganza e ricercatezza, il caviale è tra gli ingredienti più ambiti, soprattutto quando si punta ad offrire un antipasto che possa stupire i commensali. Si tratta di un ingrediente di “alta classe”, grazie al quale è possibile fare un’eccellente figura in virtù, anche, della sua percezione nell’immaginario collettivo. Tuttavia, è anche una percezione che corrisponde alla realtà. Il caviale è realmente un ingrediente prezioso dal punto di vista organolettico ma anche sotto il profilo nutrizionale. Ma andiamo con ordine. Che cos’è il caviale? Sono davvero in pochi a non saperlo, si tratta comunque di uova di pesce, e nello specifico di storione.  Va detto che non esiste un solo tipo di caviale. Anzi, si segnala una varietà per ogni sottospecie di storione che possa in qualche modo essere pescato o allevato.

Delle varietà, però, parleremo nel prossimo paragrafo. In questo vorrei soffermarmi sulle caratteristiche nutrizionali di questo prezioso ingrediente, anche perché c’è molto da dire. Per esempio, è impossibile non evidenziare l’incredibile concentrazione di proteine che il caviale è in grado di vantare. Il 42% della sua struttura, infatti, è composto da questo importante nutriente. Una percentuale che supera di gran lunga quella delle carni rosse. A fronte di ciò, va comunque segnalata una concentrazione di grassi superiore alla media degli ingredienti di origine ittica. L’apporto calorico non è comunque eccessivo, si parla di circa 260 kcal per 100 grammi.

Il caviale è altresì ricco di vitamine, con esplicito riferimento alla vitamina E e a alla vitamina B6. Stesso discorso per i sali minerali quali il fosforo, il calcio, e persino il potassio. La sostanza più benefica, tra quelle apportate dal caviale, è però l’omega 3, un acido grasso che fa bene alla vista, al cuore e alle funzioni cognitive. Visto il già citato quantitativo di grassi, è comunque bene non esagerare col consumo di caviale, anche se non è facile abusarne in quanto può essere molto costoso.

Ricetta spaghetti al caviale

Preparazione spaghetti al caviale

  • Cuocete in abbondante acqua salata gli spaghetti al dente.
  • A parte sciogliere il burro salato e aggiungete l’erba cipollina tritata finemente e fatela soffriggere per circa 1 minuto.
  • Saltate gli spaghetti con il burro aromatizzato e servite con un cucchiaio di caviale al centro.

Ingredienti spaghetti al caviale

  • 320 gr. di spaghetti di mais
  • 50 gr. di burro salato
  • 100 gr. di caviale
  • 1 mazzo di erba cipollina fresca
  • q. b. di sale grosso

I benefici della farina di mais: scopriamoli assieme

Uno degli ingredienti principali di questi straordinari spaghetti al caviale è la farina di mais. Quali sono le sue proprietà? Tra le più importanti è possibile ricordare la presenza di carotenoidi. Queste sostanze garantiscono un’azione antiossidante senza eguali e permettono sia di prevenire i tumori, sia di prendersi cura in maniera mirata della bellezza della pelle.

Il mais, inoltre, contiene vitamina E, un’alta sostanza dalla potente azione antiossidante. Da ricordare quando si parla di farina di mais sono però soprattutto le proteine, noti con i nomi di zeina e zeatina. La loro presenza garantisce all’organismo l’apporto di amminoacidi essenziali. Mancano in tutto questo le vitamine del gruppo B, motivo per cui il consumo eccessivo di farina di mais era associato a una malattia come la pellagra, molto diffusa nei secoli passati tra chi, per motivi di ristrettezze economiche, aveva la polenta come piatto principale.

Il caviale fa bene, sapete perché?

Il caviale non è solo uno degli ingredienti di base di questi spaghetti con burro salato, ma anche uno straordinario elisir di salute. Sapete perché fa bene? Prima di tutto perché rappresenta una straordinaria soluzione per perseguire la bellezza della pelle in maniera naturale. Il caviale, grazie alla sua ricchezza nutritiva, è infatti la soluzione ideale per chi vuole ristabilire il naturale equilibrio dell’epidermide.

Tuttavia, quando si parla di caviale in qualità di ingrediente di preparazioni di un certo tenore, piuttosto che come protagonista di antipasti (tartine, crostini etc.) è bene fare un ragionamento sulla qualità o, per meglio dire, sulla varietà. In linea di massima caviali dal gusto morbido funzionano meglio come decorazione, invece caviali dal gusto deciso funzionano meglio come ingredienti veri e propri, sottoposti (parzialmente o meno) a cottura.

Non c’è che dire: gli ingredienti di questo primo a base di spaghetti di mais sono una vera chicca. Non resta che correre in cucina a preparare il primo in questione! Chi pensa che essere celiaci voglia dire rinunciare alla bontà a tavola dovrebbe ricredersi e provarlo. Cucinarlo e presentarlo in tavola è una fantastico! I vostri commensali vi chiederanno la ricetta e, soprattutto, prenderanno il bis! Provare per credere, non ve pentirete!

Come preparare il burro salato per gli spaghetti al caviale?

La ricetta degli spaghetti al caviale ha anche un altro protagonista: il burro salato. E’ proprio questo ingrediente a conferire gusto, corpo e cremosità alla pasta. Come preparare il burro salato? I metodi per la preparazione sono due: uno interamente artigianale e uno solo in parte.

Il metodo artigianale prevede la preparazione del burro con una procedura che non è difficile, ma solo un po’ laboriosa. Basta montare la panna da cucina ad alta velocità e passarla attraverso un colino. La sostanza che rimane nel colino è chiamata “fiocchi di burro”. Questi vengono strizzati, impastati e passati nel sale. Infine si forma un panetto, ed ecco pronto il vostro burro salato, perfetto per preparare dei deliziosi spaghetti al burro.

L’altro metodo consiste semplicemente nel far sciogliere il burro standard, quello che si acquista al supermercato, nella sua salatura. In questa forma può essere utilizzato subito per saltare la pasta.

Il contributo dell’erba cipollina negli spaghetti al caviale e burro

La lista degli ingredienti degli spaghetti al caviale e burro comprende anche l’erba cipollina. E’ un’erba particolare il cui sapore è capace di esprimere una marcata delicatezza.

L’erba cipollina, inoltre, vanta un discreto profilo nutrizionale. E’ ricca di vitamina A, che fa bene alla pelle e alla vista, inoltre contiene una dose importante di vitamina C, che sostiene il sistema immunitario. Questa erba aromatica apporta anche calcio, fosforo e magnesio, che fanno bene rispettivamente alle ossa, alle funzionalità cognitive e al metabolismo energetico. Infine contiene una quantità non trascurabile di ferro, un minerale che caratterizza più che altro i legumi e la carne.

In occasione di questa ricetta l’erba cipollina va tagliata finemente e aggiunta al burro sciolto in padella, formando così il condimento principale degli spaghetti con burro e caviale.

Pasta al burro, un punto di partenza per ricette sfiziose

Nell’immaginario collettivo la pasta al burro è un piatto molto semplice, una sorta di ripiego da sfoderare quando non si ha voglia o tempo per cucinare. In realtà può fungere da punto di partenza per delle ricette sfiziose, come testimonia quella che vi presento qui.

Per esempio il burro può essere aromatizzato con qualche erba, magari molto aromatica come il basilico, il timo, la salvia e il rosmarino. Il burro può essere anche condito con altri elementi aromatici, persino con spezie o fiori.

Un particolare tipo di pasta al burro sono le fettuccine Alfredo, che si caratterizzano per l’utilizzo in contemporanea del burro e del Parmigiano, valorizzati a loro volta dal pepe nero.

La storia delle fettuccine Alfredo è particolare. Sono state inventate in Italia, ma presto si sono diffuse negli Stati Uniti, dove sono diventate una sorta di piatto nazionale, in particolare nella comunità italoamericana.

FAQ sugli spaghetti al caviale e burro

Come preparare la pasta al burro?

Preparare la pasta al burro è semplice. Si lessa la pasta e si aggiunge il burro quando la pasta è ancora calda, in modo che si sciolga al meglio. In alternativa è possibile aromatizzare il burro, facendolo sciogliere in una padella in cui saltare la pasta appena cotta.

Come viene preparato il burro?

In questo caso il burro è salato, quindi per prepararlo e trasformarlo in condimento per la pasta è necessario farlo sciogliere e aggiungere un po’ di sale. In questa fase è possibile unire anche qualche erba aromatica tritata finemente.

Quale burro usare per condire la pasta?

La scelta più a portata di mano per condire la pasta è il burro standard, che non è né dolce né salato ma ha un sapore intenso. La scelta più delicata, che valorizza il sapore della pasta, è invece data dal burro chiarificato che tende a non coprire gli altri ingredienti. Si possono però utilizzare anche differenti tipi di burro: salati, aromatizzati etc.

Quante calorie ha la pasta con burro?

In genere un piatto di spaghetti richiede 30 grammi di burro, dunque nel suo complesso può superare le 500 kcal. Se però si usa il burro chiarificato, che è più grasso, si possono raggiungere le 600 kcal.

Ricette con il caviale ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (406 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...