bg header
logo_print

Fettuccine Alfredo, una celebre ricetta italoamericana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Fettuccine Alfredo
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 05 min
cottura
Cottura: 00 ore 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (3 Recensioni)

Fettuccine Alfredo: una ricetta originale da gustare

Gli ingredienti della pasta fettuccine Alfredo sono davvero pochi, giusto il burro e il Parmigiano, dunque la ricetta si gioca sulla qualità degli stessi. Per quanto concerne il burro, vi consiglio di utilizzare il burro chiarificato. Rispetto a quello standard presenta alcune peculiarità. In primis, è privo di caseina, una sostanza che si carbonizza molto rapidamente e rende il burro poco adatto alle alte temperature. Le fettuccine Alfredo utilizza gli stessi ingredienti della ricetta originale, ma consumabili anche da celiaci e intolleranti al lattosio.

Inoltre, il burro chiarificato si caratterizza per un sapore molto più delicato e neutro rispetto al burro normale. In questo modo può essere abbinato tranquillamente a tutto, senza coprire gli altri ingredienti. Se utilizzate il burro normale, invece, correte il rischio di preparare una normale pasta al burro, vista la preponderanza di questo sentore.

Ricetta fettuccine alfredo

Preparazione fettuccine alfredo

  • Per la preparazione delle fettuccine iniziate cuocendo la pasta in acqua salata leggermente.
  • Intanto prendete una padella molto grande e fate sciogliere il burro a fiamma bassa.
  • Cuocete le fettuccine in acqua bollente salata e scolate al dente, conservando un po’ di acqua di cottura.
  • Poi, a fuoco spento, mettete le fettuccine nella padella , condite con  burro e aggiungete il Parmigiano Reggiano grattugiato.
  • Mescolate per bene integrando gradualmente con un po’ di acqua di cottura, lo scopo è di aggiungere cremosità alla pasta.
  • Per concludere condite con sale e pepe tritato. Servite il piatto caldo e buon appetito.

Ingredienti fettuccine alfredo

  • 360 gr. di fettuccine all’uovo consentite
  • 170 gr. di Parmigiano Reggiano 36 mesi
  • 170 gr. di burro chiarificato
  • un pizzico di sale e pepe di Timut

La singolare storia delle fettuccine Alfredo

Le fettuccine Alfredo sono una delle ricette più famose al mondo fra i primi piatti . Benché un po’ dappertutto siano considerate “italiane”, in realtà fanno parte della cucina americana, o meglio italoamericana. Il fraintendimento però è più che giustificato, dal momento che le ” Alfredo fettuccine ” hanno effettivamente un’origine italiana.

Nel lontano 1914 il cuoco Alfredo Di Lelio, proprietario del Ristorante Alfredo alla Scrofa  a Roma (prima in via della Scrofa ora è in Piazza Augusto Imperatore ), offrì a due famosi attori americani una pasta con burro e Parmigiano. Aveva “brevettato” la prima volta qualche anno prima per sua moglie.

Da allora fu un grande successo, tanto che le “fettuccine Alfredo” vennero molto apprezzate negli Stati Uniti e fecero la loro comparsa anche in alcuni film. Questo simbolo della cucina italiana ha avuto successo anche in altre parti del mondo.

Proprio per questo, la ricetta entrò nell’immaginario collettivo del Paese a stelle e strisce, mentre in Italia cadde praticamente in disuso, anche perché nel frattempo stavano emergendo altre ricette, come la cacio e pepe e la carbonara.

In seguito negli Stati Uniti la pasta all’ Alfredo andò incontro ad un’evoluzione e cambiarono la ricetta originale. Venne aggiunta la panna e un condimento di carne, spesso il pollo, e più raramente i gamberetti.

Fettuccine Alfredo, un piatto che recupera l’idea originale

La ricetta che vi propongo qui di seguito è un tentativo di recuperare l’idea originaria, infatti non è prevista la panna e condimenti di carne, ma condite con burro e parmigiano. Ovviamente non stiamo parlando di una ricetta dietetica, ma è certamente meno calorica della variante che si è attestata stabilmente negli Stati Uniti. A pensare che un piatto di fettuccine burro e parmigiano ha fatto il giro del mondo fa sorridere! Come fare le fettuccine Alfredo? Proseguendo la lettura trovate ingredienti e preparazione.

E’ comunque gustosa e nutriente, ricca di grassi (che in una certa misura fanno bene) e di proteine. E’ anche molto semplice da realizzare, almeno rispetto al grado di difficoltà medio delle paste all’italiana. Si tratta, infatti, di sciogliere il burro in una padella, farci saltare le fettuccine al dente e integrare il tutto con un po’ di acqua di cottura e il Parmigiano grattugiato.

Quale formaggio utilizzare?

Per la pasta Alfredo occorre prestare attenzione anche al tipo di Parmigiano Reggiano, infatti la questione ruota attorno alla stagionatura. Quindi per l’occasione è bene utilizzare una tipologia molto stagionata o mediamente stagionata? La risposta in questo caso non lascia dubbi ad interpretazioni, il Parmigiano ideale per questa ricetta è quello molto stagionato.

Dunque il consiglio è di utilizzare il Parmigiano Reggiano 36 mesi, che possiede una grana più corposa, meno morbida e ideale per fondersi con l’acqua di cottura; in questo modo otterrete una crema liscia e senza grumi.

A prescindere dalla stagionatura, il Parmigiano Reggiano è un ingrediente capace di nobilitare le ricette, anche perchè è ricco di nutrienti. Le proteine abbondano più di quanto non facciano negli altri formaggi e nelle carni fresche o stagionate. Inoltre è ricco di calcio, che come sicuramente saprete fa bene alle ossa.

E’ anche ricco di vitamina D, una sostanza fondamentale per il sistema immunitario e abbastanza difficile da trovare negli alimenti (nonostante sia sintetizzabile dall’organismo previa esposizione solare). Certo, il Parmigiano Reggiano è calorico, infatti siamo sulle 400 kcal per 100 grammi, ma comunque vale la pena integrarlo nella propria dieta.

Anche perché è privo di lattosio e dunque compatibile con le esigenze degli intolleranti a questa sostanza. Le persone intolleranti al nichel possono tranquillamente non mettere il pepe o sostituirlo con il pepe di Timut.

E se usassimo il Grana Padano?

La ricetta delle fettuccine Alfredo è ben codificata, ma ciò non implica l’impossibilità di apportare modifiche sostanziali o meno. Per esempio, è possibile sostituire il Parmigiano Reggiano con il Grana Padano, una scelta a cui molti ricorrono, tenendo conto delle differenze tra i due tipi di formaggio.

Tanto per cominciare il Parmigiano è mediamente più salato e intenso del Grana Padano. Inoltre, tende ad essere stagionato per un numero maggiore di mesi, basti pensare che la stagionatura minima del formaggio emiliano è di 12 mesi, mentre quella del formaggio lombardo è di 9 mesi.

Benché siano entrambi “nobili”, e meritino in egual misura la qualifica di simboli del Made in Italy, si segnalano differenze importanti in termini di proprietà nutrizionali e processo di preparazione. Il Grana, per esempio, tende ad essere un po’ meno grasso e un po’ più proteico. Inoltre, fa riferimento a un disciplinare meno rigido, soprattutto per quanto concerne l’origine del latte e l’aggiunta di ingredienti a supporto dello stesso.

Fettuccine Alfredo, la ricetta nella sua versione più ricca

Come ho già accennato, alla ricetta delle fettuccine Alfredo è possibile apportare modifiche anche significative. La più comune, in linea con l’approccio gastronomico degli americani, coinvolge ingredienti a base di carne.

Un esempio è il petto di pollo cotto alla piastra, o più spesso nel burro, che viene tagliato a striscioline e aggiunto alle fettuccine Alfredo pronte per il servizio, agendo quasi come guarnizione. Un’altra soluzione per arricchire le fettuccine è il bacon ben abbrustolito e reso croccante, un alimento che rappresenta un simbolo dello stile americano. Non mancano poi le soluzioni più leggere, come il prosciutto cotto, e quelle più gourmet, come il crudo.

Ma si può aggiungere anche qualche elemento più aromatico, a tal proposito il basilico rappresenta la scelta migliore grazie alla sua freschezza e intensità. Tra l’altro, il basilico funge da elemento decorativo grazie al verde intenso delle sue foglie. Altre alternative percorribili sono il rosmarino (che aggiunge un tocco più intenso) e la salvia, che spicca per un aroma un po’ più amaro.

Una panoramica sulle ricette italoamericane

La ricetta delle fettuccine Alfredo fornisce l’occasione per parlare della cucina italoamericana, una cucina particolare frutto di una commistione tra due culture diverse che richiamano alle tradizioni più antiche.

Uno dei principi fondamentali della cucina italoamericana è la generosità delle porzioni e l’abbondanza degli ingredienti. Di conseguenza piatti come “spaghetti and meatballs” (spaghetti con polpette) o la “chicken parmigiana” (cotoletta di pollo impanata e cotta al forno con salsa di pomodoro e formaggio) sono il simbolo perfetto di questa cucina, caratterizzati da porzioni generose e sapori intensi.

Un altro elemento chiave è l’approccio fusion e creativo. Gli italoamericani hanno mescolato ingredienti e tecniche tradizionali italiane con prodotti locali americani, creando nuovi piatti che si distaccano dalla cucina italiana più autentica. Ad esempio, la “pizza New York-style” rappresenta un’interpretazione americana della classica pizza napoletana, con una base più sottile e croccante e una varietà maggiore di condimenti.

Tra i piatti tipici troviamo anche la “sausage and peppers” (salsiccia e peperoni), un piatto semplice ma saporito che combina salsiccia di stampo italiano con peperoni e cipolle saltati in padella.

FAQ sulle fettuccine Alfredo

Come nascono le fettuccine Alfredo?

Le fettuccine Alfredo nascono a Roma nell’omonimo ristorante, quando il proprietario ebbe l’idea di offrire a due famosi attori americani una pasta con burro e Parmigiano. I due attori ne rimasero estasiati e la esportarono negli Stati Uniti, dove divenne una sorta di piatto nazionale degli italoamericani.

Perché si chiamano fettuccine Alfredo?

Il nome “Alfredo” deriva proprio dal proprietario del ristorante, Alfredo Di Lelio. Per inciso il piatto è noto anche come “pasta all’Alfredo”.

Come si fanno le fettuccine Alfredo?

La ricetta delle fettuccine Alfredo è molto semplice. Si scioglie un po’ di burro in una padella e si fanno saltare le fettuccine già lessate, poi si condisce con abbondanti dosi di Parmigiano e con un pizzico di pepe macinato.

Quante fettuccine a persona?

Le fettuccine Alfredo prevedono un condimento molto calorico, dunque è bene non abbondare con la pasta. Di base dovrebbero bastare 90 grammi di fettuccine a persona.

Ricette fettuccine ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...

Chutney di semi di melone

Chutney di semi di melone: una ricetta gustosa...

I semi di melone: una gradita sorpresa ricca di nutrienti I semi di melone sono i veri protagonisti di questa chutney, una salsa che prende ispirazione da uno dei più famosi piatti indiani per...

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...