Zuppa di farro perlato – tanta salute in un piatto tradizionale

Zuppa di farro perlato – tanta salute in un piatto tradizionale. Spesso sottovalutiamo la bontà dei cibi più salutari e naturali perché siamo bombardati dai media, che ci spingono a consumare i prodotti più disparati, privi di ogni tipo di sostanza nutriente e benefica.

Purtroppo, a causa di questo bombardamento che colpisce soprattutto i giovani, in molti hanno perso quasi completamente l’abitudine di consumare piatti altrettanto squisiti, come ad esempio la zuppa di farro, a favore di cibi fritti e preparati da fast food.

Quello che voglio cercare di spiegarvi oggi, è quanto sia semplice, veloce e salutare, ma soprattutto buona, questa ricetta il cui ingrediente caratteristico è il farro perlato.

In particolare il farro perlato, è un cereale che da tempi antichi viene usato nel campo dell’alimentazione, perché ricco di proteine, sali minerali e vitamine.

Nel farro, dobbiamo sottolineare che comunque c’è la presenza di glutine, e perciò è sconsigliabile a chi ha disturbi legati alla sua digestione e vietato ai celiaci.

Grazie alla sua consistenza, la farina di farro è ottima anche per la produzione di pane dal sapore particolare, ma oltre a questo però dobbiamo sapere che il farro, è veramente molto buono anche cucinato in una zuppa tradizionale a base di ortaggi, come in questo caso carote e fagioli.

Certo che la zuppa non sarà di certo un piatto accattivante dal punto di vista estetico, ma sicuramente il suo punto forte è soprattutto il suo apporto nutrizionale e il suo il sapore tradizionale.

Sapori antichi, ingredienti genuini, che oggi vengono sempre più a mancare nelle tavole delle nostre famiglie italiane, e che mi piacerebbe rivedere più frequentemente.zuppa di farro perlato

Facciamo più attenzione a quello che mangiamo, nutriamoci più spesso di alimenti naturali e genuini come il farro e i cereali e riscopriremo il piacere del cibo salutare capace di tenerci sempre in forma.

Ora non mi resta che indicarvi gli ingredienti e il metodo di preparazione di questa gustosa minestra.  I “nichelini” (ovvero gli intolleranti al nichel) possono mangiare questa zuppa nei giorni di dieta libera della dieta a rotazione.

Ingredienti per 4 persone

  • 250 gr. farro perlato
  • 1 scalogno
  • 1 patata
  • 1 gambo di sedano
  • 1 spicchio d’aglio facoltativo
  • 2  carote
  • 50 gr parmigiano reggiano stagionato 36 mesi grattugiato
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Lavate e mondate le verdure. Affettate lo scalogno, tagliate la patata, il sedano e le carote a dadini.

In una casseruola fate rosolare con un filo d’olio lo scalogno, il sedano. le carote e l’aglio. Aggiungete il farro.

Aggiungete 1 litro e mezzo d’acqua circa . Proseguite la cottura per circa 10 minuti,

Aggiustate di sale e pepe e togliete lo spicchio d’aglio quindi aggiungete le patate. Proseguite la cottura per altri 20 minuti e servite la zuppa tiepida con una generosa spolverata di parmigiano reggiano grattugiato

Una volta versata la zuppa sul piatto, spolverate con del parmigiano reggiano.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelle per votare!

Nessun voto, sii il primo a votare!

11 commenti a “Zuppa di farro perlato – tanta salute in un piatto tradizionale

  1. Carlo

    Ciao,

    io sono allergico al nichel da un anno e mezzo circa.
    Mi stupisce un po’ questa ricetta: l’allergologo mi ha detto “assolutamente no legumi e carote con moderazione”…
    Mentre non sapevo di poter mangiare il farro (l’avevo scartato in quanto cereale integrale).
    Voi consigliate i legumi?
    grazie
    Carlo

    1. Tiziana Autore articolo

      Buonasera Carlo premetto che questo sito parla di intolleranze in generale e non di allergie. Comunque chi soffre d’intolleranza al nichel ha dei giorni dove puo’ mangiare a rotazione tutti gli alimenti. Il farro il Prof. Di Fede nella dieta lo inserisce con il kamut fra gli alimenti a basso contenuto di nichel. L’importante è non accumulare in un pasto o in una cena tanti alimenti con alto contenuto di nichel. Le faccio un esempio di un menu con altissimo contenuto di nichel: una zuppa di lenticchie, fegato con cipolle, una fetta di torta al cioccolato e qualche nocciolina, un bicchiere di vino. Un menù con basso contenuto di nichel: insalata di quinoa e peperoni, una bistecca ai ferri con finocchi e una panna cotta con lime.

      Le lenticchie e i piselli sono legumi con alto contenuto di nichel. A disposizione

  2. Rossana

    Molto buona questa zuppa di farro! L’ho cucinata stasera e e’ stata molto apprezzata! Volevo aggiungere che da pochissimo ho scoperto questo blog e condivido in pieno il vostro pensiero. Da quando il diabete e’ diventato il terzo inquilino di casa, ho riscoperto gli antichi sapori,tra i quali il farro e chi meglio di me sposa questa filosofia di vita!!! Di quanto sia importante mangiare sano e bene….porto questa bandiera con voi. Complimenti! Proverò sicuramente altre ricette!

  3. Sara Castillo

    Salve, ho scoperto il vostro sito cercando ricette di farro, sto dimagrendo e quindi volevo apportare alla mia dieta un po’ di proteine, ho preparato la.zuppa di farro oggi e mi è piaciuta molto. Grazie della vostra ricetta

    1. Tiziana Colombo Autore articolo

      Sara la ringrazio. Pensi che è una delle ricette piu gettonata del sito. Sono consapevole che è proprio una buona ricetta! A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *