Tomini alla griglia: una ricetta facile e veloce

Tmini alla griglia

I tomini grigliati: quando la praticità incontra il gusto

I tomini alla griglia sono un’idea tanto semplice quanto gustosa. Soprattutto, sono facili da preparare! Pensate che mio figlio li cucina spesso quando torna dal lavoro, nonostante sia stanco e non abbia né tempo né voglia di mettersi ai fornelli. Questa ricetta può essere considerata a tutti gli effetti un secondo, sebbene abbia l’aspetto di un antipasto: l’elevata concentrazione di proteine (presenti nel formaggio, appunto) lo rende un buon sostituto della classica bistecca o di qualsiasi piatto a base di carne e pesce.

I tomini, però, sono anche una gioia per gli occhi: il bianco del formaggio si sposa alla perfezione con il rosso del pomodoro e il verde dell’insalata, in quella che a primo impatto sembra una rivisitazione ancora più gustosa della classica insalata caprese. Il sapore, poi, è eccezionale: gli ingredienti, miele d’acacia compreso, si valorizzano l’un l’altro.

La potenza organolettica dei tomini

Il tomino è un formaggio originario del Piemonte, forse non conosciutissimo nel resto d’Italia. E’ un peccato, questo formaggio è infatti buono, versatile ed eccelle persino dal punto di vista nutrizionale! Si presenta come un disco abbastanza sottile dalla caratteristica superficie “striata”. Particolare è anche il suo colore, che è di un bianco candido e tradisce la sua breve stagionatura. C’è da dire, però, che in alcune parti del Piemonte sono diffusi anche tomini particolarmente stagionati.

Tomini alla griglia

Nonostante possa essere classificato come formaggio fresco, o quasi fresco (la stagionatura in media dura dalle 2 alle 4 settimane), non è molto calorico. Vanta, infatti, solo 247 calorie ogni 100 grammi (meno di una ricotta per intenderci). Elevatissima è la concentrazione di fosforo, che raggiunge i 400 mg ogni 100 grammi e si pone quasi al medesimo livello del latte fresco.

Le meraviglie del miele d’acacia

Il tocco finale di questi tomini alla griglia è dato dal miele d’acacia. L’associazione miele – latticini, per quanto estranea ai più, vanta una tradizione secolare se non millenaria. Sicuramente, almeno in questo caso l’abbinamento è più che azzeccato. Il dolce del miele d’acacia incontra la sapidità del tomino per formare, assieme, un gusto che valorizza e si discosta da entrambi gli ingredienti.

Inoltre, il miele d’acacia è un prodotto sano e genuino, in grado di offrire molto al palato ma anche all’organismo nel suo complesso. E’ addirittura considerato un costituente, dal momento che vanta ottime concentrazioni di proteine, vitamine e sali minerali. Come buona parte delle varietà di miele, è un toccasana per il mal di gola e può fungere da disintossicante del fegato.

Ecco la ricetta dei tomini alla griglia

Ingredienti per 1 persona:

  • 200 gr. di insalatina novella
  • 1 pera
  • 2 Tomini del Boscaiolo® Senza Lattosio
  • 6/8 pomodorini
  • un rametto di maggiorana fresca
  • 2 cucchiai di miele di acacia
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Lavate l’insalatina, i pomodorini e la maggiorana. Poi tagliate a piccoli spicchi i pomodori e asciugate la maggiorana. Versate due cucchiai di olio in una padella e scaldatelo a fiamma alta, poi aggiungete i tomini e abbassate la fiamma. Cuocete per 3-4 minuti poi girate il tomino e cuocete anche questo lato per altri 3-4 minuti.

Servite i tomini caldi adagiandoli sull’insalatina e decorando il piatto con qualche pomodorino, la maggioranza e i cubetti di pera. Infine, condite tutto con due cucchiai di miele d’acacia.

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Salmone al pino mugo

Salmone al pino mugo, un secondo dal gusto...

Salmone al pino mugo, un secondo di pesce davvero particolare. Il salmone al pino mugo è un secondo di pesce dal sapore delicato e allo stesso tempo estremamente aromatico. Di base si tratta di un...

Pallotte cacio e ova

Pallotte cacio e ova, un piatto della cucina...

Pallotte cacio e ova, una pietanza rustica Le pallotte cacio e ova sono una specialità abruzzese della tradizione contadina. Sono realizzate con ingredienti semplici e reperibili, come vuole la...

Zucchine tonde ripiene con hummus

Zucchine tonde ripiene con hummus e quinoa, un...

Zucchine tonde ripiene con hummus e quinoa, un’idea davvero originale Le zucchine tonde ripiene con hummus e quinoa sono e una variante molto gustosa delle classiche zucchine ripiene. Le...

Coda di vitello con salvia e patate

Coda di vitello con salvia e patate, un...

Coda di vitello con salvia e patate, una peculiarità della cucina popolare La coda di vitello con salvia e patate è un particolare secondo piatto. In primo luogo perché è realizzata con la coda...

Bogia con pure di zucca e patate

Bogia con purè di zucca e patate, un...

Bogia con purè di zucca e patate, un piatto tradizionale Oggi vi presento una ricetta che mi sta particolarmente a cuore, una pietanza che richiama alla mente dei preziosi ricordi: la bogia con...

Scaloppine al vino bianco

Scaloppine al vino bianco e funghi, un classico...

Scaloppine al vino bianco e funghi, un’alternativa gustosa Le scaloppine al vino bianco e funghi sono un secondo piatto di carne leggermente diverse dalla ricetta classica, ma in grado comunque di...

28-02-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti