Composta di cipolle di Tropea per la dispensa

Tempo di preparazione:

Prepariamo la composta di cipolle di Tropea

Ho pensato di proporvi la ricetta della composta di cipolle di Tropea, in quanto deliziosa e adatta per farvi fare bella figura quando avete ospiti a cena. Potrete offrirla insieme agli antipasti e proporre nutrimento di valore, eleganza, un tocco di classe e tanta bontà.

La cipolla di Tropea si presenta principalmente con una forma rotonda, dal colore violaceo e con un sapore croccante, leggero e molto delizioso. Viene coltivata su terreni profondi di natura vulcanica, freschi e principalmente ricchi di un elemento minerale che è il potassio. Nel 2008, per le sue caratteristiche nutrizionali e organolettiche, ha ottenuto il marchio IGP.

Benefici e proprietà della cipolla di Tropea

La cipolla di Tropea ha numerose proprietà benefiche. Prima di tutto, previene o riduce le malattie legate all’apparato cardiovascolare e cardiocircolatorio. Infatti, in essa sono presenti sostanze quali i tioli, in grado di evitare l’accumulo di grassi che, oltre ad ostacolare l’afflusso del sangue, tendono a indurire le vene aumentando i rischi di attacco cardiaco.

Portando in tavola la composta di cipolla di Tropea, avremo a che fare con un alimento che si presenta come un buon antiemorragico e, inoltre, ha effetti antiossidanti e antibiotici. Non a caso, è consigliato in presenza di influenza e raffreddore, e può decisamente donare sollievo. Secondo le ricerche, la cipolla di Tropea è in grado di prevenire problemi di salute come la calcolosi a livello renale, la pertosse e infine è capace di prevenire e trattare le infezioni intestinali.

Per quanto riguarda le sue caratteristiche nutrizionali, dovreste sapere che ogni 100 grammi di questa cipolla contengono soltanto 26 calorie. Per questo, è vivamente consigliata a tutti e persino a coloro che hanno problemi legati al cuore (in quanto ha un ottimo potere antisclerotico). Grazie all’eccessiva presenza di vitamine e di ferro, può rivelarsi un vero e proprio toccasana!

Le altre caratteristiche della composta di cipolla di Tropea

Tra i vantaggi del consumo di questo prodotto troviamo sicuramente l’abbassamento del colesterolo non buono all’interno del sangue e la potenzialità di contrastare l’insorgenza dei radicali liberi, di cui è dotato l’ingrediente principale di questa ricetta. Non da meno sono la presenza di fenoli e vari flavonoidi, che vantano proprietà antitumorali (in particolare nei confronti di ovaie, fegato, laringe e colon).

Tante buone notizie, non credete? Infine, sappiate che la composta di cipolle di Tropea è una conserva che accompagna bene i formaggi, senza sovrastarne l’aroma. I formaggi consigliati e idonei a questa conserva, sono quelli molto stagionati e saporiti come il Pecorino, il Parmigiano, il Provolone.

PER 4 VASI DA 250 ML:

  • 1 kg. di cipolle rosse di Tropea
  • 250 g di zucchero di canna
  • 250 g di aceto di mele
  • q.b. sale
  • 2 foglie di alloro
  • 5 bacche di ginepro
  • 3 chiodi di garofano
  • 1 pizzico di cannella

Preparazione

Sbucciate le cipolle e affettatele fini; mettete le in una casseruola con l’aceto,  l’alloro,  lo zucchero, poco sale e le spezie; mescolate e lasciate in infusione per una notte.

Trasferite la casseruola sul fuoco, e portate a ebollizione, abbassate la fiamma e cuocete per un’ora, finché avrete una confettura densa. Durante la cottura, togliete man mano la schiuma che si formerà in superficie.

Togliete la confettura dal fuoco, eliminate le foglie di alloro e rovesciatela ancora calda nei vasi perfettamente puliti e asciutti. Chiudeteli ermeticamente, avvolgeteli in un canovaccio e poneteli in una pentola. Versate abbondante acqua tiepida fino a superare i vasi di circa 4-5 cm portate lentamente a ebollizione, abbassate la fiamma e sterilizzate la confettura per un’ora.

Fate raffreddare i vasi nell’acqua, poi toglieteli dal recipiente e riponeteli in un luogo fresco e buio.

PREPARAZIONE: 20 minuti
COTIURA: 2 ore
DURATA: 8-9 MESI

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

printfriendly pdf button nobg md Composta di cipolle di Tropea per la dispensa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *