Insalata di quinoa con fagioli giapponesi

Insalata di quinoa con fagioli giapponesi
Commenti: 0 - Stampa

Tanta allegria in tavola grazie all’ insalata di quinoa con fagioli giapponesi !

Siete stanchi della solita insalata, del solito primo, della solita colazione… Ogni tanto abbiamo bisogno di cambiare, non è vero? Se avete risposto sì e state cercando un’insalata diversa dal solito, gustosa, profumata e gluten-free… beh l’avete trovata! Vi presento l’insalata di quinoa con fagioli giapponesi, ortaggi di stagione e cipollotto rosso all’agro di lamponi.

Prepararla non sarà difficile: basterà avvalersi di ingredienti genuini e di qualità. Se amate i fagioli, questa ricetta vi conquisterà, rivelandosi perfetta sia a pranzo che a cena. È leggera e veloce, ma andiamo a scoprirne altre interessanti qualità!

Un mix di profumi che ti conquisterà!

Volete sapere qual è il pezzo forte di questa insalata? Sicuramente la ricchezza dei profumi, data dalle spezie fresche (menta e coriandolo), dagli ortaggi di stagione e soprattutto dal cipollotto all’agro di lamponi, ovvero il tocco di classe di questa ricetta. Un altro ingrediente che, se non avete mai provato vi consiglio di provare, sono questi particolari fagioli: oltre ad essere gustosi, possiamo considerarli un vero e proprio superfood!

Insalata di quinoa con fagioli giapponesi

Grazie ad essi, la vostra insalata di quinoa con fagioli giapponesi risulterà infatti ricca di proteine, vitamine, fosforo e tantissimi altri fitonutrienti alleati della nostra salute e del benessere di tutto il corpo. Tra l’altro, secondo gli esperti, questi speciali fagioli sono particolarmente indicati per combattere il colesterolo.

Pertanto, potrete portare in tavola un piatto digeribile, gustoso, nutriente e dotato di numerose proprietà. I benefici e gli effetti positivi per l’organismo non tarderanno a presentarsi. È una pietanza colorata e allegra, sostanziosa e piena di sapori unici che si combinano alla perfezione!

Prepariamo l’insalata di quinoa con fagioli giapponesi

Come avrete capito, questa ricetta è una soluzione unica sotto ogni punto di vista e, se siete fans dei fagioli, certamente non vedrete l’ora di assaggiarla e l’adorerete! Prepararla sarà molto semplice e non richiederà né sforzi né tanto tempo a disposizione.

Detto questo, non mi resta che proporvi la ricetta dell’insalata di quinoa con fagioli giapponesi portata per il Sana 2016, durante l’evento per l’azienda Probios #AFavoreDellaVita. Buona preparazione e, soprattutto, buon appetito!

Ingredienti per 4 persone

  • 100 g quinoa
  • 400 g fagioli
  • 1 peperoncino lungo rosso e dolce
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • 200 g di pomodori ciliegia maturi
  • 2 cipollotti rossi
  • 1 cetriolo
  • 1 mazzetto di menta fresca
  • 1 mazzetto di coriandolo fresco
  • 1 pizzico di semi di cumino

Ingredienti per l’agro di lamponi

  • 150 g di lamponi freschi
  • 650 ml aceto di mele
  • qualche fogliolina di menta fresca

Preparazione dell’aceto di lampone

Come prima cosa, bisogna sterilizzare il barattolo che dovrà fare da contenitore, insieme al suo coperchio, facendolo bollire per una mezz’oretta nell’acqua calda.

Poi, va asciugato con un panno pulito e capovolto. Dopo aver tolto i lamponi dall’acqua corrente e asciugati per bene, occorre adagiarli sulla carta assorbente da cucina e introdurli all’interno del barattolo di vetro.

Poi, bisogna lavare le foglioline di menta. Quest’ultime devono essere fatte bollire per qualche minuto insieme all’aceto di mele. Dopo aver spento,  il tutto deve essere fatto intiepidire prima di versarlo sui lamponi.

Una volta raffreddatosi, il composto deve essere fatto riposare in un luogo fresco, al buio per circa 30 giorni. Il vaso che lo contiene deve essere agitato per almeno una volta al giorno.

Dopo un mese, bisogna filtrare il tutto con un colino dalla maglia fine e versare il liquido che ne esce fuori all’interno di una bottiglia pulita e ben sterilizzata da chiudere in modo ermetico e conservare in un luogo fresco.

Preparazione insalata

Lavate molto bene la quinoa con acqua corrente, riponetela in un tegame e versate il doppio d’ acqua rispetto al suo peso.  Lasciate cuocere per circa 20 minuti o affinché non si sarà asciugata tutta l’acqua.

Nel frattempo, in una padella antiaderente mettete i fagioli, aggiungete i semi di cumino e fateli diventare croccanti.

Scolate la quinoa poi conditela  con un filo d’olio extravergine d’oliva qualche cucchiaio di aceto al lampone.

Mescolate la quinoa condita su un piatto da portata e lasciare da parte a raffreddare un po’. Sopra mettetevi a cucchiaiate i fagioli croccantii. Spargerte i pomodorini a metà, i cipollotti e il peperoncino finemente affettato.

Tritate grossolanamente le foglie di menta e coriandolo e metteteli sull’insalata di quinoa fagioli e verdure, quindi aggiungere un filo di extravergine d’oliva, ancora un po’ di aceto di lampone  e servite.

5/5 (458 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di mele e sedano

Insalata di mele e sedano, una meraviglia agrodolce

Insalata di mele e sedano, l’abbinamento che non ti aspetti L’insalata di mele e sedano si inserisce sul solco delle insalate “agrodolci”, che si caratterizzano per degli abbinamenti...

insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini

Insalata di riso rosso con cannellini, un piatto...

Insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini, un pasto completo e veloce L’insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini è un’insalata di riso che si discosta da quelle tradizionali....

Insalata di ananas e gamberi

Insalata di ananas e gamberi, un pasto completo

Insalata di ananas e gamberi, un piatto dagli ottimi ingredienti L’insalata di ananas e gamberi è un piatto squisito, leggero e completo. Lo considero un po’ la mia salvezza, in quanto fa parte...

Insalata di riso con verdure e menta

Insalata di riso con verdure e menta, un...

Insalata di riso con verdure, un’alternativa alla classica insalata di riso L’insalata di riso con verdure, più che una pietanza, è un invito alla creatività. Proprio per questo, vi propongo...

Insalata di pasta con melanzane grigliate

Insalata di pasta con melanzane grigliate, un piatto...

Una lista di ingredienti ben ponderata L’insalata di pasta con melanzane grigliate e hummus di ceci è un piatto tipicamente estivo, per quanto apprezzabile anche in altri periodi dell’anno....

Insalata di zucchine crude

Insalata di zucchine crude, un’idea singolare e squisita

Insalata di zucchine crude, un contorno sfizioso La ricetta dell’insalata di zucchine crude è una ricetta sui generis, anche perché è realizzata con le zucchine “al naturale”, non...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


11-09-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti