bg header
logo_print

Salsa agrodolce per accompagnare i vostri piatti

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Salsina in agrodolce
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
2/5 (1 Recensione)

La salsa in agrodolce è la tipica salsa rossa di accompagnamento che troviamo al ristorante cinese per accompagnare ed esaltare il sapore degli involtini primavera, di antipasti e di secondi piatti tra cui il famoso pollo  in salsa agrodolce  abbinato all’ananas e ai peperoni.

In Cina è chiamata anche “salsa del popolo”, a causa del basso costo dei suoi ingredienti e si usa come condimento da versare sul cibo già cotto, soprattutto carne e pesce.

Le salse tradizionali della Cina sono preparate miscelando zucchero o miele con liquidi aspri come  l’ aceto di riso, di sidro, la salsa di soia, e spezie come lo zenzero e i chiodi di  garofano.

Ricetta salsa in agrodolce

Preparazione salsa in agrodolce

Per preparare la salsa agrodolce versate in un tegame la passata di pomodoro quindi aggiungete lo zucchero, l’aceto, l’acqua, la salsa di soia e un pizzico di sale.

Fate cuocere a fuoco lento per  circa 10 minuti; poi  aggiungete la farina setacciata mescolando con cura per evitare la formazione di grumi e continuate a mescolare fino all’addensamento della salsa che non deve essere ne troppo densa ne troppo liquida.

Una volta pronta fatela raffreddare e quella che avanza conservatela in frigorifero, chiusa in un barattolino di vetro, per 2 o 3 giorni.

Ingredienti salsa in agrodolce

  • 100 ml  di acqua
  • 160 gr  di zucchero di canna grezzo
  • 100 ml  di aceto di sidro o aceto bianco
  • 5 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di farina di riso
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • un pizzico di sale

La salsa agrodolce cinese che  è quella più simile a quella usata in occidente, ed è stata creata per accompagnare il maiale in agrodolce. Oggi voglio darvi qualche consiglio per prepararla! Come vedrete la ricetta è molto facile e veloce ma è grande la soddisfazione di riuscire a preparare da soli questa salsina!

Zucchero di canna grezzo: cosa sappiamo davvero?

Sentiamo spesso parlare di zucchero di canna grezzo. Sappiamo davvero come è fatto? In molti casi no! Ecco perché è il caso di fare il punto della situazione in merito, ricordando per esempio che si tratta dello zucchero di canna che, solitamente, troviamo nelle bustine del bar. Il caratteristico color marroncino è dovuto in particolare alla presenza di residui di melassa.

Se i granelli risultano particolarmente marroncini è bene fare attenzione, perché può essere il segno della presenza di caramello ammoniacale, un colorante sintetico che viene aggiunto per nascondere la presenza di processi di raffinazione. In generale lo zucchero di canna è da preferire a quello bianco in quanto la mancanza di processi di raffinazione non intacca i principi nutritivi.

Aceto di sidro: un vero regalo dalla natura

La natura ci fa dei regali a dir poco speciali e l’aceto di sidro è uno di questi. Per parlare delle sue proprietà ci vorrebbero pagine e pagine. Molto apprezzato nella medicina popolare orientale come rimedio per dimagrire, contiene molte sostanze nutritive importanti, come per esempio il calcio, il rame, il magnesio.

Derivante dalla fermentazione delle mele, l’Aceto di Sidro di Mele oggi è stato molto rivalutato dalla cucina vegana, per via delle sue proprietà benefiche. Il suo utilizzo è diffuso per condire insalate e preparare infusi caldi che possono risultare piacevoli soprattutto nelle giornate fredde e piovose. Inoltre, grazie alle sue proprietà benefiche, può diventare un aiuto naturale rilevante per prevenire le patologie cardiache, contenere il tasso di glicemia nel sangue e per fare delle diete equilibrate, specie se si ha l’esigenza di perdere peso.

Da ricordare è anche la presenza di una buona quantità di vitamina C, antiossidante efficacissimo. La ricetta della salsa, come vedete, è semplicissima. Ora davvero non resta che procurarsi gli ingredienti e correre in cucina a prepararla! Basta pochissimo per portare in tavola questa la salsa agrodolce piccante che arricchirà notevolmente il sapore dei vostri piatti!

Ricette etniche ne abbiamo? Certo che si!

2/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Chutney al tamarindo

Chutney al tamarindo, la salsa agrodolce per carne...

Scopriamo insieme le proprietà del tamarindo Vale la pena approfondire il tamarindo, protagonista indiscusso di questo chutney. E’ un frutto diverso dagli altri, sia per l’aspetto che per il...

salsa al rafano

Salsa al rafano, l’intingolo scandinavo per le carni...

Le proprietà del rafano Vale la pena parlare del rafano, che è il vero protagonista di questa salsa. E’ una radice molto versatile che, se opportunamente grattugiata, può fungere da spezia o da...

Aceto al corbezzolo

Aceto al corbezzolo, ottimo per verdure e contorni

Come scegliere il corbezzolo Al fine di preparare un buon aceto al corbezzolo è opportuno scegliere con cura il frutto. Per questo tipo di aceto andrebbero impiegati i corbezzoli poco maturi,...