Panna cotta al latte di noce e caffè, buona e facile

Panna cotta al latte di noce
Commenti: 0 - Stampa

Tutta la bontà della panna cotta al latte di noce con caffè e noci pecan

La panna cotta al latte di noce con caffè e noci pecan è un dessert delizioso, dal gradevole impatto visivo e anche molto semplice da realizzare. E’ preparato con ingredienti non proprio tipici, ma non per questo difficili da reperire. E’ la dimostrazione di come la panna cotta offra spunti per esprimere una certa creatività e sperimentare combinazioni particolari. Questa ricetta, per esempio, vede come protagonisti le noci pecan e il caffè solubile, dunque si caratterizza per un’offerta di sapori audace e intensa. Delle noci pecan, alimento nobile, forse addirittura più nobile delle nostri noci mediterranee, dedicherò il prossimo paragrafo.

In questo vorrei soffermarmi su una delle qualità più importanti della panna cotta al latte di noce con caffè, ossia la totale assenza di lattosio. E’ una qualità non da poco, visto il numero estremamente alto di intolleranti al lattosio in Italia. Il latte è sostituito dal latte di noce, mentre la panna classica è sostituita dalla panna delattosata. Il processo di rimozione del lattosio, va detto, non ha nulla di chimico o artificioso. Molto banalmente, la materia prima – ovvero il latte – viene sottoposto all’enzima lattasi, in modo che il lattosio si scinda in glucosio e galattosio. Si innesca così una reazione che è fisiologica, e che anzi avviene nell’intestino delle persone non affette dal disturbo. Specifico che tale processo non modifica in alcun modo il sapore, infatti al palato una panna delattosata è indistinguibile da una panna con lattosio.

Cosa sono le noci pecan e quali sono le loro proprietà

Le noci pecan sono tra le protagoniste di questa ricetta. Sono diverse dalle classici noci, a partire dal guscio, che in questo caso è decisamente più liscio e ricorda quello delle mandorle. Le noci pecan sono originarie del centro America, ma attualmente sono coltivate nelle zone più calde d’Europa, come la Sicilia. Fanno parte della categoria “frutta secca” e come tale presentano un apporto calorico davvero elevato: si parla di ben 750 kcal per 100 grammi di prodotto. Nonostante questo, le noci pecan sono salutari in quanto ricche di acidi oleici, che fanno bene all’apparato cardiocircolatorio (allo stesso modo delle olive, altro alimento che contiene in abbondanza questa sostanza). Inoltre contribuiscono ad abbassare il colesterolo cattivo.

Panna cotta al latte di noce

Le noci pecan sono anche una fonte eccellente di vitamine e sali minerali. Contengono infatti la vitamina A, B, C e quantità straordinarie di magnesio, manganese, potassio, calcio, ferro, zinco, selenio e soprattutto fosforo. Le noci pecan giocano un ruolo importante in questa ricetta. Fungono infatti sia da ingrediente vero e proprio che da decorazione. Nello specifico, vanno poste alla fine sulla superficie della panna cotta. In linea di massima contribuiscono da un lato a migliorare l’impatto visivo del dessert, e dall’altro a modificare il sapore.

La purezza del latte di noce ed il suo apporto di omega tre

Il latte di noce sostituisce il latte animale (vaccino, caprino ecc..). La ragione di questa sostituzione è duplice: da un lato la volontà di proporre un ingrediente compatibile con le necessità degli intolleranti al lattosio, dall’altro la volontà di proporre un sapore diverso, ossia trasformare il latte in un ingrediente che possa incidere anche dal punto di vista organolettico. Il latte di noce consente di raggiungere entrambi gli obiettivi. Tra i tanti tipi di latte vegetale attualmente a disposizione, quello di noce ha un sapore più pieno e intenso. Inoltre si posa alla perfezione con gli altri ingredienti di questa ricetta, e in particolar modo con le noci pecan.

Tra l’altro, il latte di noci è ricco di sostanze nutritive. Certo, è grasso, ma i suoi grassi sono buoni. Un esempio è dato dagli omega tre, sostanze che agiscono positivamente e a più livelli: apparato cardiocircolatorio, vista, funzioni cognitive e molto altro. Il latte di noci è anche ricco di sali minerali, che fungono un po’ da ricostituente, e di vitamine (in particolare la vitamine E). Questo tipo di latte gioca un ruolo essenziale nella nostra ricetta, infatti interviene in una fase iniziale della preparazione per essere unito alla panna prima che questa venga cotta.

Ecco la ricetta della panna cotta al latte di noce con caffè e noci pecan:

Ingredienti per 10 panne cotte:

  • 500 gr. di latte di noce;
  • 250 gr. di panna consentita;
  • 12 gr. di colla di pesce+ 60 gr. di acqua;
  • 50 gr. di malto di riso;
  • 8 gr. di caffè solubile;
  • qualche noce pecan.

Preparazione:

Per la preparazione della panna cotta al latte di noce iniziate ammollando la gelatina nell’acqua, poi inseritela nel microonde affinché si sciolga. Mescolate il latte di noce, la panna delattosata, il malto di riso e il caffè solubile in un pentolino e portate a ebollizione. Poi spegnete il fuoco, aggiungete la gelatina e mescolate. Distribuite la panna cotta nei bicchieri di portata e lasciatela raffreddare affinchè si addensi. Infine decorate la superficie con un po’ noci pecan e polvere di caffè.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cioccolata calda con marshmallow

Cioccolata calda con marshmallow, una pausa golosa

Cioccolata calda con marshmallow, un abbinamento perfetto La cioccolata calda con marshmallow è una bevanda ottima per i pomeriggi invernali, o per una pausa all’insegna della dolcezza e del...

Charlotte con crema di castagne

Charlotte con crema di castagne, una deliziosa scoperta

Charlotte con crema di castagne, sapori d’autunno Oggi vi presento la charlotte di castagne (o meglio con crema di castagne), una torta davvero speciale e in grado di conquistare occhi e palato....

budino sbagliato

Il budino sbagliato di Carlo Cracco per stupire...

Il budino sbagliato, quando la creatività incontra la tradizione Il budino sbagliato è una ricetta di Carlo Cracco, il famoso chef stellato ha deciso di interpretare liberamente la ricetta del...

Victoria sponge cake

Victoria sponge cake, un’idea per la Festa dei...

Victoria sponge cake, una delizia della pasticceria anglosassone La Victoria Sponge Cake, come suggerisce il nome, è una specialità della pasticceria inglese. E' conosciuta anche come Victoria...

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco,...

Torta fredda con Skyr, una variante sui generis della cheesecake La torta fredda con Skyr e frutti di bosco può essere considerata come l’evoluzione della cheesecake. Il procedimento è simile,...

Parrozzo

Il parrozzo, un golosissimo dolce abruzzese

Il parrozzo, un dolce al cioccolato fuori dall’ordinario. Il parrozzo, detto anche pane rozzo, è un dolce tipico della cucina abruzzese che vanta una lunga tradizione. E’ stato inventato agli...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


20-09-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti