La torta Duchessa, un dolce regale

torta Duchessa
Stampa

Torta Duchessa (o di Maria Luigia), un dolce delizioso

La torta Duchessa è uno dei dolci più belli che possiate mai preparare, d’altronde è sufficiente dare un’occhiata alla foto per comprendere il valore estetico di questa ricetta. Per inciso, è chiamata anche Torta di Maria Luigia (o Maria Luisa), Duchessa di Parma, oltre che moglie di Napoleone. Si narra che la torta sia stata inventata nella prima metà del XIX secolo proprio in suo onore. La leggenda è caratterizzata da evidenti contaminazioni “austriache”, che ricordano alcune preparazioni della tradizione mitteleuropea.

Dal punto di vista gastronomico, la torta Duchessa è un dolce a base di pasta di nocciole, valorizzate da una farcitura fatta con crema pasticcera e zabaione. Il tutto viene poi decorato da una deliziosa e splendida ganache di cioccolato e panna. La guarnizione prevede anche ciuffetti di crema sormontati da ciliegine candite.

Come preparare lo zabaione?

Lo zabaione della Torta Duchessa è tutto sommato classico. La parte alcolica è data, almeno nella versione che vi presento oggi, da due bevande tipiche della Sicilia: lo Zibibbo (un vino bianco forte e dolce) e il Marsala, che stupisce per il suo aroma e per la sua corposità. Il procedimento è sostanzialmente identico a quello degli altri zabaioni. Nello specifico, si tratta di integrate una montata di uova, farina e zucchero nella soluzione alcolica.

Questo particolare zabaione si sposa alla perfezione con l’impasto, che è realizzato con una pasta di nocciole. La farina di nocciole è ricca di vitamina E e persino di acidi grassi omega tre. La vitamina E svolge una fondamentale funzione antiossidante, mentre gli acidi grassi omega tre fanno bene all’apparato cardiocircolatorio. Nonostante le nocciole siano notoriamente caloriche, la loro farina vanta un apporto calorico paragonabile alle altre.

torta Duchessa

Una ganache semplice ma di grande impatto

Uno dei punti di forza della Torta Duchessa è la ganache al cioccolato. Essa ricopre il dolce, almeno nella sua parte laterale. Inoltre aggiunge gusto, una tonalità cromatica peculiare e una texture gradevole al palato. E’ comunque molto classica, almeno per quanto concerne gli ingredienti. Essi si limitano alla panna e al cioccolato fondente. Per la precisione, il cioccolato viene unito – e sciolto – nella panna dopo essere stata ben riscaldata.

La crema ganache, dovete sapere, pare essere nata a seguito di un errore di un apprendista pasticcere che dopo aver versato della panna bollente nel cioccolato capì che il risultato che aveva ottenuto era qualcosa di davvero utile e goloso.

La ganache al cioccolato è detta anche parigina, si ottiene mescolando panna fresca e cioccolato in quantità uguali, insieme a una piccola parte di burro. La crema ganache viene così utilizzata soprattutto per guarnire torte e per farcire alcuni biscotti come i macarones.

Come ogni preparazione classica, esistono diverse versioni: la crema ganache semplice, quella montata con le fruste elettriche, quella lucidissima e quella al burro, così come diverse varianti con tipi diversi di cioccolato.

E’ bene spendere qualche parola sul cioccolato fondente per le sue eccellenti proprietà nutrizionali. Certo, l’apporto calorico non è indifferente, ma i benefici derivanti dal consumo di cioccolato fondente sono ormai testimoniati anche dalla scienza. In primis il cioccolato fondente è ricco di antiossidanti, che fungono da antitumorali. In secondo luogo fa bene all’umore in quanto stimola la produzione di dopamina, proprio per questo è considerato anche un moderato antidepressivo.

Ecco la ricetta della torta Duchessa:

Ingredienti pere 8 persone:

  • 100 gr. di farina di nocciole,
  • 120 gr. di burro chiarificato,
  • 320 gr. di zucchero semolato,
  • 150 gr. di farina doppio zero,
  • q. b. di buccia grattugiata di limone,
  • 275 gr. di cioccolato fondente consentito,
  • 300 gr. di panna consentita,
  • 200 ml. di latte consentito,
  • 140 gr. di tuorli,
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia,
  • 100 ml. di marsala,
  • 50 ml. di Zibibbo,
  • q. b. di ciliegie candite.

Preparazione:

Per la preparazione della torta Duchessa iniziate dai dischi di pasta di nocciole. Mescolate la farina di nocciole, il burro, un etto di zucchero, un etto di farina doppio zero e la buccia del limone grattugiata. Amalgamate per bene ricavando una pasta abbastanza compatta. Nel caso fosse troppo dura, integrate un uovo per renderla più morbida. Conservate la pasta in frigo, poi stendetela con un mattarello. Ricavate tre dischi aiutandovi con una tortiera (mi raccomando i dischi devono essere identici per forma e dimensioni). Cuocete al forno a 170 gradi per 30 minuti, infine fatela raffreddare.

Intanto occupatevi della crema pasticciera. In un pentolino scaldate il latte, poi aggiungete la vaniglia e 50 grammi di panna. In una ciotola a parte montate insieme un etto di zucchero, 50 grammi di tuorli e 20 grammi di farina doppio zero. Dovreste ricavare una montata spumosa. Quando la soluzione al latte è sul punto di bollire, versatela nella montata e mescolate per un minuto circa.

Per quanto riguarda lo zabaione, che metterete nella vostra torta Duchessa, procedete come segue. Unite il marsala, lo Zibibbo e portate a bollore. In una ciotola a parte unite i restanti tuorli, 30 grammi di farina e 120 grammi di zucchero. Montate il tutto fino a ricavare un composto spumoso. Versate questa montata nella soluzione di marsala e zibibbo, riaccendete il fuoco e spegnetelo non appena raggiunge il bollore. Infine, lasciate raffreddare.

Per quanto riguarda la ganache al cioccolato, fate bollire 250 grammi di panna e sciogliete all’interno il cioccolato a fuoco spento. Integrate 200 grammi di crema pasticciera che avete preparato ed ottenete in questo modo la farcitura per la vostra torta.

Non vi rimane che comporre il dolce. Posizionate un disco su un piatto piano e spalmateci sopra la crema. Apponete il secondo disco e con la sac à poche create un cerchio lungo i bordi del disco (fungerà da contenimento per lo zabaione nel caso risultasse troppo liquido). Infine, spalmate lo zabaione al centro. Apponete il terzo disco e spalmate la crema al cioccolato lungo le pareti della torta. Create dei ciuffetti con la crema al cioccolato sopra il disco superiore. Coprite con abbondante zucchero a velo e guarnite ogni ciuffetto con una ciliegia candita ricoperta di zucchero semolato. Conservate la torta Duchessa in frigo e tiratela fuori un’ora prima del servizio.

5/5 (653 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


23-06-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Gelato di pesche e zafferano

Gelato di pesche e zafferano, un dessert speziato

Cosa ha di speciale il gelato di pesche e zafferano? Il gelato di pesche e zafferano con riso al salto vanigliato è un dessert molto particolare, che si distingue per una certa versatilità....

Torta Raffaello

Le migliori ricette senza glutine, ottimi piatti gluten-free

Un approfondimento sulla cucina gluten-free Le ricette senza glutine sono un mondo tutto da scoprire, adatte a chi ha ricevuto una diagnosi di celiachia da poco, e deve modificare in modo permanente...

Gelato di caju

Gelato di caju, una merenda dal gusto tropicale

Gelato di caju, un’esperienza insolita e gustosa Il gelato di caju è un gelato molto particolare. In primis, perché viene principalmente fatto in casa. D’altronde, nessuna gelateria ha ancora...

Cheesecake con lavanda e mirtilli

Cheesecake con lavanda e mirtilli, un dolce profumato

Cheesecake con lavanda e mirtilli, un’idea spettacolare La cheesecake con lavanda e mirtilli è una variante molto particolare del celebre dolce anglosassone. La differenza principale risiede...

Crostata festa della Bastiglia

Crostata festa della Bastiglia, un dolce per il...

Crostata festa della Bastiglia, un dolce per una rinomata ricorrenza francese La crostata festa della Bastiglia è esattamente ciò che suggerisce il nome, ossia un dolce per celebrare questa...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti