Il caffè , una bevanda dalle mille qualità , di non potrei farne a meno

Al mattino (e non solo), il caffè ci accompagna, ci sveglia e ci delizia…

Chi non ama il caffè? Sicuramente, in pochi. Infatti, si tratta di una delle bevande più amate in tutto il mondo. A qualcuno piace all’americana, mentre altri preferiscono un bell’espresso ristretto. Alcuni lo amano macchiato e altri lo preferiscono aromatizzato. Lo beviamo al mattino e anche nel pomeriggio, ci aiuta a svegliarci e spesso si presenta come una “scusa” per stare in compagnia… Insomma, non possiamo fare a meno di confermare che si tratta di un drink di cui tante persone non possono fare a meno!

Il caffè si ricava dall’infusione dei semi di Coffea (pianta appartenente alla famiglia botanica delle Rubiacee), macinati e sottoposti a diverse lavorazioni, tra cui la torrefazione e la decaffeinizzazione. Anche i metodi di estrazione sono differenti e grazie ad essi può cambiare il sapore, ma anche la varietà della bevanda stessa (moka, caffè greco, caffè turco, etc.).

Abbiamo a che fare con un drink e persino con un ingrediente perfetto per diverse preparazioni quali dolci, gelati, granite, cocktail, bevande analcoliche, aromi, alimenti liofilizzati e molto altro. Con queste premesse, scopriamo insieme quali sono le principali caratteristiche del caffè!

caffè

Le proprietà di una delle bevande più amate nel mondo

Come ben sapete contiene la caffeina, un principio attivo da assimilare con attenzione. Questa sostanza è disponibile in diverse forme molecolari. Ad esempio, nei semi del caffè verde non torrefatto, è presente sotto forma di acido clorogenico. La caffeina si trova anche nel cacao, nel tè, nel ginseng, nella cola, nel guaranà e in altri alimenti e bevande. Se assunta in quantità moderata, agisce sul sistema nervoso, migliorando i nostri livelli di attenzione. Non a caso, la apprezziamo molto al mattino.

La caffeina interagisce persino sull’apparato cardiocircolatorio, proponendo un effetto vasodilatatore e accelerando il battito cardiaco. Secondo alcune ricerche, questa sostanza può influire positivamente sul metabolismo lipidico e agire come un valido diuretico, motivo per cui viene usata anche per la realizzazione di prodotti dimagranti e anticellulite, nonché di alcuni farmaci. Tuttavia, questo non ci deve suggerire di bere troppo caffè!

Infatti, come in ogni cosa, è importante non esagerare, anche perché la caffeina migliore non possiamo assimilarla grazie alla normale tazza di caffè: solitamente, è contenuta nelle varietà meno lavorate, come appunto quella del caffè verde non torrefatto. Ad ogni modo, possiamo comunque contare su un effetto stimolante nei confronti della secrezione gastrica e di quella biliare (perfetto per facilitare la digestione), e su un notevole effetto energetico.

Oltre alla caffeina, contiene molte altre sostanze. Pertanto, possiamo contare persino su tanti altri benefici, che però sono ancora in fase di studio, e su importanti proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

caffè Nicaragua

Troppo caffè non fa bene: ecco le controindicazioni

Come abbiamo detto, tutti questi benefici non devono spingerci a consumare troppo caffè. Infatti, in questi casi è possibile constatare delle problematiche da non sottovalutare (e da evitare!). Berne troppo può provocare un effetto anoressizzante (diminuzione dell’appetito); può causare disturbi all’apparato digerente (non a caso, è sconsigliato a chi ha problemi di gastrite, reflusso gastroesofageo e ulcera); alimentare l’insonnia e l’ipertensione; e scatenare tachicardia e tremori persino nei soggetti sani.

Esagerare con il caffè può anche annullare l’effetto lipolitico, principalmente per colpa dell’aggiunta di zucchero; e può mettere a rischio l’assorbimento di calcio e ferro, provocando altri danni e favorendo l’insorgere di anemia e osteoporosi. Pertanto, per gioire di questa bevanda e dei suoi benefici, dovremmo evitare di dolcificarlo (se possibile), ma soprattutto limitarne il consumo: non bisogna superare i 300 milligrammi di caffeina al giorno.

Considerando che questa sostanza è presente persino nel cioccolato e nel tè, nonché in tanti altri alimenti, sarebbe opportuno fissare un limite di 3 tazzine di espresso al giorno (secondo gli esperti, chi ha un fisico più robusto può anche arrivare a 4 tazzine). Le donne in gravidanza dovrebbero consumare meno caffè rispetto a tutti gli altri, limitandone al massimo la quantità e prediligendo il decaffeinato. Infatti, elevate dosi di caffeina possono rivelarsi pericolose per la salute del bambino.

In cucina con il caffè…

Ora che sapete tutto, avete un’ulteriore certezza: abbiamo a che fare con una bevanda che può farci del bene, ma che dobbiamo consumare con parsimonia. Detto questo, che ne dite di portarlo in tavola come un valido ingrediente per le nostre pietanze? Sì, esatto: ecco alcune ricette che possiamo gustare grazie al caffè!

Tra le più facili, troviamo sicuramente la bevanda alla mandorla con gocce al caffè,  “la dama in carrozza”  e la granita. Se invece desiderate qualcosa di ancor più sfizioso, vi suggerisco il dolce di ricotta, i tartufi , le ciambelline al cocco e caffè. Che dire di più?

Buon divertimento con le preparazioni e… buon appetito!

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.