Spezzatino di wagyu: alla scoperta di questa carne squisita e apprezzata

spezzatino di wagyu MarcoMayer

Spezzatino di wagyu: una raffinatezza unica al mondo

Oggi voglio parlavi di una ricetta davvero speciale, che ci porta direttamente nel meraviglioso Giappone. Da qui, infatti, arriva il wagyu, la carne più costosa del mondo. Siete curiosi, scommetto! Ecco perché ho deciso di accompagnarvi alla scoperta di questo piatto straordinario.

Lo spezzatino di wagyu è una vera specialità, perfetta sia per gli intolleranti al lattosio sia per i celiaci. Vi farà fare un figurone, vi assicuro!

Cos’è il wagyu?

Come ho poco fa ricordato, il  wagyu è considerata la carne più costosa del mondo. Molto tenera, è anche alquanto succosa e contraddistinta da una fitta trama di grasso che ne determina la morbidezza.

Si tratta di una carne di manzo che, secondo gli allevatori, nei prossimi anni sarà oggetto di esportazioni forti in tutto il mondo.

Di certo c’è che, oggi come oggi, è oggetto di una selezione rigorosissima. Gli indicatori presi in considerazione comprendono una gamma di valutazioni che va da 1 a 5 e che tiene conto del colore, della consistenza, delle venature e della qualità del grasso.

Un’altra peculiarità interessante del wagyu riguarda il fatto che i manzi che vengono utilizzati per queste carni sono dissetati con la birra. Questo li fa ingrassare rapidamente. Sono anche massaggiati regolarmente per rendere le carni più tenere e per fare in modo che il fisico non subisca danni a causa del poco spazio per muoversi.

Fantastico, vero? Non c’è che dire: si tratta di una filiera super sostenibile!

Aceto balsamico, un prodotto squisitamente italiano

Dopo aver approfondito le caratteristiche del wagyu, è arrivato il momento di parlare di un prodotto squisitamente italiano. Di cosa stiamo parlando? Dell’aceto balsamico invecchiato! Il suo aroma unico deriva dal soggiorno in botti di legni diversi, tra i quali è possibile ricordare il gelso, il castagno e il ciliegio.

La sua essenza esalta tantissimo il sapore dei cibi e riesce a dare un carattere davvero speciale a questo spezzatino, un vero trionfo di profumi e sapori. Vi assicuro che rimarrete estasiati e che, al primo assaggio, vi si aprirà un mondo!

Ovviamente, come ho già detto, si tratta di un piatto perfetto per gli intolleranti al lattosio e i celiaci, un modo per ricordare che vivere queste due condizioni non significa assolutamente rinunciare a mangiare con gusto!

Ingredienti

  • 500 gr. di wagyu
  • 1 peperoncino dolce
  • 1dl aceto balsamico
  • 1 cucchiaio salsa di ostriche
  • 1 cipollotto fresco
  • 6 funghi galletti puliti
  • 1 spicchio di aglio
  • qualche foglia di maggiorana fresca
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale pepe

Preparazione

Lavate e pulite il cipollotto. Tagliate a rondelle. Pulite accuratamente i funghi e tagliate a pezzi. Tritate la maggiorana. Pelate l’aglio. Lavate e tagliate il peperoncino a lamelle.

Fate rosolare in poco olio il cipollotto e i funghi. Aggiungete l’aglio, la maggiorana, il peperoncino. Lasciate rosolare e sfumate con l’aceto balsamico. Aggiustate di sale e pepe. Dopo circa 7 minuti di cottura aggiungete la salsa di ostriche e proseguite la cottura per altri 8 minuti. Il liquido si dovrà restringere almeno della metà .

A parte tagliate la carne a cubettoni. Scottate in una padella antiaderente a fiamma viva, aggiungete la salsa e lasciate insaporire qualche minuto prima di servite caldissima.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *