bg header
logo_print

Spezzatino di Wagyu: un piatto con la carne più costosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

spezzatino di wagyu
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 7 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (451 Recensioni)

Cos’è il wagyu?

Lo spezzatino di wagyu è una vera specialità, perfetta sia per gli intolleranti al lattosio sia per i celiaci. Vi farà fare un figurone, vi assicuro! Come ho poco fa ricordato, il  wagyu giapponese è considerata la carne più costosa del mondo. Molto tenera, è anche alquanto succosa e contraddistinta da una fitta trama di grasso che ne determina la morbidezza.

Si tratta di una carne di manzo che, secondo gli allevatori, nei prossimi anni sarà oggetto di esportazioni forti in tutto il mondo. Di certo c’è che, oggi come oggi, è oggetto di una selezione rigorosissima. Gli indicatori presi in considerazione comprendono una gamma di valutazioni che va da 1 a 5 e che tiene conto del colore, della consistenza, delle venature e della qualità del grasso.

Un’altra peculiarità interessante del wagyu riguarda il fatto che i manzi che vengono utilizzati per queste carni sono dissetati con la birra, questo li fa ingrassare rapidamente. Sono anche massaggiati regolarmente per rendere le carni più tenere e per fare in modo che il fisico non subisca danni a causa del poco spazio per muoversi. Fantastico, vero? Non c’è che dire, si tratta di una filiera super sostenibile!

Ricetta spezzatino di wagyu

Preparazione spezzatino di wagyu

  • Lavate e pulite il cipollotto, poi tagliatelo a rondelle.
  • Pulite accuratamente i funghi e tagliateli a pezzi.
  • Tritate la maggiorana e pelate l’aglio.
  • Intanto lavate e tagliate il peperoncino a lamelle.
  • Fate rosolare in poco olio il cipollotto e i funghi, poi aggiungete l’aglio, la maggiorana, il peperoncino.
  • Lasciate rosolare e sfumate con l’aceto balsamico, infine aggiustate di sale e di pepe.
  • Dopo circa 7 minuti di cottura aggiungete la salsa di ostriche e proseguite la cottura per altri 8 minuti. Il liquido si dovrà restringere almeno della metà.
  • A parte tagliate la carne a cubettoni.
  • Scottate la carne in una padella antiaderente a fiamma viva, aggiungete la salsa e lasciate insaporire qualche minuto prima di servite caldissima.

Ingredienti spezzatino di wagyu

  • 500 gr. di wagyu
  • 1 peperoncino dolce
  • 1 dl. di aceto balsamico
  • 1 cucchiaio di salsa di ostriche
  • 1 cipollotto fresco
  • 6 funghi galletti puliti
  • 1 spicchio di aglio
  • qualche foglia di maggiorana fresca
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e di pepe

Aceto balsamico, un prodotto squisitamente italiano

Dopo aver approfondito le caratteristiche del wagyu, è arrivato il momento di parlare di un prodotto squisitamente italiano. Di cosa stiamo parlando? Dell’aceto balsamico invecchiato! Il suo aroma unico deriva dal soggiorno in botti di legni diversi, tra i quali è possibile ricordare il gelso, il castagno e il ciliegio.

La sua essenza esalta tantissimo il sapore dei cibi e riesce a dare un carattere davvero speciale a questo spezzatino, un vero trionfo di profumi e sapori. Vi assicuro che rimarrete estasiati e che, al primo assaggio, vi si aprirà un mondo!

Ovviamente, come ho già detto, si tratta di un piatto perfetto per gli intolleranti al lattosio e i celiaci, un modo per ricordare che vivere queste due condizioni non significa assolutamente rinunciare a mangiare con gusto!

carne di Wagyu

Un condimento delizioso per la ricetta dello spezzatino di Wagyu

Lo spezzatino di Wagyu è un secondo davvero speciale, d’altronde stiamo parlando di una delle carni più pregiate in assoluto, dal costo secondo alcuni proibitivo secondo altri equilibrato per l’esperienza che è capace di offrire.

Per uno spezzatino così non potevo fare altro che proporre una salsa altrettanto raffinata ed elegante. Una salsa che punta quasi tutto sulle ostriche, ponendo in essere un suggestivo abbinamento mare – terra.

Non preoccupatevi, preparare la salsa non è affatto difficile. Si tratta di creare un soffritto di cipollotto e funghi, aggiungere degli aromi (maggiorana, peperoncino, aglio), l’aceto balsamico e infine la salsa di ostriche. Poi si cuoce il tutto per una decina di minuti, in modo da innescare un processo di riduzione, ed ecco una salsa densa e aromatica per il vostro spezzatino di Wagyu.

Spezzatino di Wagyu, una ricetta gourmet con una salsa davvero speciale

La salsa di ostriche è la vera protagonista del condimento dello spezzatino. E’ un condimento dal carattere estremamente gourmet, che viene riservato ai piatti più pregiati. E’ una salsa densa e saporita, poiché si ottiene dalla cottura a fuoco lento delle ostriche, e dal “succo” che si ricava dall’intero processo.

La salsa di ostriche delizia in quanto propone il celebre sapore “umami”, che di rado fa capolino nella cucina occidentale, mentre rappresenta un must nella cucina asiatica. L’umami è un misto tra acidulo, dolce e salato e va bene un po’ su tutto: carne, pesce e verdure.

La salsa di ostriche si difende bene anche dal punto di vista nutrizionale. Il riferimento è al ricco contenuto di zinco, sostanza che funge da antiossidante e sostiene il sistema immunitario. Stesso discorso per le vitamine del gruppo B e per il fosforo. Certo, contiene anche una dose importante di sodio, che può rappresentare un problema per chi soffre di pressione alta.

Come accompagnare questo spezzatino?

Lo spezzatino di Wagyu è buono così com’è, tuttavia si può pensare a un contorno, o ad un accompagnamento che completi il piatto senza compromettere il suo carattere gourmet. Quindi per questa ricetta vi consiglio di bandire la classica lattuga e puntare a qualche verdura dall’aspetto più elegante, dai colori sgargianti e dal sapore meno ordinario.

Un’idea non troppo costosa, tale da riequilibrare il tenore eccessivo del piatto, consiste nel radicchio rosso, che può essere condito con un po’ di aceto balsamico oppure da semplice olio e sale. Una scelta altrettanto equilibrata ma non banale è data dalle barbabietole rosse in umido, che si fanno apprezzare per la loro texture a metà strada tra il croccante e il morbido, arricchite da un colore intenso e un sapore aromatico ma delicato.

FAQ sullo spezzatino di Wagyu

Come non far venire duro lo spezzatino?

Per evitare che lo spezzatino diventi duro è fondamentale cuocerlo a fuoco lento e per un tempo prolungato. Questo metodo permette alle fibre muscolari della carne di ammorbidirsi e rendere il piatto succulento e tenero.

Che tipo di carne usare per lo spezzatino?

Lo spezzatino si prepara meglio utilizzando tagli di carne che contengono una buona quantità di tessuto connettivo, come la spalla o il collo. Questi tagli, cucinati lentamente, diventano teneri e saporiti grazie al tempo prolungato di cottura che permette al collagene di trasformarsi in gelatina, arricchendo il piatto. Per quanto concerne lo spezzatino di Wagyu si utilizzano i tagli di carne girello e tenerone.

Quando salare lo spezzatino?

È consigliabile salare lo spezzatino verso la fine della cottura. Se si aggiunge il sale troppo presto si rischia di ridurre l’umidità della carne, rendendola meno succulenta. Invece, se si aggiunge il sale alla fine si preserva la morbidezza della carne e si ottimizza l’equilibrio del sapore nel piatto nel suo complesso.

Quante calorie ha lo spezzatino di Wagyu?

La carne di Wagyu è una delle più grasse in assoluto, dunque lo spezzatino in questione è molto calorico. Una porzione generosa, se si considera anche la salsa di accompagnamento, può superare le 500 kcal.

Ricette con carni particolari ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (451 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Brandade de Morue à la Nimoise

Brandade de Morue à la Nimoise: lo snack...

Tutto il sapore del baccalà Il protagonista di questa ricetta è il baccalà, che qui viene sottoposto a un trattamento particolare. Tanto per cominciare viene dissalato, ossia viene lasciato in...

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...