La ricetta veloce della Crostata salata con spinaci

Crostata salata con spinaci
Stampa

La ricetta veloce della Crostata salata con spinaci. Mangiate spinaci a volontà! Sono il meglio che la natura ci ha dato per nutrirci. E se proprio non volete fare come braccio di ferro, ingurgitandoli senza troppi pensieri, ma volete una ricetta che vi faccia assimilare tutti i nutrienti in modo più piacevole, metteteli dentro una crostata, come ho fatto io!

I vantaggi degli spinaci sono molti. Oltre a fornire più nutrienti rispetto a qualsiasi altro tipo di cibo, hanno una quantità ridicola di calorie.

Gli spinaci sono una fonte eccellente di acido folico, ferro, magnesio, manganese, calcio, potassio, vitamina K, A, C, B2, e B6; e una buona fonte di fosforo, proteine, fibre alimentari, rame, zinco, vitamina E, e poi, niacina, selenio e acidi grassi omega-3. Non dimentichiamoci, infine, dei flavonoidi.

Tutte queste preziose sostanze si traducono in benefici per la salute. Ad esempio, le vitamine C e A sono antiossidanti che aiutano a contrastare gli effetti dei radicali liberi nel corpo; il folato aiuta a mantenere il sistema cardiovascolare sano e il magnesio aiuta a ridurre la pressione alta.

Crostata salata con spinaci

Gli spinaci sono consigliati dai medici in caso di carenza di ferro, un minerale importantissimo per la salute delle donne, dei bambini e degli adolescenti. Poiché il ferro è un componente dell’emoglobina, che trasporta l’ossigeno a tutte le cellule del corpo, è necessario per dare la giusta energia all’organismo. Tenete presente, poi, che rispetto alla carne rossa, gli spinaci forniscono molto meno calorie, grassi e colesterolo.

In cucina gli spinaci sono molto versatili. Possono essere mangiati crudi in insalata, oppure, li potete cuocere e preparare un’infinità di ricette come quella che vi propongo io pensata per chi è intollerante al glutine e al lattosio

Vi lascio con un consiglio, quando sbollentate gli spinaci ricordatevi di usare poca acqua e di lasciare gli spinaci a cuocere il meno possibile, giusto il tempo che si ammorbidiscano leggermente. Un piccolo accorgimento per preservare tutti i nutrimenti.

Ecco la ricetta della Crostata salata con spinaci

Ingredienti per 4 persone

  • 1 rotolo di pasta sfoglia consentita
  • 500 gr di spinaci
  • 300 gr di scamorza o provola stagionata
  • 100 gr di salsiccia
  • 150 gr di parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale

Preparazione

Preriscaldate il forno a 180/200 gradi. Lavate gli spinaci e senza sgocciolarli troppo, metteteli in una pentola con un po d’acqua e fateli bollire per 3 minuti circa. Scolateli e lasciateli raffreddare, prima di strizzarli e sminuzzarli.

In una ciotola mettele gli spinaci con un po’ d’olio e il sale.  Aggiungete la scamorza o provola a dadini, la salsiccia sbriciolata, metà del parmigiano e l’uovo. Amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Rivestite una teglia con della cartaforno prima di stendere la pasta sfoglia e togliete la pasta in eccesso. Versate il composto e cospargete uniformemente su tutta la superficie il restante parmigiano.

Cuocete in forno per circa 25/20 minuti e fino a quando la pasta non risulterà dorata. Sfornate la torta e servitela a fette.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


15-02-2015
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti