bg header
logo_print

Crostatina salata con verdure per un buffet gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crostatina salata con verdure
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (48 Recensioni)

Crostatina salata con verdure, una ricetta particolare

La crostatina salata con verdure è un’idea per un antipasto da buffet gustoso, colorato e tutto sommato leggero. E’ composta da una base in pasta frolla, valorizzata da una inedita crema pasticciera al formaggio e da un mix di verdure. Queste ultime vanno tagliate molto sottili, sbollentate e modellate a forma di anello. In questo modo formano una coreografia molto bella da vedere, che contribuisce a trasformare questa pietanza in una sorta di esperienza gastronomica.

Vi consiglio di preparare la crostatina salata con verdure durante le occasioni speciali, ossia quando si intende deliziare gli invitati con una entrée diversa dal solito, che possa in qualche modo rendere il pranzo davvero unico, regalando un pasto memorabile. Questa ricetta è molto semplice da preparare e non richiede chissà quali ingredienti. L’unico ingrediente “raro” è il daikon, che è tipico della cucina orientale ma ormai reperibile anche nei nostri supermercati.

Ricetta crostatina salata con verdure

Preparazione crostatina salata con verdure

  • Per la preparazione della crostatina salata con verdure iniziate adagiando la pasta frolla sullo stampo da crostata, spalmandola per bene.
  • Cuocete a 180 gradi per mezz’ora. Nel frattempo occupatevi della crema pasticcera: scaldate il latte, aggiungete i tuorli sbattuti, il grana padano grattugiato, l’amido di mais e un pizzico di sale.
  • Cuocete per 5-6 minuti e poi fate intiepidire.
  • Ora pelate le verdure, riducetele a fette sottili tagliandole per lungo, poi sbollentatele leggermente e fate intiepidire aggiustando con un po’ di sale.
  • In una ciotola a parte unite la scorza del lime grattugiata, il pepe di timut macinato, l’olio ed un po’ di sale, poi miscelate il tutto per bene.
  • Adesso è ora di comporre la crostatina. Adagiate la crema che avete preparato sulla crostata e spalmatela per bene, poi posizionate le verdure già condite con l’olio al lime e decorate con qualche foglia di menta.

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 base frolla consentita,
  • 100 gr. di carote,
  • 100 gr. di zucchine,
  • 1 lime,
  • 100 gr. di daikon,
  • 100 gr. di barbabietola rossa,
  • 1 mazzetto di menta,
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di pepe di timut.

Per la crema pasticcera:

  • ½ lt. di latte Accadì,
  • 4 tuorli,
  • 40 gr. di amido di mais,
  • 30 gr. di Grana Padano Riserva,
  • q. b. di sale.

Quali verdure usare per la crostatina salata?

Il vero punto di forza della crostatina salata con verdure è dato proprio da quest’ultimo ingrediente. Come ho appena accennato le verdure formano allo stesso tempo il ripieno e la guarnizione della crostatina, garantendo ad essa una resa estetica fuori dall’ordinario.

Nella crostatina troviamo la carota, che dà bella mostra di sé con il suo arancione vivace. Poi c’è anche la barbabietola, che impreziosisce la ricetta con un fucsia suggestivo tendente leggermente al rosa. Troviamo poi le zucchine e il daikon, una radice che ha molto in comune con la verza e con il cavolo.

La presenza delle verdure conferisce alla crostatina un elevato valore nutritivo. Abbondano le vitamine, e in particolare la vitamina C che fa bene al sistema immunitario. Stesso discorso per la vitamina A, che giova alla pelle e alla vista. Ottimo è anche l’apporto di sali minerali come potassio, magnesio e calcio. E che dire delle antocianine contenute nella barbabietola e in grado di ridurre il rischio tumore?

Infine, tutte le verdure utilizzate per la crostatina sono poco caloriche in quanto non vanno oltre le 40 kcal per 100 grammi.

Crostatina-salata-con-verdure

Alla scoperta del daikon e delle sue caratteristiche nutrizionali

Il daikon, utilizzato per la preparazione della crostatina salata con verdure, è un ortaggio non molto conosciuto in Italia ma molto consumato in Asia, soprattutto in Giappone. Dall’esterno, assomiglia a una specie di carota grande, magari un po’ più grossa. Di base, ovvero botanicamente, va classificato come una radice e appartiene alla stessa famiglia della verza e del cavolo. Il ruolo del daikon nella ricetta della crostatina salata è molto intuitivo, fa parte, infatti, della farcitura in associazione con altre verdure. Prima viene sbollentato, e poi condito con una mistura di lime e olio, che ne valorizza il sapore molto intenso.

Il daikon, però, è anche un ingrediente dalle eccellenti caratteristiche nutrizionali. Il riferimento è in particolare all’apporto di vitamine, che vede come protagonista la vitamina C, le vitamine del gruppo E e, in misura minima, la vitamina A. E’ anche un ortaggio ricco di fibre, quindi aiuta il metabolismo soprattutto caso di costipazione. Il daikon è una vera e propria istituzione in Giappone, dove viene impiegato per moltissime preparazioni salate, alcune a base di pesce, alcune a base di carne, altre realizzate con altri vegetali. In questa ricetta non sono impiegate dosi massicce di daikon, ma quanto basta per valorizzare e non coprire gli altri ingredienti.

Una crema pasticciera davvero unica

Il vero elemento di rottura di questa crostatina salata con verdure è dato dalla crema che viene spalmata sulla base di pasta frolla, prima ancora di inserire le verdure. E’ una crema pasticciera a tutti gli effetti, ma salata. Troviamo infatti le uova (o per meglio dire i tuorli), un elemento farinoso come l’amido di mais e il latte.

La lista degli ingredienti comprende anche il Grana Padano, che garantisce un tocco sapido e un gusto marcatamente di latte. Il Grana Padano viene considerato spesso come una versione meno pregiata del Parmigiano, ma conserva una sua specificità e un suo pregio organolettico. Non è solo buono, ma anche ricco di proteine, calcio e vitamina D. L’apporto calorico, invece, è paragonabile a quello degli altri formaggi stagionati, infatti si attesta sulle 400 kcal per etto.

Ma ora torniamo alla crema pasticcera salata, prepararla è molto semplice, basta riscaldare il latte e arricchirlo con i tuorli, l’amido, il Grana grattugiato e il sale. Poi si lascia addensare sul fuoco per qualche minuto e il gioco è fatto. Infine, non rimane che fare intiepidire  la crema e spalmarla sulla frolla cotta e raffreddata.

Come aromatizzare la crostatina salata?

La crostatina salata con verdure, nonostante le peculiarità della crema pasticciera, è una ricetta semplice. La preparazione richiede giusto una manciata di spezie ed elementi aromatizzanti. Tra questi troviamo la menta, che va aggiunta insieme alle verdure sbollentate.

La menta garantisce freschezza alla ricetta e contribuisce alla resa estetica con il suo verde intenso, inoltre migliora anche il valore nutrizionale di questa preparazione. La menta, infatti, è ricca di antiossidanti, tra cui spicca il mentolo.

Nella ricetta troviamo anche una gustosa emulsione a base di olio extravergine di oliva, lime, sale e pepe di Timut. Il lime garantisce un sapore leggermente agrumato e vagamente amarognolo, che valorizza la delicatezza delle verdure. Il pepe di Timut, invece, garantisce un sentore fruttato.

Una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari?

La crostatina salata con verdure è adatta a chi soffre di intolleranze alimentari? Di base no, infatti contiene sia glutine (apportato dalla pasta frolla) che lattosio, che è apportato dal latte. Il Grana Padana, benché sia un formaggio, è ben stagionato e quindi naturalmente delattosato.

Con qualche accorgimento è possibile rendere la crostatina salata con verdure compatibile con le esigenze dei celiaci e degli intolleranti al lattosio. E’ sufficiente preparare una pasta frolla con farine alternative, come quella di riso o di mais. Se si ricerca un sentore più rustico è possibile utilizzare la farina di grano saraceno, mentre se l’obiettivo è di ottenere una nota esotica si può impiegare la farina di teff o di quinoa.

Per quanto concerne gli intolleranti al lattosio basta sostituire il latte “classico” con il latte delattosato, che presenta un sapore solo leggermente più dolce rispetto al prodotto originale. Vi sconsiglio, almeno in questo caso, l’uso del latte vegetale come quello di mandorla o di cocco in quanto stravolgerebbe il sapore della ricetta.

FAQ sulla crostatina salata con verdure

Come conservare la crostatina salata per il giorno dopo?

A differenza delle normali torte salate, è bene consumare la crostatina il giorno stesso in cui è stata preparata in quanto vi è il rischio che le verdure perdano colore e sapore. Tuttavia, se ne avanza un po’ potete porzionarla, trasferirla in un contenitore a chiusura ermetica e riporla in frigo. In ogni caso va consumata entro due giorni.

Come riempire le crostatine salate?

Le crostate salate vanno in genere riempite con una base cremosa in formaggio e con altri ingredienti “solidi”. Per questa crostatina salata ho pensato alle verdure sbollentate e a un’inedita salsina di Grana e uova.

Che formaggio mettere nella crostatina salata?

Potrebbe andare bene qualsiasi tipo di formaggio cremoso, magari arricchito con spezie e aromi. In questo caso, però, la farcitura è data da una crema pasticciera salata.

Ricette di crostatine ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta di borragine e yogurt

Torta di borragine e yogurt, una quiche rustica...

Un focus sulla borragine Vale la pena entrare nel dettaglio di quello che è l’ingrediente principale di questa torta, ovvero la borragine. Si tratta di una pianta aromatica dal forte connotato...

Pizza in padella senza lievito

Pizza in padella senza lievito, una ricetta facile...

Pizza cotta in padella? Sì può fare Il metodo principale per la cottura della pizza è ovviamente nel forno a legna. E’ proprio in questo modo che si garantisce la proverbiale morbidezza,...

Torta salata con fagiolini

Torta salata con fagiolini, una quiche rustica e...

Un focus sui fagiolini Vale la pena parlare dei fagiolini, che rappresentano il tratto distintivo di questa torta salata rispetto alle ricette della medesima categoria. I fagiolini sono teneri (se...