bg header
logo_print

Pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella: buona e semplice

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Gusto e raffinatezza con la ciambella di pasta sfoglia ripiena di pomodoro e mozzarella

Oggi cuciniamo una pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella in una versione particolare, ovvero modellata a forma di ciambella. La ricetta viene accompagnata da una salsa raffinata, che conferisce alla preparazione un carattere gourmet.

Nonostante queste peculiarità la preparazione è abbastanza semplice. Basta condire la pasta sfoglia con pomodoro, mozzarella e aromi, poi si applica una seconda pasta sfoglia e si ritagliano strisce larghe qualche centimetro. Le strisce vanno poi assemblate a due a due, intrecciandole tra di loro e piegandole per formare una classica ciambella. La cottura avviene al forno a una temperatura di 180 gradi per una ventina di minuti.

La ciambella di pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella può essere considerata un finger food gourmet, infatti si può mangiare con le mani dopo averla intinta nella deliziosa salsa di accompagnamento.

Ricetta pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella

Preparazione pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella

  • Per preparare la ciambella di pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella iniziate riscaldando il forno a 180 gradi.
  • Stendete un rotolo di pasta sfoglia e distribuite sulla sua superficie la passata di pomodoro. Guarnite con origano, prezzemolo tritato e mozzarella a pezzetti.
  • Coprite con il secondo rotolo di pasta sfoglia ben steso.
  • Tagliate la sfoglia così farcita in strisce da 4 cm di larghezza ciascuna.
  • Sovrapponete le strisce a due a due, arrotolatele e chiudete a cerchio in modo da formare una ciambella.
  • Date una pennellata di uovo sbattuto e cuocete al forno per 20 minuti, ovvero fino a quando la sfoglia non è diventata dorata e croccante.
  • Intanto preparate la salsa. In una ciotola versate la maionese, la senape, il miele, la senape di Digione, l’aceto di mele, il sale, la paprika e l’aglio in polvere.
  • Mescolate tutto insieme fino ad ottenere una salsa uniforme.
  • Servite la pasta sfoglia a forma di ciambella insieme alla salsa e buon appetito.

Per la ciambella:

  • 2 rotoli di pasta sfoglia consentita,
  • 30 gr. di passata di pomodoro,
  • una manciata di origano,
  • 200 gr. di mozzarella senza lattosio,
  • 20 gr. di prezzemolo,
  • 1 uovo (per spennellare)

Per la salsa:

  • 100 gr. di maionese,
  • 30 gr. di senape,
  • 30 gr. di miele,
  • 10 gr. di senape di Digione,
  • 7 gr. di sale,
  • 20 ml. di aceto di mele,
  • 7 gr. di paprika dolce,
  • 7 gr. di aglio in polvere

Un accompagnamento speciale per la sfoglia pomodoro e mozzarella

Vale proprio la pena parlare della salsa, che è una delle componenti di maggior rilievo della ricetta. Si tratta di una salsa fuori dal comune in quanto è molto aromatica e dal carattere spiccatamente agrodolce. E’ una salsa realizzata con maionese e senape, che fungono da base e forniscono la giusta compattezza.

Questa salsa è realizzata anche con spezie dal sapore acceso, come la paprika, l’aglio e il miele. Proprio quest’ultimo conferisce alla salsa la componente dolce, che crea un contrasto significativo e allo stesso tempo equilibrato, conferendo maggiore profondità organolettica al piatto.

Quale miele utilizzare? Di base va bene quello che preferite, tuttavia alcune tipologie sono più intense di altre, quindi potrebbero emergere in modo vigoroso. Sto parlando del miele Millefiori, che è il miele più conosciuto, mentre agli antipodi troviamo il miele di Acacia, che è alquanto delicato e funge più che altro da dolcificante. In mezzo vi è un’infinità di altri tipi di miele. Se siete appassionati, o volete saperne di più, vi consiglio di leggere il saggio che ho scritto insieme a Marco Negri: A prova di miele.

Senape di digione, un tocco di classe per la sfoglia con pomodoro e mozzarella

La salsa di accompagnamento della pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella richiede l’uso di ben due tipologie di senape: quella normale (che fornisce la struttura) e quella di Digione, che funge da agente aromatizzante. Quest’ultimo tipo di senape è famosa in tutto il mondo ed è un vanto della tradizione francese.

La senape di Digione, infatti, si caratterizza per il gusto deciso, pungente e leggermente piccante, valorizzato da un retrogusto delicato e raffinato. Questo sapore ben riconoscibile deriva dall’uso dei semi di senape marrone o nera, che conferiscono una nota speziata e intensa.

Ma la senape di Digione si fa apprezzare anche per la presenza di importanti macronutrienti: antiossidanti, vitamine e minerali come il calcio, il magnesio e il potassio. Questa senape è anche nota per le sue proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

Pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella

Le proprietà della senape di Digione

Il processo di preparazione della senape di Digione è peculiare e ne testimonia in parte il suo tenore gourmet. Esso inizia con la macinazione dei semi di senape, che vengono mescolati con acqua, aceto, sale e, talvolta, vino bianco. L’impasto viene lasciato riposare per permettere ai sapori di svilupparsi e ai composti piccanti di attivarsi. Poi la miscela viene raffinata per ottenere una consistenza omogenea e cremosa. L’uso di aceto anziché di mosto d’uva distingue la senape di Digione dalle altre varietà di senape.

Gli usi della senape di Digione sono molteplici. Viene impiegata come condimento per carne, pesce e verdure, oppure viene aggiunta a salse, vinaigrette e marinate per conferire un sapore piccante e aromatico. È ideale anche per arricchire panini, hamburger e piatti freddi, in quanto dona un tocco di raffinatezza e complessità ai piatti. In questa ricetta funge da esaltatore di gusto della salsa di accompagnamento.

Come rendere la ricetta sicura per celiaci e intolleranti al lattosio

Nella sua forma base la pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella è off limits per i celiaci e per gli intolleranti al lattosio. I primi trovano un ostacolo nella sfoglia, che è in genere realizzata con farine ricche di glutine. I secondi hanno un problema per la presenza della mozzarella, che contiene dosi importanti di lattosio.

Per fortuna è possibile adattare la ricetta senza grandi sforzi. I celiaci, per esempio, potrebbero utilizzare paste sfoglie preparate con farine senza glutine. Trovate questo tipo di farine in qualsiasi supermercato, come la farina di riso. Tuttavia, se cercate sapori più esotici, o volete provare qualcosa di alternativo, puntate ai negozi specializzati che offrono paste sfoglie a base di farina di mais, di grano saraceno, di teff, di fonio e di sorgo.

Per gli intolleranti al lattosio, invece, basta utilizzare una mozzarella delattosata. Anche in questo caso stiamo parlando di un prodotto molto reperibile e quasi indistinguibile dall’originale. I palati più sensibili potrebbero avvertire solo una leggera nota dolce.

Cosa dire invece degli allergici e sensibili al nichel? Purtroppo per loro non c’è nulla da fare, la salsa e la passata sono ricche di questa sostanza ed è molto difficile trovare delle versioni prive di nichel.

FAQ sulla pasta sfoglia con pomodoro e mozzarella

Cosa si può fare con la pasta sfoglia?

La pasta sfoglia è versatile e può essere utilizzata per preparare torte salate, quiche, croissant, vol-au-vent, strudel, millefoglie e varie tartine. E’ adatta sia per ricette dolci che salate, inoltre offre una base croccante e leggera che esalta il sapore degli ingredienti. In questo caso viene farcita con pomodoro e mozzarella, infine viene modellata a forma di ciambella.

Come farcire la pasta sfoglia salata?

Per farcire la pasta sfoglia salata si possono usare formaggi come mozzarella, feta (o gouda) e verdure come pomodori, spinaci e zucchine. Si possono usare anche funghi, salumi (prosciutto o salame) e ingredienti come olive ed erbe aromatiche.

Cosa ci sta bene con il pomodoro e la mozzarella?

Pomodoro e mozzarella si abbinano perfettamente con origano, rosmarino, basilico e timo. Queste erbe aromatiche esaltano il sapore fresco e leggermente acidulo del pomodoro e la cremosità della mozzarella, creando un equilibrio organolettico davvero perfetto.

Quanto è grassa la pasta sfoglia?

La pasta sfoglia è piuttosto grassa, infatti contiene tra il 20% e il 30% di grassi. La preparazione tradizionale prevede l’uso di burro (o margarina) per ottenere la caratteristica consistenza friabile e stratificata.

Com’è la pasta sfoglia per celiaci?

La pasta sfoglia per celiaci è realizzata con farine prive di glutine, come quelle di riso, mais o tapioca. Nonostante l’assenza di glutine, questo tipo di pasta sfoglia mantiene una consistenza simile alla versione originale con un’ottima friabilità.

Ricette con la pasta sfoglia ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pizza ciambella con prosciutto

Pizza ciambella con prosciutto: una ricetta che stupisce

Il prosciutto cotto, un insaccato che va oltre i pregiudizi La pizza ciambella con prosciutto è un piatto molto diffuso, dunque la presenza del famoso affettato in questa ricetta non stupisce....

Tacos con patate viola

Tacos con patate viola, una variante del piatto...

Cosa sapere sulle patate viola Il vero elemento di novità di questi tacos sono le patate viola. A differenza di quanto si possa immaginare, il colore è al cento per cento naturale e deriva...

Pizza con bottarga e pinoli

Pizza con bottarga e pinoli, una pizza sfiziosa...

Cos’è la bottarga? Vale la pena parlare della bottarga, che rappresenta certamente la novità più interessante di questa pizza. La bottarga non sono altro che uova di pesce essiccate, in genere...