Raclette per un pasto cremosissimo anche senza lattosio

Raclette
Commenti: 0 - Stampa

La cremosità direttamente in tavola

Se siete appassionati di formaggio, non potrete più fare a meno della Raclette! La Raclette è un piatto a base di formaggio preparato in una maniera divertente e conviviale: la fonduta.

Cosa abbinare alla raclette? Ovviamente questo invitante ingrediente sarà il protagonista e l’accompagnatore di molti altri alimenti come ortaggi sott’olio, spiedini, prosciutto cotto o crudo, salame, coppa, patate e conserve sott’aceto o sott’olio. È considerato un piatto unico che si può personalizzare in base ai gusti e alle necessità di ogni commensale! La raclette è una ricetta originale e gustosa.

La raclette dovrà essere sciolta direttamente a tavola mentre vengono preparate tutte le altre pietanze. Per questa operazione avrete bisogno di una macchina per la raclette o di un pentolino per la fondue.

In mancanza di uno di questi due utensili, potrete usare un altro procedimento semplice ma sicuramente meno appariscente: mettete il formaggio in diverse ciotoline e passatelo per un minuto al microonde.

La raclette, un simbolo della Svizzera

Il termine “raclette” indica un formaggio tipico della Svizzera ma anche una pietanza tradizionale in cui viene utilizzato questo ingrediente. Originario della zona del canton Vallese, ma ormai diffuso in Europa e in altre parti del mondo come l’Australia, questo formaggio viene elaborato con latte vaccino e stagionato per circa 3 mesi. Attualmente, per elaborare la ricetta tradizionale, la raclette viene sciolta su un apposito accessorio, la macchina per la raclette.

raclette

Questo apparecchio è una griglia la cui parte superiore può essere utilizzata per cucinare o tostare gli ingredienti che verranno accompagnati dal formaggio come spiedini, ortaggi ma anche pane. Nella parte inferiore, invece, c’è una zona riservata alla raclette che, dopo essere stata tagliata a fette sottili, verrà inserita per alcuni minuti in piccole padelle, a forma rettangolare o triangolare, dove si scioglierà. In questo modo sarà pronta per essere adagiata sugli altri ingredienti.

La raclette un’alternativa

Nonostante spesso vengano confusi, la fonduta (o fondue) e la raclette non sono la stessa cosa. Come abbiamo visto, il formaggio raclette viene preparato in maniera diversa, utilizzando una macchina apposita, simile a una piastra. Nel caso della fondue, invece, pur essendo anch’esso un piatto tradizionale svizzero, prevede l’utilizzo di un “caquelon”, una sorta di pentola da mettere su un fornello, direttamente a tavola, dove verranno riscaldati e/o sciolti diversi ingredienti, ad esempio i formaggi.

In questa ricetta della Raclette vi propongo due opzioni. Se volete, potete seguire il procedimento classico, utilizzando la macchina per la raclette. In alternativa, invece, potete usare il classico pentolino per la fondue e lasciar sciogliere la raclette direttamente in questo apparecchio.

In seguito, utilizzando le apposite forchette lunghe da fondue, potrete insaporire tutti gli altri ingredienti presenti sulla tavola intingendoli direttamente nella raclette fusa. A voi la scelta!

Vi starete chiedendo cosa si beve con la raclette. L’ideale per accompagnare questo piatto cremoso è un buon vino bianco leggermente dolce.

Qual’è il formaggio per raclette? Una notizia importante che vi lascerà senza parole! Ho scoperto che il formaggio svizzero da Raclette Vallesano DOP è completamente privo di lattosio. Se avete la fortuna di trovarlo vi conviene farne scorta.

E’ un formaggio che viene prodotto esclusivamente nel Canton Vallese con latte di vaccino intero e crudo, Viene prodotto in forme da circa 5 kg con un diametro di 30 cm.

Durante la fase di produzione, già nelle prime 24 ore, i batteri lattici trasformano il lattosio in acido lattico, pertanto al termine della stagionatura, questo delizioso formaggio è completamente privo di lattosio.

E’ una preparazione che va bene anche per i celiaci e chi soffre di sensibilità al glutine. Che volete di più? Come si prepara una raclette? Vi dico tutto!

Ed ecco la ricetta della Raclette

Ingredienti per 4 persone

  • 8 cetriolini sott’aceto
  • 8 fette prosciutto crudo
  • 4 patate medie
  • 160 gr. formaggio raclette Entremont a fette o Raclette Vallesano DOP (senza lattosio)
  • 12 fette salame
  • 8 fette coppa
  • 8 fette bresaola
  • 100 gr. funghetti sott’olio
  • 8 fette di pane casareccio consentito
  • sale e olio extra vergine d’oliva q.b.

Ingredienti per 8 spiedini

  • 250 gr. petto di pollo
  • 2 zucchine
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo

Preparazione:

Per prima cosa iniziate pulendo bene le patate che dovranno essere delle stesse dimensioni per una cottura uniforme, avvolgetele poi nella carta stagnola o carta da forno e mettetele in forno preriscaldato a 180° per circa 45/50 minuti.

Mentre le patate cuociono preparate gli spiedini. Lavate bene i peperoni e le zucchine. Mondate i peperoni e tagliateli a tocchetti e le zucchine a fette abbastanza sottili.

Tagliate i petti di pollo a tocchetti e componete gli spiedini con gli appositi stecchi di legno, alternando verdure e pollo. Tagliate il pane a fette e mettetelo da parte. Prendete una piastra e cuocete gli spiedini e poi riscaldate le fette di pane.

Nel frattempo appena le patate saranno cotte toglietele dal cartoccio tagliatele a meta nel senso della lunghezza e salatele leggermente e mettete un filo di sale. Preparate un piatto a testa con i salumi misti i cetrioli i funghetti.

Ora tutto è pronto per la raclette, portate in tavola i piatti di salumi, gli spiedini le patate e le fette di pane, se avete la macchina per la raclette posizionate nelle apposite palettine 2 fette di formaggio per fonderlo, oppure usate il pentolino per la fonduta  o in mancanza di meglio mettete in ciotoline il formaggio e mettetelo per 1 minuto nel microonde, poi ogni commensale potrà  versare il formaggio sui vari ingredienti o intingerli nelle ciotoline.

I salumi possono variare a seconda dei gusti!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...

Quesadillas con pico de gallo

Quesadillas con pico de gallo, un delizioso street...

Quesadillas con pico de gallo, uno spuntino proteico e gustoso Le quesadillas con pico de gallo sono un tipo di tortilla che rispetta fedelmente la cultura gastronomica messicana, una cultura che...

Verdure miste arrostite

Verdure miste agli agrumi, un pieno di oligoelementi

Verdure miste agli agrumi, un’idea semplice, gustosa e salutare Le verdure miste agli agrumi con aceto di mele e agrumi sono un piatto molto colorato, gustoso e facile da preparare. E’ concepito...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


23-02-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti