Bimi, i mini “broccoli” per chi desidera perdere peso

bimi
Stampa

Dall’unione di un broccolo e un asparago nasce un bimi

Come avrete capito, non si tratta di broccoli e neanche di asparagi, ma si tratta di bimi: un ibrido naturale e un incrocio tra asparago e broccolo.

È un ortaggio dal colore verde, come molti altri, ma ha tantissime peculiarità da non sottovalutare. Ha un lungo e sottile stelo e la sua parte superiore ricorda moltissimo un broccoletto.

Infatti, molti lo scambiano proprio per un piccolo broccolo, ma la verità è che stiamo parlando di due alimenti decisamente diversi.

Questo vegetale è molto più dolce e la sua consistenza presenta una maggiore delicatezza rispetto agli ortaggi che gli somigliano. Il suo valore nutrizionale è unico e, grazie alle sostanze nutritive che contiene, si rivela un ottimo alleato del sistema immunitario.

Ma andiamo a scoprire tutto quello che c’è da sapere riguardo a questo alimento: dalle potenzialità ai metodi per portarlo in tavola.

Bimi: benefici per la salute ed eccellente prevenzione

Appartenente dalla famiglia delle Brassicacee, questo ortaggio si rivela molto nutriente e, in particolare, ricco di proteine vegetali, vitamine e minerali.

Proprio grazie al suo valido apporto proteico, si presenta come un grande alleato per vegani e vegetariani, e il suo consumo è un toccasana per lo sviluppo della massa muscolare e dei tessuti corporei, ma aiuta anche l’organismo a portare a termine con successo vari e importanti processi metabolici.

Il bimi è un vegetale che vanta principalmente di proprietà idratanti, diuretiche e depurative, rivelandosi ottimo per la salute della pelle e lo smaltimento delle tossine dal corpo.

Offre elevati livelli di vitamine, in particolare A e C, e grazie ad esse si presenta perfetto ancora una volta per promuovere la salute dell’epidermide e renderla più bella (stimolando la produzione del collagene), ma è inoltre un efficiente aiuto per il sistema immunitario e per la vista.

Questo alimento offre un notevole effetto antiossidante, contrastando quindi i danni dei radicali liberi, proteggendo il nostro corpo da malattie anche gravi (come il cancro) e rallentando il naturale processo di invecchiamento cellulare.

È utilissimo anche per chi desidera perdere peso e questo è dovuto all’ottimo apporto di fibre e acido linoleico che ogni porzione di questo vegetale ci offre.

Infine, è utile sapere che le ricerche affermano che questo alimento contiene anche grandi quantità di acido folico e zinco, e supera le percentuali presenti sia negli asparagi che nei broccoli, nonché in molti altri ortaggi.

Tre porzioni di bimi alla settimana possono fare la differenza

Consumare questo alimento tre volte alla settimana può aiutarci a promuovere la nostra salute in modo ottimo.

Questo è il numero di porzioni settimanali consigliate dagli esperti, ma come possiamo portarlo in tavola e assaporarlo con soddisfazione?

Il primo consiglio è quello di acquistare un prodotto di qualità, in modo da riuscire a godere appieno di tutte le sue caratteristiche e qualità.

Dopodiché, potrete preparare i bimi proprio come le altre verdure: potrete saltarli in padella, cuocerli a vapore, bollirli o consumarli a crudo. In ogni caso, sarà un piacere sia per il vostro palato che per il vostro organismo!

Sto provando a reperire e cucinare alimenti nuovi e diversi proprio perchè la mia dieta a rotazione per l’intolleranza al nichel sia il piu varia possibile. E devo dire che funziona!!

Fettuccine con bimi Fettuccine con bimi, pesto di peperoni e tonno, un primo equilibrato

Le fettuccine con bimi, pesto di peperoni e tonno sono un primo molto saporito, dal sentore rustico, ma allo stesso tempo caratterizzato da un ottimo impatto visivo. Insomma, è una pietanza che colpisce gli occhi e il palato. Allo stesso modo, è anche una ricetta molto semplice, che non pone in essere ostacoli nemmeno a chi non ha grande esperienza in cucina. L’elemento che caratterizza di più questa pietanza è rappresentato dalle fettuccine. Non sono fettuccine qualsiasi, bensì realizzate con la farina di riso integrale. Questa farina si caratterizza per un sapore più rustico, ma allo stesso tempo delicato. E’ totalmente priva di glutine, dunque è l’ideale per chi soffre di intolleranza a questa sostanza e di celiachia.

La farina di riso integrale, inoltre, pur non abbondando di proteine, è comunque ricca di vitamine e sali minerali. Essendo integrale, è anche molto ricca di fibre, che supportano i processi digestivi e contribuiscono ad alleviare i sintomi della stipsi. Per quanto concerne l’apporto calorico, la farina di riso integrale è leggermente meno impegnativa rispetto alle farine tradizionali, e in particolar modo alla farina bianca di tipo doppio zero. Il sapore rustico e delicato delle fettuccine di riso integrali, si sposa alla perfezione con il condimento. Le fettuccine con riso integrale non sono certo una merce rara, ma potreste faticare a trovarne di buona qualità. Io consiglio le fettuccine di riso integrale della Singles, azienda da sempre impegnata nelle produzioni biologiche e a base di farine integrali.

Come fare il pesto di peperoni e tonno?

Buona parte del condimento delle fettuccine con bimi è dato dal pesto di peperoni e tonno. Un pesto molto particolare, che si differenzia moltissimo dal classico pesto alla genovese, anche perché il basilico è del tutto assente. I protagonisti di questo condimento sono ovviamente i peperoni e il tonno. I peperoni garantiscono un sapore molto corposo, nonché alcuni elementi nutrizionali di pregio, come la vitamina C e il potassio. Il tonno, invece, apporta acidi grassi omega tre, proteine e sali minerali. La ricetta del pesto di peperoni e tonno, per quanto possa apparire strana, è in realtà molto semplice. Si tratta, infatti, di frullare insieme i peperoni già lavati, puliti e cotti in padella insieme al tonno e al formaggio spalmabile.

Quest’ultimo ingrediente, benché avulso dalle ricette di pesto, contribuisce ad aumentare la profondità organolettica del condimento e allo stesso tempo donargli una certa consistenza. In occasione della ricetta delle fettuccine con bimi, il pesto di peperoni e tonno va unito alla fine, poco prima di servire, e solo una volta che la pasta è stata fatta saltare insieme ai broccoletti. Ovviamente è bene riscaldare il pesto prima di aggiungerlo.

Ecco la ricetta delle fettuccine con bimi e pesto di peperoni e tonno:

Ingredienti:

  • 250 gr. di fettuccine di riso integrale Singles,
  • 1 broccolo,
  • 150 gr. di pesto di peperoni e tonno (vedi ricetta su Nonnapaperina.it),
  • 1 spicchi d’aglio,
  • 1 peperoncino (facoltativo),
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva.

Preparazione:

Per la preparazione delle fettuccine con bimi e pesto di peperoni iniziate adagiando il piccoli broccoli sul piano di lavoro. Poi eliminate l’estremità con un coltello affilato e fate lo stesso con le foglie esterne. Isolate le cimette, tagliandole a metà gambo e dividendole in ulteriori due parti. Infine, passatele sotto l’acqua corrente per pulirle. Ora bollite per pochi minuti le cimette in molta acqua salata, avendo cura di conservare l’acqua di cottura (che vi servirà per cuocere la pasta).

Nel frattempo imbiondite uno spicchio d’aglio in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva e il peperoncino (se lo gradite). Scolate le cimette e passatele in padella per due o tre minuti. Ora lessate la pasta nell’acqua di cottura dei bimi poi trasferitela nella padella. Integrate con un po’ di acqua di cottura, poi versate il pesto, mescolate per bene e servite. Buon appetito!

 

CONDIVIDI SU
03-10-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti