Ghee o burro chiarificato

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    1/2 chilo di ghee
ghee ridotta

Un’alternativa per chi ha problemi con il lattosio e la caseina

Classici cibi a cui molte persone risultano intolleranti sono: frutta secca, formaggio, pomodori, aceto, zucchero, uova, pesce, maiale, frutti di mare, fragole, peperoni, melanzane, soia, grano, ma possono essere praticamente tutti i cibi o quasi…………………. e se siete intolleranti al lattosio o allergici alla caseina potete sostituire il burro con il Ghee

Esistono alcuni cibi a cui siamo allergici ed altri a cui siamo intolleranti. Le allergie sono spesso di origine genetica e provocano forti reazioni allergiche, choc anafilattici, eritemi e reazioni cutanee anche molto accentuate.

Le intolleranze alimentari invece provocano reazioni blande o ritardate nel tempo o non provocano alcuna reazione percepibile, per cui molta gente continua a mangiare cibi a cui è intollerante perché non sa di esserlo. Spesso le intolleranze alimentari hanno origine in una disbiosi intestinale o in una disfunzione dell’apparato digerente.

Il Ghee è un burro chiarificato prodotto dal comune burro non salato, dopo averlo scaldato a fuoco lento per eliminare la parte acquosa, le proteine e il lattosio. A temperatura ambiente appare moderatamente solido. Il colore è giallo, con tonalità più chiare o più intensamente dorate, secondo il contenuto di caroteni. Questo, a sua volta, dipende da quello che hanno mangiato le mucche.  Anche nelle nostre zone, soprattutto nelle regioni di montagna, si fa uso di burro chiarificato.

Il Ghee è considerato un ottimo grasso utile in cucina. Ha la particolarità che tiene bene le alte temperature e non brucia come il burro classico. Ma dovete sapere che nella cucina Ayurvedica questo alimento è considerato un elisir di lunga vita e di giovinezza.

Se viene preparato e utilizzato in maniera corretta ha molteplici benefici tra i quali quello che aiuta a rafforzare gli organi della digestione e rende i cibi più digeribili, conferisce alla preparazione un sapore più intenso senza alterare vitamine e sostanze nutritive.

Ma non solo, questo sostituto del burro tradizionale è il mezzo ideale per favorire l’assorbimento da parte dell’organismo di vitamine liposolubili, minerali e oligoelementi. Si possono creare gustose ricette a base di Ghee. Decisamente da preferire nelle fritture a oli di semi che sono ricchi di acidi grassi polinsaturi e con le alte temperature si frammentano facilmente in pericolosi radicali liberi.  Altro che oli sani per il cuore! E’ solo un’abitudine scorretta…..

Inoltre, una buona notizia per chi soffre di intolleranze alimentari:  questo burro è privo di lattosio, oltre che di caseina. La maggior parte delle persone che hanno problemi di intolleranza con il lattosio o con la la caseina non hanno nessun problema con il burro chiarificato.

Ingredienti per 1/2 chilo di ghee

  • 1 kg. burro

Procedimento

  1. Mettete 1 chilo di burro in una casseruola con fondo spesso e fatelo fondere a calore molto basso, facendo attenzione che non frigga mai.

    Proseguite la cottura senza coperchio e senza mescolare. A un certo punto vedrete che sulla superficie comincia a formarsi della schiuma e una pellicola solida: rimuovetele entrambe man mano che si formano e tenete da parte.

    La cottura è di circa mezz'ora e il liquido dovrà essere limpido. Versare questo liquido in un'altra pentola filtrando con un colino a maglie fitte e cercando di non smuovere il deposito che si è formato sul fondo della pentola.

    Lasciate raffreddare prima di versarlo in un barattolo di vetro con coperchio ermetico. Potete conservarlo a temperatura ambiente per lungo tempo e le sostanze solide che avete tenuto da parte si possono invece riutilizzare per insaporire altre pietanze.

    Potete sbizzarrirvi con la fantasia e aromatizzare il vostro burro con delle spezie. Le spezie dovranno essere avvolte in un telo di cotone prima di venire immerse nel burro già sciolto. Qualche esempio pratico: per questa quantità potete utilizzare 3 cucchiai di cumino, oppure 2 di pepe in grani, bianco nero o verde. Se ricercate qualche gusto molto particolare potete utilizzare 25 chiodi di garofano, 2 cucchiai di semi di sesamo e un pezzetto di noce moscata o ancora 5 cm di zenzero tagliati a pezzetti.

    Si conserva perfettamente per molto tempo, anzi, più invecchia, meglio è. Non è necessario tenerlo in frigo (il Ghee resiste al deterioramento dall’azione chimica e da microrganismi). Bisogna chiuderlo molto bene e tenerlo nella dispensa, lontano dalla luce. Ogni volta che se ne prende un po’, bisogna utilizzare sempre un cucchiaino perfettamente pulito e mai umido o bagnato.

Il Ghee fa bene? Sì ma ricordiamo che ha più grassi del burro normale! Non si guasta facilmente e quindi non ha bisogno di refrigerazione. Alcune miscele di questo burro durano fino a 100 anni.

Condividi!

2 commenti a “Ghee o burro chiarificato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *