bg header
logo_print

Sformato di zucchine, un piatto buono e veloce da preparare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Sformato di zucchine
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.1/5 (15 Recensioni)

Uno sformato con ingredienti reperibili e facile da preparare

Oggi vi presento lo sformato di zucchine al forno, una ricetta facile da preparare, realizzata con alimenti reperibili e di grande impatto. La lista infatti comprende le zucchine, il prosciutto cotto, la fontina, le uova e il Parmigiano Reggiano.

La ricetta è alla portata di tutti, si tratta di comporre vari strati, un po’ come accade per le lasagne al forno, la parmigiana con le zucchine o per la parmigiana di melanzane. Inoltre, anche in questo caso troviamo il formaggio grattugiato, il cui scopo è la creazione di una croccante crosticina in superficie, tale da segnare un delicato contrasto al palato.

Ricetta per sformato di zucchine

Preparazione sformato di zucchine

  • Per preparare lo sformato iniziate dalle zucchine. Lavatele e rimuovete le loro estremità, poi fatele a fettine molto sottili e uniformi aiutandovi con una mandolina.
  • Intanto riscaldate il forno a 190 gradi. Poi ungete una teglia e trasferite le zucchine formando un primo strato.
  • Mi raccomando, le fette devono risultare leggermente sovrapposte una sull’altra. Poi applicate uno strato di fontina, prosciutto cotto e Parmigiano grattugiato.
  • Ripetete l’operazione per formare nuovi strati fino ad esaurire gli ingredienti. L’ultimo strato dovrà essere composto da zucchine.
  • Ora mescolate bene le uova in una ciotola con il latte che avete a disposizione, poi conditele con un po’ di sale e versate il contenuto nella teglia in modo da coprire tutta la superficie dello sformato.
  • Infine coprite con il Parmigiano Reggiano grattugiato e cuocete in forno per 25 minuti.
  • Terminate con la modalità grill per altri 5 minuti et voilà, lo sformato di zucchine è pronto.

Ingredienti sformato di zucchine

  • 500 gr. di zucchine
  • 150 gr. di prosciutto cotto a fette
  • 200 gr. di fontina a fette
  • 60 gr. di Parmigiano Reggiano
  • 1 uovo
  • 100 ml. di latte intero consentito
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale.

Sformato di zucchine, un piatto dai sapori semplici ma di grande effetto

L’unico elemento di differenziazione riguarda le uova, che vengono sbattute con il latte e versate sullo sformato prima della cottura. Un accorgimento, questo, finalizzato a creare una certa amalgama e a insaporire gli ingredienti. In linea di massima lo sformato di zucchine è una ricetta abbastanza leggera, che non impensierisce chi vuole rimanere in forma. Del resto grassi aggiunti ce ne sono pochi, se si esclude l’olio necessario a ungere la teglia.

Il prosciutto cotto fa ingrassare?

L’unico alimento potenzialmente problematico dello sformato di verdure veloce, almeno per l’immaginario collettivo, è il prosciutto cotto. Si utilizza una quantità non indifferente, pari a un etto e mezzo, necessario per formare gli strati intermedi tra le fette di zucchine. Il prosciutto cotto, in quanto insaccato, è oggetto di alcuni pregiudizi, per esempio quello secondo cui farebbe ingrassare. In effetti l’apporto di grassi è importante, e fa lievitare l’apporto calorico a oltre 250 kcal per 100 grammi. Tuttavia, nessuno vi vieta di togliere il grasso in eccesso, un’operazione facile in quanto il grasso è accumulato ai bordi. In questo caso l’apporto calorico scende a 130-150 kcal per 100 grammi.

Un altro pregiudizio è legato al fatto che il prosciutto cotto fa male a causa del contenuto di sodio, nitriti e nitrati. Tuttavia queste sostanze sono presenti in quantità limitate, minori di altri tipi di insaccati. Al netto di tutto ciò, va considerato che il prosciutto cotto è comunque un’eccellente fonte di proteine. Infatti, considerando l’etto come unità di misura, è più proteico di qualsiasi altra carne fresca. Non mancano poi le vitamine del gruppo B, tipiche degli alimenti di origine animale, e un ottimo quantitativo di sali minerali.

Sformato di zucchine

I tanti pregi delle zucchine

Le protagoniste di questo sformato sono ovviamente le zucchine, degli ortaggi perfetti per il loro gusto. Le zucchine hanno un sapore tenue e quasi neutro, capace di interagire efficacemente con tanti altri ingredienti. Non è un caso, dunque, che le zucchine partecipino a molte ricette della tradizione italiana. Sono anche facili da gestire e da cuocere al forno, in quanto si prestano a quasi tutti i metodi esistenti. Ma le zucchine sono preziose soprattutto dal punto di vista nutrizionale, a partire dall’ingente apporto di acqua e fibre. In virtù di ciò le zucchine al forno sono digestive e depurative, come pochi altri alimenti in natura. Le zucchine, come molti ortaggi, sono ricche di vitamina C, una sostanza che sostiene il sistema immunitario e fungeda antiossidante.

Le zucchine sono anche ipocaloriche, infatti apportano circa 11 kcal per 100 grammi, quasi un record per gli alimenti di origine vegetale. In occasione di questa ricetta le zucchine vanno tagliate in modo da ricavare delle fette lunghe, larghe e sottili. Dopodiché vanno a formare alcuni strati dello sformato, intervallati da fontina e prosciutto cotto.

Quali formaggi usare per questo sformato?

Lo sformato con zucchine è buono anche grazie a una presenza molto abbondante di formaggi. La lista degli ingredienti, in particolare, comprende la fontina e il Parmigiano Reggiano. La fontina funge da strato intermedio insieme al prosciutto cotto, mentre il Parmigiano funge da copertura, in modo del tutto analogo a quanto accade con le lasagne. Il formaggio va grattugiato e distribuito su tutta la superficie, in modo da creare uno strato finale piuttosto croccante. Sul Parmigiano c’è poco da dire, nel senso che è uno degli alimenti più conosciuti in Italia e nel mondo. E’ il formaggio stagionato per eccellenza, una vera risorsa che apporta proteine, fosforo e vitamina D, piuttosto rara in natura ma essenziale per la salute del sistema immunitario.

Stesso discorso per il calcio, che fa bene alle ossa e ai denti. L’unico difetto del Parmigiano, derivato dalla lunga stagionatura, è l’ingente apporto calorico: siamo infatti sulle 400 kcal per 100 grammi. Per quanto concerne la fontina, invece, siamo di fronte ad uno dei migliori formaggi molli. In quanto formaggio, le sue proprietà non sono troppo dissimili da quelle del Parmigiano Reggiano, sebbene siano meno accentuate. Le proteine, la vitamina D e il calcio sono infatti presenti in quantità meno abbondanti. Se non avete la fontina potete preparare lo sformato di zucchine e mozzarella.

Ricette con zucchine ne abbiamo? Certo che si!

4.1/5 (15 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Hamburger di verdure grigliate

Hamburger di verdure grigliate, un’alternativa vegetariana

Quali verdure usare per questo tipo di hamburger? L’hamburger di verdure grigliate si basa proprio su questi ultimi ingredienti per dare vita ad un secondo piatto davvero gustoso. Quali verdure è...

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...