Ti senti uno straccio e la pelle ha un colorito spento?

colorito spento
Stampa

Ti senti uno straccio e la vostra pelle presenta un colorito spento, apparite stanche e i vostri i capelli sono sfibrati, le vostre unghie si spezzano facilmente allora il migliore alleato per voi è il fruttivendolo. Sì, sembra incredibile ma proprio lui!

Ogni tanto ci dobbiamo ricordare ciò che sappiamo: per migliorare il nostro aspetto ed essere belli basta mangiare i cibi giusti. Eccovi, quindi, un vademecum dei cibi più amici della nostra bellezza e sono proprio questi alimenti alla portata di tutti quelli che possono aiutarci a rifarci il look senza spendere soldi in interventi estetici.

Sicuramente non danno risultati immediati, ma se li mangiate regolarmente avrete una bella pelle, capelli sani ed unghie resistenti.

La pelle ha un colorito spento? Qualche consiglio

colorito spento

  • Ananas: è ricco di bromelina e di vitamina C: stimola la rinascita del collagene e quindi l’elasticità della pelle. Uno spuntino ideale se state seguendo una cura anticellulite.
  • Broccoli: betacarotene, calcio e vitamina C: un mix perfetto per una pelle ben irrorata dal sangue, ossa forti e capelli sani. I broccoli restituiscono alle labbra secche e screpolate il loro naturale aspetto vellutato.
  • Carne: oligoelementi quali zinco e ferro fanno della carne magra una vera prelibatezza, anche per la pelle
  • Carote: sono note soprattutto per il betacarotene in esse contenuto, ma anche le loro sostanze vegetali secondarie le rendono importanti per lo pelle. Migliorano anche la capacità visiva.
  • Cavolo: cavolo verde e verza contengono soprattutto acido folico, vitamina C, fibre e sostanze vegetali secondarie. Il premio per tutti gli amanti del cavolo: un veloce rinnovamento del derma, quindi meno rughe ed un efficace aiuto in caso di acne e pelle impura.
  • Cetriolo: ecco cosa lo rende un vero elisir di gioventù: pochissime calorie, moltissimo apporto d’acqua ed in più anche acido folico, fondamentale nella costruzione e nella scissione cellulare. Un cetriolo grande ricopre all’incirca la metà del fabbisogno giornaliero di acido folico.
  • Datteri: bellezza da gustare: questo frutto proveniente dall’Oriente contiene ferro, calcio e vitamine del gruppo B: principi nutritivi pregiati che aiutano ad avere una pelle bella e dei capelli sani.
  • Fegato: apporta ferro e rame ma anche vitamina A, B 12, niacina e selenio; il fegato regala una pelle pura, delle unghie resistenti e dei capelli lucenti. Anche la pelle delicata delle labbra ne trae profitto.
  • Fragole: la pelle dà prurito, è secca, screpolata e squamosa? Le fragole sono un buon rimedio: contengono molta vitamina C che abbassando il tasso di istamina, mediatore dell’infiammazione, fa scomparire velocemente il prurito.
  • Frutta secca: arachidi e noci del Brasile sono sicuramente ricche di calorie, ma in piccole dosi coccolano la pelle con il loro elevato contenuto di acidi grassi e vitamine del gruppo B. Ottime anche nella prevenzione dell’invecchiamento mentale: la dose è di 50 g al giorno.
  • Grano: un vero dono per pelle e capelli. Grazie alla presenza di magnesio, calcio, vitamina B 1 ed acido folico, il cereale contribuisce a migliorare tutti i processi cellulari favorendo il mantenimento di un tessuto connettivo tonico.
  • Kiwi: sono una delle migliori fonti vitamina C. Due kiwi freschi coprono il fabbisogno giornaliero e sono quasi un versamento continuo sul conto del collagene.
  • Lamponi : il giusto mix di vitamina C, magnesio, potassio e biotina, rende questi frutti rossi ottimi alleati di una pelle giovane; inoltre, aiuta a mantenersi in equilibrio dal punto di vista nervoso e rinforza gli occhi.
  • Legumi: ferro, calcio, zinco e cisteina sono, insieme a proteine e fibre, gli elementi che rendono così pregiati i legumi. Il mix nutritivo dà forza alle cellule della pelle, facilita la guarigione delle ferite e rinforza il sistema immunitario.
  • Limone; la vitamina C in esso contenuta fa bene al tessuto connettivo, dunque niente smorfie e consumatene in quantità.
  • Mirtilli neri : le vitamine A e C, le sostanze vegetali secondarie come anche l’acido folico, stimolando il rinnovamento cellulare, fanno dei mirtilli dei veri amici della pelle.
  • Mirtilli rossi: sono una vera fonte di giovinezza. Grazie alle vitamine C ed E proteggono l’organismo dai radicali liberi e rallentano così il processo d’invecchiamento.
  • Papaya: questo frutto dolce contiene qualcosa di molto particolare: lo papaina, un enzima utile al tessuto connettivo, che riduce gli accumuli di liquidi e lenisce le infiammazioni.
  • Patate:potassio, acido folico, vitamina C, fibre e niente grassi: le patate sono delle vere amiche della bellezza se non vengono mangiate fritte e aiutano a riequilibrare il rapporto acido basico.
  • Pesce:soprattutto tonno, salmone, aringa e sardine sono ricchi di acidi grassi insaturi, di vitamine A, B2 e D come anche di iodio, ferro e selenio: tutti nutrienti importanti per pelle e capelli.
  • Pomodori:apportano non solo vitamina C, E e betacarotene ma anche licopene, una sostanza vegetale secondaria che rallenta il processo d’invecchiamento, anche della pelle.
  • Ribes rosso e nero:sono delle vere e proprie bombe di vitamina C: in collaborazione con i bioflavonoidi, che danno il colore ai frutti, lo vitamina C protegge il collagene, rendendo più sodo il tessuto connettivo. Un altro..importante punto a favore: le sostanze vegetali secondarie rinforzano le pareti arteriose.
  • Riso:fonte di molti carboidrati, vitamine e sostanze minerali che apportano l’energia necessaria per lo produzione di nuove cellule della pelle.
  • Soia:la soia contiene fitormoni, vitamine, aminoacidi ed acidi grassi insaturi. Ideale nei casi di caduta di capelli ed acne dovuti a fattori di tipo ormonale.
  • :quello nero è un buon rimedio in caso di acne, perché contiene antiossidanti, che ostacolano lo formazione e l’accumulo di impurità e batteri.
  • Uova:apportatore di vitamina A, un uovo a colazione è una vera garanzia di pelle tonica. Inoltre lo cisteina in esso contenuta funge da trasportatore di zolfo, che protegge lo pelle dalla disidratazione.
  • Uva:gli acini dell’uva svolgono un’azione leggermente drenante. I semi non andrebbero eliminati, ma mangiati con lo polpa, perché sono ricchi di acidi grassi essenziali e di polifenoli.
  • Zenzero:Il piccante tubero favorisce l’eliminazione ed il trasporto delle scorie. Nelle radici si nascondono numerose componenti benefiche come vitamine, potassio, calcio e ferro, che tonificano il corpo e rinforzano lo pelle.
  • Zucca: una pelle arida manca non soIo d’idratazione, ma anche di grasso. I semi di zucca sono ricchi di acidi grassi insaturi, che riempiono lo strato idrolipidico della pelle.
CONDIVIDI SU
03-11-2018
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti